nov 30 2016

perché voto un deciso sì-sedici 30 11 2016

Published by at 1:52 pm under costume,cronaca nazionale

PERCHE’ VOTO UN DECISO SI’ – SEDICI
Non c’è italiano che non ripeta: servono le riforme, ma quando arrivano, “quella” riforma non va bene, lui l’avrebbe fatta diversa, come la Nazionale. Da veri individualisti, senza nemmeno pensare che se il principio da seguire fosse “è giusta la mia”, come gli juventini per cui l’unica partita giusta è quella che vincono, non ci sarebbe più Stato, e nemmeno campionato di calcio.
Certo che dovessi votare solo leggendo il volantino del Comitato per il Sì al Referendum costituzionale, che m’è arrivato stamattina, non so se per rabbia schifo o disprezzo, voterei NO; io sono un buon comunicatore per Cremona, ma confronto a chi l’ha scritto, a Roma immagino, io sono un genio: non manca nulla che possa infastidire una persona equilibrata che quando deve decidere, decide, ma rispetta chi sceglie altro.
Terrificanti i quadretti finali, dove a spiegare un SI’ ragionevole sono persone in carne e ossa come noi, il NO la muffa della politica italiana, per giunta estrapolando parole da idee più complesse; e dimenticando di inserire tra la muffa dei magnifici sette, l’ottavo, Silvio Berlusconi, prova evidente dell’inciucio a seguire dopo il voto.
Ci voleva tanto a spiegare le sole nostre ragioni, quelle concrete, magari senza far capire all’elettore: dacci il tuo SI’ che è quanto ci serve, per il resto, tranquillo, credi alle nostre balle?
Il risparmio per esempio: certo che c’è, una goccia nel mare della spesa pubblica. L’immunità parlamentare, buttata in faccia all’elettore tifoso del Davigo di turno come non fosse invece un problema ben più complesso, dipinta in modo tale, se l’elettore non è troppo tifoso, che si riduce a un Parlamento, che invece di 950 potenziali delinquenti, ne conterrà “solo” 730: roba da andare in estasi!
L’elezione del Presidente della Repubblica con almeno il 60% dei voti: come no, se poi il 70% i tempi della scelta aumentano ancor di più.
Comunque i lettori si tranquillizzino, votare SI’ è meglio, meglio ancora se qualcuno dei boss della nostra parte tornasse a scuola a reimparare a leggere e far di conto.

Cremona 30 11 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.