Archive for febbraio, 2017

feb 28 2017

la legge del più forte-quattrocentoquarantasei 28 02 2017

Published by under cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – QUATTROCENTOQUARANTASEI
E’ certo Maurizio Iori rubasse le caramelle ai compagni d’asilo; adulto e medico, non può che peggiorare; di nuovo dall’ordinanza del Gip:
“Le telefonate che seguono invece denotano una certa facilità (e non potrebbe essere diversamente) e ‘leggerezza’ di Maurizio Iori nella prescrizione dei farmaci che occorrono alla sua ex moglie che in pratica glieli ordina per telefono e comunica alla donna che avrebbe utilizzato il computer dell’ospedale per preparargliele. Addirittura la ex moglie afferma di aver firmato una ricetta a nome suo (evidentemente preparata in bianco al computer). Non c’era certo bisogno delle telefonate per acclarare che Maurizio Iori poteva facilmente procurarsi farmaci d’ogni genere, compreso quindi lo Xanax rinvenuto a casa di Ornesi Claudia.”
Maurizio Iori dunque non è solo malvagio, è anche leggero perché prescrive le ricette per le medicine della ex moglie per telefono, come del resto fa lo studio medico di cui mi servo, che via mail conferma le medicine che prendo da anni. Ed è certo che non solo qualsiasi cittadino, anche il medico Iori può procurarsi lo Xanax! Come si vede, basta curarle, le indagini, e i risultati arrivano!
“p.s. dalla presente telefonata si osserva che Iori Maurizio utilizza il computer dell’ospedale per redigere le ricette. Verosimilmente la stessa macchina può essere stata utilizzata per fare ricerche su internet o per altri scopi che potrebbero rivelarsi utili per le indagini in corso”

Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

la quintessenza della cremonesità-centoventi 28 02 2017

Published by under costume,cronaca cremonese

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – CENTOVENTI Il professor Cilecca aggiunge un’altra tacca ai suoi successi, www.cremonaoggi.it è fin troppo diplomatico a definire “questua aggressiva” ciò che han fatto gli extracomunitari; lo facessi io di pelle bianca, prima mi menano i parenti, poi sarei sommerso da una montagna di imputazioni della Procura della Repubblica. Ma non mi stupisco di quanto successo stamattina, è la naturale conseguenza della sceneggiata mensile, che si ripete da anni, di spedire una pattuglia di vigili a controllare che i parenti dei malati non usino epiteti razzisti verso i poveri migranti, che ovviamente capiscono al volo come le cose van fatte. Il professor Cilecca non si smentisce mai, è sempre lui, quello che promette di allontanare i teppisti ospitati dagli immobili comunali, sarebbe bene ricordargli, volesse ricordare anche ciò che gli dà fastidio, che la Corte d’Appello di Brescia ha confermato la “devastazione”, ma quando si tratta di realizzare, la colpa è delle altre Autorità che non collaborano! —Questua aggressiva questa mattina davanti all’ospedale Maggiore di Cremona, dove un gruppo di extracomunitari – una decina circa – bloccava l’accesso al parcheggio a chi non avesse provveduto a pagare una somma di denaro. Piazzandosi fisicamente negli stalli rimasti liberi, gli abusivi impedivano dunque di parcheggiare a chi si fosse rifiutato di pagare, costringendolo ad andarsene. Spesso anche con atteggiamento minaccioso, specialmente nei confronti delle donne. Una situazione che ha indotto alcuni utenti a sollecitare l’intervento delle forze dell’Ordine. Sul posto sono sopraggiunte quindi delle pattuglie di Carabinieri di Cremona. Alla vista degli uomini dell’Arma in arrivo, però, gli stranieri si sono dati alla fuga precipitosamente, facendo perdere le proprie tracce.
Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

