Archive for marzo, 2017

mar 31 2017

la legge del più forte-quattrocentosettantasette 31 03 2017

Published by under cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – QUATTROCENTOSETTANTASETTE
Ormai anche i giornali alla “coraggio scappiamo” scrivono dell’insofferenza degli italiani verso i giudici. Anche Davigo Piercamillo se n’è accorto, e dà la spiegazione: colpa della politica, che imbriglia la giustizia eccetera. La giustizia è il suo lavoro, non va neanche in ferie; la sporcizia quello della politica.
Io penso che gli italiani rimasti a tifare i giudici siano quelli che non li hanno mai provati o visti da vicino; l’avessero, capirebbero che troppo spesso per troppi giudici la professione è solo l’esercizio del potere. Chi ha seguito le mie cronache sui processi Iori ha visto che per necessità di condanna le pastiglie si trasformano in gocce, il Dna è al servizio, ma non della scienza, per il movente, tutti l’abbiamo anche per bere un caffè eccetera, e su tutto domina la sfera di cristallo non avendo la quale, colpa del ministro indubbiamente, non si riesce a descrivere come Iori abbia dato le gocce, diminuite secondo il bisogno della sentenza. Ergastolo tre volte di fila, senza tentennare. Del caso Iori so tutto, di questo sotto ciò che scrive Repubblica on line. Non voglio suggestionare il lettore: giudichi lui!
—La gup barese Rosa Anna De Palo ha condannato a sei anni e tre mesi di reclusione Pietro De Mattia, 68enne di Gioia del Colle (in provincia di Bari) reo confesso dell’omicidio volontario della moglie, la 55enne Antonia Cirasola, uccisa a martellate nella loro abitazione il 15 febbraio 2015. La pm che ha coordinato le indagini, Angela Maria Morea, aveva chiesto la condanna a 14 anni.
La giudice, accogliendo le tesi della difesa, ha riconosciuto all’imputato le attenuanti generiche e della provocazione prevalenti applicando alla pena inflitta una doppia riduzione, per il rito abbreviato e per le attenuanti concesse. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni.
Stando alle indagini dei carabinieri, coordinate dalla magistratura barese, l’uomo avrebbe lanciato contro la moglie, colpendola alla testa e uccidendola, una busta che non sapeva contenesse un martello, durante l’ennesimo litigio. Fu lui stesso a chiamare i soccorsi e a confessare di aver ucciso la moglie.
In sede di convalida dell’arresto gli furono subito concessi gli arresti domiciliari, ai quali è tuttora sottoposto.

Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

campagna amica sempre! 31 03 2017

Published by under costume,cronaca cremonese

La caciotta della solidarietà a Soresina
lunedì al Mercato di Campagna Amica

COLDIRETTI CREMONA: PER FAR SOPRAVVIVERE LE STALLE COLPITE DAL SISMA

La solidarietà verso l’agricoltura colpita dal terremoto (insieme alla bontà dei prodotti salvati dagli agricoltori che non hanno abbandonato le loro aziende e i loro animali) lunedì 3 aprile fa tappa a Soresina.
Prodotte con il latte delle stalle di Amatrice e Norcia, le “caciotte della solidarietà” tornano in vendita anche al Mercato di Campagna Amica a Soresina, nella piazza davanti al Comune, presso degli stand degli agricoltori di Coldiretti che come ogni lunedì mattina saranno presenti con i genuini frutti del loro lavoro.
Il ricavato della vendita delle caciotte verrà interamente consegnato alle aziende del Centro Italia, per garantire un aiuto alla ricostruzione e alla ripresa delle attività produttive, che nelle terre colpite dal terremoto sono principalmente rappresentate da agricoltura e turismo.
“A sette mesi dalla prima scossa, che devastò Amatrice, proseguiamo nelle iniziative a favore dell’agricoltura ferita dal terremoto. Non possiamo lasciar spegnere l’attenzione verso tante comunità, aziende e famiglie che continuano ad avere bisogno d’aiuto – sottolinea Coldiretti Cremona –. E’ necessario fare tutto il possibile nel garantire un aiuto diretto e, nel contempo, è vitale recuperare gli inaccettabili ritardi accumulati nella realizzazione delle strutture”.

