mag 19 2017

io posso, tu no! 19 05 2017

Published by at 9:43 am under costume,cronaca nazionale,Giudici

IO POSSO, TU NO!
Da Repubblica:
—Borghezio in aula si era difeso sostenendo che le sue erano solo critiche al governo e non frasi razziste. “Non ho mai sostenuto la superiorità della razza europea rispetto ad altre”, aveva spiegato. A ‘La Zanzara’ Borghezio aveva detto che “gli africani sono africani e appartengono a un’etnia molto diversa dalla nostra”. Rispondendo alle domande dei conduttori, aveva aggiunto che noi italiani “non siamo congolesi, abbiamo un diritto ultramillenario”, e ancora che “Kyenge fa il medico, gli abbiamo dato un posto in una Asl che è stato tolto a qualche medico italiano”—
E Borghezio è stato condannato, per diffamazione aggravata da discriminazione razziale, a mille euro di multa e 50mila di risarcimento alla Kyenge.
Premesso che la diffamazione è un delitto dai confini molto labili, che in molti casi è difficile tracciare, qualcuno deve pur decidere, e quello è il giudice. Va bene. Va molto meno bene il risarcimento, che deve sempre corrispondere al danno subito: la Kyenge dalle parole di Borghezio ha solo guadagnato in pubblicità. Fin qui, spero si sia d’accordo in tanti. Poi lancio una provocazione: Borghezio, se ho capito bene la sentenza, ho letto anche gli altri on line dei giornali di sinistra, è stato condannato, riducendo all’osso, perché, avendo detto che la Kyenge è una negra e si porta dietro la sua cultura che, piaccia o non ai benpensanti, è parecchio inferiore all’europea, ha stabilito che le razze esistono; e Gianni Letta con Napolitano, che l’hanno fatta ministro dell’integrazione, l’hanno fatta ministro, e proprio dell’integrazione, per quale motivo? Il gioco del negro è buono solo per loro?

Cremona 19 05 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.