la juventus sotto tutto-ventiquattro 28 02 2017

Published by under costume,sport

LA JUVENTUS SOTTO TUTTO – VENTIQUATTRO
Non ne posso più degli juventini, sono stronzi acquitronici, due giorni che mi tormentano su facebook per l’ingiusto finale di Inter Roma, Roma che sta cercando di sostituirsi alla Juve per i rigori in dono ogni domenica: e allora forza Napoli, stasera demolisci lo Stadium!
Almeno divertiamoci con Lucianone Moggi sul letto dei lamenti, non abbiamo molto altro noi dell’Inter:
“Contro la Juve è stato organizzato un processo mediatico prima che reale. I farmaci allora consentiti dal Comitato olimpico internazionale e dal Coni forse erano troppi. Forse le farmacie delle squadre erano troppo piene, ma era legale e lo facevano tutti. Il caso è stato montato soltanto attorno alla Juve. Forse perché vincevamo troppo. Perché eravamo troppo bravi. Le altre società hanno avuto diversi casi di giocatori trovati positivi, ci sono stati i passaporti falsi, iscrizioni dubbie, regolamenti cambiati in corsa, ma tutto è restato sotto traccia. Quando c’era di mezzo la Juve, da un rigore dato o non dato in su, le cose diventavano enormi, con i contorni del giallo quando andava bene e dell’imbroglio quando andava male. Non eravamo certo noi a comandare.”
Beh, diamogli il tempo di asciugarsi le lacrime, al povero Lucianone, che adesso prova ancora a spiegarci qual era il suo “lavoro”:
“Le mie quattrocento telefonate al giorno servivano a monitorare la situazione, a controllare tutto e tutti, a tenere rapporti, ad allertare i miei amici, a fare tutto quello che un buon manager deve fare per difendere la sua società”
Cazzo, se non è una confessione questa!

Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

da integrare 28 02 2017

Published by under cronaca cremonese,golosità

DA INTEGRARE
Bel servizio del Vascello on line di Antonio Leoni:
-Latte e yogurt contrastano il diabete: convegno alla Latteria Soresina-
A una condizione, che siano buoni e sani come alla Soresina!

Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

l’indirizzo sbagliato 28 02 2017

Published by under costume,cronaca cremonese

L’INDIRIZZO SBAGLIATO Da www.cremonaoggi.it; mi auguro la madre insegni al figlio, se non voglia essere identificato, che le bottiglie di vetro si lanciano solo contro la sede della Lega, via Araldi Erizzo 14. —La Digos della Questura di Cremona ha denunciato un minorenne per aver lanciato una bottiglia di vetro contro il portone d’ingresso del centro sociale Dordoni eccetera. Dopo gli accertamenti di rito, il giovane è stato affidato alla madre.
Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

extracomunitari 28 02 2017

Published by under costume,cronaca cremonese

EXTRACOMUNITARI
Mi sta accadendo spesso ultimamente di riprendere dei miei comunicati fatti molti mesi orsono e constatare che le problematiche sollevate, non solo sono sempre attuali, ma si aggravano in modo preoccupante.
Ad esempio il problema dei “ profughi “ dove già in agosto 2016, denunciavo essere totalmente fuori controllo…
Il famoso tetto massimo da rispettare in rapporto con i cittadini, a Cremona sembra non esistere.
Addirittura ora si vogliono utilizzare le case vuote, e ciò è sicuramente figlio e complice della crisi e dell’avidità di molti senza scrupoli e sicuramente e purtroppo per i cremonesi avrà successo.
Che io non sia un veggente è una certezza, ma si capisce come questa amministrazione stia gestendo la città come se fosse il grest di un oratorio ( con tutto il rispetto per chi li organizza naturalmente ) e fa del business l’unica ideologia e strada da perseguire.
Chiedo se non si rendono conto loro e chi ha fatto la proposta di ricerca appartamenti, di quello che accadrà.
Accogliere ancora più persone in questo modo è spaventoso e nessuno considera alcuni aspetti:
1 – la sicurezza e vediamo già ora cosa accade all’interno della casa dell’accoglienza dove gira droga poi spacciata ai ragazzini delle medie, figuriamoci laddove queste persone saranno totalmente fuori controllo:
2 – il problema sanitario, e non mi riferisco solo alle eventuali malattie infettive di cui c’è una recrudescenza indiscutibile, ma anche al fatto che questi uomini, perché le donne sono pochissime, giovani ed in forze avranno anche delle esigenze sessuali. Immaginiamoci in un condominio cosa potrà succedere …. ci saranno famiglie blindate in casa, il coprifuoco in tutta la città come già accade purtroppo in alcuni quartieri disagiati.
Consideriamo anche che nelle case o strutture ricettive l’ Autorità competente esprime preventivamente un parere indicando un numero massimo da rispettare , sempre e regolarmente bypassato stipandone in realtà molte di più.
3 – la cultura comportamentale e di vita, altro problema molto grave perché queste persone non si fanno molti scrupoli ed esplicano le proprie funzioni fisiologiche o soddisfano anche altre esigenze ovunque si trovino, incuranti delle più banali regole di educazione civica.
Come già ho ribadito più volte, non è razzismo, ma buon senso; i veri razzisti sono questi falsi buonisti incuranti di questi “ profughi “ se non per il denaro che fruttano e fanno fruttare; ci troveremo in una situazione, che peraltro in alcune realtà si sta già verificando, nella quale oltre ad essere fuori controllo tutto, precipiterà ulteriormente quando lo stato non darà più soldi perché saranno finiti.
Anche questa non è una previsione, ma una cosa non lontana a venire.
Marcello Ventura Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale

No responses yet

feb 28 2017

c’è stile e stile 28 02 2017

Published by under Striscia La Provincia

C’E’ STILE E STILE La Provincia fin che c’è, edizione on line: si clicca “rubriche” e si sceglie “questione di stile” per arrivare al compitino sotto, formalmente scritto da una ragazza. A cui i due giornalisti avranno passato i numeri, 350.000 utenti unici e il milione di visite, non del 2016 della Provincia fin che c’è, ma di gennaio 2017 di www.cremonaoggi.it. Oddio, a pensarci bene, i due non hanno indicato l’anno, i numeri della Provincia fin che c’è forse non si limitano al 2016 ma partono dall’inizio del sito; oddio, a pensarci bene, 350.000 utenti unici per un milione di visite, sono tre scarse a testa: che succede, gli utenti entrano nel sito, si spaventano, e riprovano mesi dopo? —La tecnologia è ormai parte integrante della vita di tutti i giorni, anche degli aspetti più tradizionali come il giornale. Proprio questo l’argomento di cui trattava l’incontro tenutosi ieri presso la nuovissima ed interattiva Aula PON del liceo Manin. Per l’occasione, i relatori sono stati i giornalisti del quotidiano ‘La Provincia’ Fabio Guerreschi e Francesco Pavesi, rispettivamente redattore degli interni-esteri e responsabile della sezione web. I due hanno coinvolto i 42 giovani delle classi 3^A classico e 3^A linguistico in una breve storia del giornalismo web, raccontando dettagli e informazioni sul loro lavoro sempre più ‘online’. Con il numero complessivo di oltre 350.000 utenti unici e più di un milione di visite, il sito de ‘La Provincia’ è stato d’esempio agli studenti, per capire il funzionamento delle dinamiche di un website giornalistico, che però, lascia sempre la priorità al formato cartaceo del quotidiano, da sempre identità del giornale, attivo nelle sedi di Cremona, Crema e Casalmaggiore.
Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

carnevale coldiretti 28 02 2017

Published by under barzellette,cronaca cremonese

AMICI CREMONESI, LEGGETE SEMPRE, CON FIDUCIA, I MESSAGGI COLDIRETTI. MA IL CARNEVALE VERO, TUTTO L’ANNO, SENZA PERDERE UN SOLO GIORNO, LO RECITA LA LIBERA! p.s. da domenica la Provincia fin che c’è, quatta quatta, ha incollato i due dorsi, e finalmente ha raggiunto l’obiettivo: il giornale unico!