No responses yet

mar 31 2017

la lega puzza, i suoi elettori no 31 03 2017

LA LEGA PUZZA, I SUOI ELETTORI NO Dall’Inviato Quotidiano dei fratelli Salini. Questa diverte: l’ultracompagna Aiello Mimma galoppa su uno dei più sfrenati purosangue della Lega; non siamo ancora al “Parigi val bene una messa”, i personaggi del resto son troppo distanti, ma è un buon vicinato; un dubbio: al prossimo aperitivo, è sempre possibile dar la colpa all’alcol, variante sul tema “una pistola per Ringo” in ogni casa di Crema? —Lasciando da parte le digressioni e tornando ai contenuti elettorali veri e propri, Mimma Aiello ha ribadito l’importanza programmatica di un punto per lei essenziale: la legalità. E insieme il tema collegato della sicurezza. Il tutto da declinarsi in maniera concreta, anche attraverso l’istituzione di assistenti civici e vigili di quartiere, per monitorare luoghi ‘sensibili’, come i parchi o le scuole. Non tanto una vigilanza privata, quanto una sorta di raccordo tra istituzioni e cittadini, con segnalazioni e indicazioni da rendere costanti anche attraverso un ampliamento dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico. E poi il coinvolgimento delle associazioni impegnate nel campo della legalità, sempre con l’intento di ottenere un rapporto tra istituzioni e società civile senza soluzione di continuità.
Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

funerale dei poveri 31 03 2017

FUNERALE DEI POVERI
Dal sito nazionale di Confagricoltura: –Consapevolezza, Responsabilità, Avanguardia, Orgoglio e Successo le parole chiave della nuova presidenza di Confagricoltura guidata da oggi da Massimiliano Giansanti. Consapevolezza di ciò che l’Organizzazione rappresenta e della necessità di fare sistema, Responsabilità della rappresentanza, Avanguardia nel proporre progetti innovativi, Orgoglio dell’appartenenza attraverso lo sviluppo di una forte identità, Successo come risultato.– Nolli Renzo, il presidente che non c’è, alla Provincia fin che c’è: -Massimiliano Giansanti, la persona giusta al momento giusto- A corpo ancora caldo, ecco le esequie, curate dai suoi, di Guidimario il Banchiere. Che almeno, libero da impegni ufficiali, avrà il tempo di curare i processi. Senza dover difendersi davanti ai suoi parlando dello stipendio di Vincenzo Gesmundo, anima dei Coldiretti…..
Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

l’oscuramento che più luminoso è difficile 31 03 2017

L’OSCURAMENTO CHE PIU’ LUMINOSO E’ DIFFICILE Ogni tanto lo ricordo, premesso che il maggior merito del professor Cilecca è aver ampiamente rivalutato Oreste Perri, di per sé, ciò che lo distingue dai suoi predecessori non è solo il numero e l’ampiezza delle cappelle, nessuno di noi è perfetto, ma è il parlare continuo, senza controllare ciò che ha detto cinque minuti prima, ciò che dirà domani, ciò che è meglio tacere, il verbo da lui più odiato, immagino. Ampiamente illustrata da www.cremonaoggi.it, l’ultima: Consiglio comunale sullo scivolone Lgh – A2A, ma a porte chiuse, pubblico fuori dalle palle! Così, di getto, mi vengono tre osservazioni, la prima formale, il Regolamento, all’articolo 81, non lo prevede per il motivo indicato da Cilecca; poi crede davvero, il Cilecca, che uomini dalla schiena dritta come Fasani e Ventura appena escono non facciano il loro bravo comunicato? Infine, la sua scelta è stata difesa nientepopodimeno che dal sottosegretario Pizzetti Luciano, sire di CastelPizzetti, con ampi e ben motivati argomenti: di che ha paura, il Cilecca, con un gigante del genere a difesa? —Le minoranze consigliari hanno ottenuto la convocazione in tempi brevi di un consiglio comunale sul caso del parere negativo dell’autorità anticorruzione al matrimonio Lgh – A2A, ma la seduta sarà top secret. Lo ha deciso l’ufficio di presidenza riunito per fissare l’ordine del giorno del consiglio comunale di lunedì 3 aprile. Al primo punto, le comunicazioni del sindaco in merito al parere, ma, come ha spiegato il segretario generale Criscuolo ai capigruppo riuniti, sarà a porte chiuse, quindi senza possibilità di accesso al pubblico e nemmeno in streaming. “Il segretario – spiega Federico Fasani, esponente di Ncd – ci ha detto che il sindaco ha acquisito il parere Anac in maniera informale, situazione che implica un ulteriore obbligo di riservatezza, oltre al fatto che trattandosi di un gruppo industriale quotato in borsa, non si vorrebbe causare un autogol. Altro che trasparenza, questa è opacità assoluta”. Critico anche Marcello Ventura e gli altri capigruppo di minoranza, i quali avevano chiesto la discussione pubblica. “E’ un parere che ormai hanno visto tutti”, aggiunge Marcello Ventura.
Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

dal kosovo al ponte di rialto 31 03 2017

Published by under costume,cronaca internazionale

DAL KOSOVO AL PONTE DI RIALTO
E’ la solita storia, noi del mondo civile fatichiamo a capire l’altro mondo perché vogliamo che tutti si ragioni nella stessa maniera. Uno degli ultimi esempi è la fine di Gheddafi, merito esclusivo dell’Occidente. La Serbia aveva solo torti? Ecco i risultati…… Da Repubblica on line:
—Tutto comincia nell’estate del 1999, dopo la guerra con la Serbia, quando nel Kosovo devastato sbarcano decine di ong dalle monarchie del Golfo, che assieme ai soldi della ricostruzione e ai loro operatori umanitari introducono anche degli imam che predicano un Islam più fondamentalista, quello del wahabismo saudita. Nei villaggi poveri, in cambio dei loro ricchi doni i benefattori arabi esigono il Corano nelle scuole e il velo per le alunne.

Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

la quintessenza della cremonesità-centocinquanta 31 03 2017

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – CENTOCINQUANTA
Stavolta al professor Cilecca non è andata male del tutto: anche se perde la causa con la Federazione nuoto per la faccenda della piscina, il milione lo paghiamo noi cremonesi, ma lui può dar la colpa a Perri. Resta un piccolo mistero, perché la Federazione ha deciso di far causa solo oggi.
Per Tamoil, spiega la Manfredini sbagliata a www.cremonaoggi.it, è di nuovo colpa di Perri, che ha combinato non ho capito bene cosa nel 2011. Gli anni prima, non ha fatto in tempo, ci avran pensato altri. Quanto al resto, è curiosa la nota dell’on line:
–Incontro tecnico, questa mattina in Comune, tra i Radicali cremonesi, l’amministrazione comunale e i tecnici dell’Arpa, in merito all’inquinamento Tamoil. Come preannunciato dai Radicali nella lettera inviata al sindaco lo scorso dicembre, la richiesta è di “rivedere gli obiettivi di bonifica ed in particolare i Punti di Conformità, i punti cioè in cui si debbono eccetera– Incontro tecnico Comune, Arpa e Radicali cremonesi? Gli altri partiti non hanno tecnica?
Al Consultorio parte un ciclo di incontri per genitori: garantita l’assenza del Cilecca! Adesso ridiamo un po’ con le cileccate della Libera. Siamo certi che dopo il bilancio, una ventina di giorni, Filippini se ne va davvero e Nolli Renzo che non c’è prende il suo posto? 90mila euro l’anno son molto meno di quel che prende Pennadoro, però son comodi assai.
Considerazioni tecniche. Come chiude Sel, il fu centro stampa, il bilancio 2016? è vero che dal 2017 finisce in Sec, che penserà a metterci le pezze, ma nel 2016 i macchinari erano a bilancio per 1,5 milioni circa, e son stati venduti a peso per 20mila euro: la perdita come quando da chi verrà spalmata? Le banche continuano a tacere prendendo esempio dai soci e dai 36 consiglieri Libera, nonché dai sindaci e dai revisori?
Nolli&Filippini continuano a ripetere che la Provincia fin che c’è sta risalendo la china, pubblicità compresa; ha guadagnato davvero PubliA, e quanto? I crediti verso clienti ormai esigibili solo sulla carta son stati svalutati prima della fusione o finiranno nel ventre di Sec?
Strano che queste domande, le altre i prossimi giorni, le faccia io e non uno dei 36 consiglieri Libera che rappresentano i 1400 soci se ci sono ancora…..

Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

sposarsi per dimenticare 31 03 2017

Published by under barzellette,cronaca cremonese

SPOSARSI PER DIMENTICARE Da www.cremonaoggi.it: “Si era sposato in Tunisia, ma senza aver mai divorziato dalla sua prima moglie, con la quale aveva contratto matrimonio civile a Milano.”
Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

a una certa età 31 03 2017

A UNA CERTA ETA’
far finta di scopare costa. Ruby ter, la Procura di Milano: Berlusconi ha dato 400mila euro a tre ragazze fino a ottobre.

Cremona 31 03 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

mar 31 2017

oggi a iori, domani a te 31 03 2017

Published by under cronaca cremonese,Giudici

OGGI A IORI, DOMANI A TE
In Italia i carcerati sono 60mila, uno ogni mille abitanti: è per questo che gli altri 999 non ci badano, convinti che a loro non toccherà mai. Ho concluso il libretto sul caso Iori, all’ergastolo definitivo con dimostrazioni alla sfera di cristallo et similia, per un omicidio impossibile da commettere a chiunque, con le cause di morte accertate; per un fine: raccontare come sia facile a qualsiasi dei 999 diventare l’uno.
Chi volesse, gratis, il libretto via mail, una settantina di cartelle, mi dia il suo indirizzo; i miei sono flcozzaglio@gmail.com cozzaglio.flaminio@alice.it
339 3599879 0372 431727 ———————————————
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?

No responses yet

Next »