COLDIRETTI CREMONA: CARNEVALE AL MERCATO DI CAMPAGNA AMICA
TRA MASCHERE E DOLCI DELLA TRADIZIONE

Stelle filanti, carri, sfilate e maschere. Ma anche chili di dolci tipici gustati da grandi e bambini, che riscoprono le tradizioni locali. E’ “il carnevale secondo Coldiretti Cremona”, alla vigilia del martedì grasso, con i dolci della tradizione contadina e le antiche ricette che sono protagonisti nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica. E’ avvenuto ieri nel mercato degli agricoltori di Coldiretti a Rivolta d’Adda, con la degustazione gratuita di lattughe, tortelli e frittelle, occasione per richiamare l’attenzione sui dolci più allegri dell’anno.
Secondo l’indagine condotta dal sito www.coldiretti.it, quasi un italiano su tre (31%) prepara i dolci di carnevale rigorosamente in casa – sottolinea Coldiretti Cremona – mentre il 41% li acquista dal fornaio o dal pasticcere di fiducia, mentre solo il 2% dichiara di acquistare prodotti commerciali già confezionati. Va segnalato peraltro che, anche per la crescente attenzione alla forma fisica e alla dieta, ben il 26% degli italiani si vede costretto a privarsi delle golosità della festa.
Berlingozzi e cenci in Toscana, cicerchiata in Abruzzo, brugnolus e orillettas in Sardegna, galani in Veneto, sfrappole in Emilia Romagna, bugie in Liguria, chiacchiere in Basilicata, struffoli e sanguinaccio in Campania, crostoli in Friuli, frappe e castagnole nel Lazio, pignolata in bianco e nero in Sicilia e grostoi in Trentino, sono solo alcune delle specialità gastronomiche censite a livello regionale che gli italiani riscoprono nei giorni di carnevale.
E se sono numerose le panetterie e le pasticcerie che offrono la possibilità di acquisto, non manca chi si dedica alla preparazione casalinga per risparmiare ma anche – sottolinea la Coldiretti – per il piacere di esprimere la propria creatività personale nella realizzazione di dolci da offrire in famiglia o a parenti ed amici. Partendo da ricette regionali che utilizzano soprattutto ingredienti semplici come farina, zucchero, burro, miele e uova è possibile fare un’ottima figura spendendo meno di cinque euro al chilo facendo anche fronte ai consumi energetici per la cottura. La preparazione casalinga offre anche la possibilità di assicurarsi la qualità e la freschezza degli ingredienti, che fanno la differenza sul risultato finale, a partire dalle uova e dal miele che – continua la Coldiretti – possono essere acquistati anche nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove sono offerti a volte anche dolci della tradizione contadina che nulla hanno a che fare con i prodotti industriali low cost.
Il Carnevale – ricorda la Coldiretti – prende le mosse dalla tradizione della campagna, dove segnava il passaggio tra la stagione invernale e quella primaverile e l’inizio della semina nei campi che doveva essere festeggiata con dovizia. I banchetti carnevaleschi sono molto ricchi di portate perché una volta, in questo periodo, si usava consumare tutti i prodotti della terra, non conservabili, in vista del digiuno quaresimale.

carnevale

No responses yet

feb 28 2017

la giusta divisione dei meriti 28 02 2017

LA GIUSTA DIVISIONE DEI MERITI Il professor Cilecca ha sospeso l’ordinanza; le condizioni meteo non le ha migliorate lui, confinato com’è, per adesso, a sanare i bilanci Aem. Da www.cremonaoggi.it: —Con un livello di pm10 finalmente sotto soglia per due giorni consecutivi (sabato 29 microgrammi/ metro cubo e domenica 34) e previsioni meteo favorevoli alla dispersione degli inquinanti, è sospesa l’ordinanza di limitazione al traffico in città e nelle aree limitrofe, come previsto dal protocollo aria regionale.
Cremona 28 02 2017 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

feb 28 2017

la verità, l’aspra verità (attribuita a danton) 28 02 2017

Published by under cronaca cremonese,Giudici

LA VERITA’, L’ASPRA VERITA’ (attribuita a Danton)
Border Nights-You Tube, una piccola emittente toscana, facilmente rintracciabile su internet, riporta la mia intervista del 21 ottobre 2016 sul caso Iori; qualche difetto, all’inizio manca l’audio (!), a volte le voci non sono perfette, ma credo d’esser riuscito a condensare bene ciò che scrivo da anni. Se anche voi, cari lettori, siete convinti che quel modo di far processi non riguardi solo il povero Iori, ma possa da un momento all’altro toccare noi, guardatela, diffondetela; il titolo che le han dato è:
-Il caso Iori: ergastolo con la sfera di cristallo?-

No responses yet

Next »