Archive for ottobre, 2016

ott 31 2016

tutti i bugiardi sono eguali, 31 10 2016

TUTTI I BUGIARDI SONO EGUALI,
ma qualcuno è meno bugiardo degli altri, tanto per cambiare. Roberto Benigni, intellettuale ridens organico alla sinistra di potere, nel 2012 è su Rai Uno, pagato secondo il merito, immagino, per cantare la “Costituzione più bella del mondo”; nel 2016, non so se pagato o non, è alla corte di Renzi, e ci spiega che buona parte della bellezza di quattro anni prima è da buttare nella carta straccia!
Il tempo, ch’ogni beltà cancella; a volte, incomprensibilmente in fretta…….

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

piccolo mondo antico-centosei 31 10 2016

Published by under costume,cronaca cremonese

PICCOLO MONDO ANTICO – CENTOSEI
Il Documento salute sicurezza è del 26 giugno 2016; pagine 66/67:
—Esito della valutazione del rischio stress:
Al momento il Datore di lavoro non ha ancora raccolto i dati degli ultimi tre anni relativi agli indicatori oggettivi e verificabili di stress lavoro correlato quali eventi sentinella, fattori di contenuto del lavoro, fattori di contesto del lavoro coinvolgendo il RSPP e il RLS nonché il Medico competente e utilizzando la checklist
indicata dalla Commissione Consultiva con Circolare Ministero del Lavoro 1 8 Novembre 2010 recante “Indicazioni necessarie alla valutazione del rischio stress lavoro correlato”
Misure di prevenzione e protezione adottate:
Al momento nessuna in attesa della conclusione della valutazione del rischio.
Inviare al RSPP la checklist INAIL di valutazione del rischio stress lavoro correlato compilato dal Datore di lavoro assieme al RLS—
Sarà una coincidenza, ma appena Vittorio Dotti, responsabile per i lavoratori, comincia a far domande, paffete, la Locci band si inventa una sostituzione che grida vendetta al cospetto dei sindacati, fossero sindacati veri e non la spalla del padrone! Al 26 giugno 2016, dopo tre anni, quindi un periodo addebitabile nella maggior parte a Donna Locci, non certo al professor Carmine Lazzarini. E quando Vittorio Dotti, a maggio 2015, diffonde le risposte al questionario, gli arrivano in cambio le cannonate. Le due voci più significative; alla domanda: insofferenza al lavoro? 17 impiegati del Comune di Castelverde e Uniti insofferenti; alla: coerenza tra obiettivi e prassi operative? dopo un anno di Giunta Locci è di nuovo un 17 contro!
Il Dotti sarebbe un sobillatore di tifosi della Locci band?
I colleghi parlano chiaro, quando possono rifugiarsi dietro l’anonimato della scheda; quando son chiamati ad appello nominale per sconfessare il Dotti, uniti sotto l’insegna del “coraggio scappiamo”, segnano la crocetta nel quadretto giusto, a partire dalla Rsu, che si dimette al gran completo in segno di protesta contro il collega!!
E per oggi chiudo con la solita barzelletta della Locci Story, dal solito Documento salute sicurezza eccetera:
—5.1.2. Agibilità dei locali
Recuperare la dichiarazione di agibilità dei locali. In assenza rilasciarla.—
Il locali del Comune, dove si ricevono anche i cittadini…………………….

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

qualche terremoto è più eguale degli altri 31 10 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

QUALCHE TERREMOTO E’ PIU’ EGUALE DEGLI ALTRI
Renzi: subito i container, poi le casette!
Giusto quel che fece Berlusconi all’Aquila, però lo criticano ancora oggi.

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

archetipi alfabetici-cinque 31 10 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

ARCHETIPI ALFABETICI – CINQUE
A volte la Costanza profitta della storia dell’alfabeto per raccontare quel che più le piace; a proposito della D, ecco che tira fuori:
“L’uomo iniziò a introdurre il latte di un altro animale nella propria alimentazione circa 200.000 anni fa, da quando cioè comparì l’Homo Sapiens che si dedicò ad allevamento e pastorizia. Ciò ha dovuto comportare una mutazione genetica affinché si potesse digerire il lattosio, cioè il disaccaride presente in tale alimento. Visti, però, i dati delle analisi riguardanti il numero di persone ancora intolleranti a latte e latticini (causati dalla mancata persistenza negli adulti dell’enzima della lattasi), la strada per un corretto utilizzo del latte come fonte alimentare sembra ancora lunga…….”
Se è per questo, c’è ancora molta gente intollerante all’uva e ai suoi derivati o, al contrario, fin troppo tollerante; ma va esclusa comunque ogni responsabilità dell’uva!

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

superare l’esame 31 10 2016

SUPERARE L’ESAME
Prima di accomodarsi a tavola:
“Ambiziosa la portata successiva: millefoglie d’anatra con il suo fegato, fichi e nocciole. Un piatto non per tutti, ma capace di regalare al palato sensazioni piene, intense e quasi pungenti”
Superfluo indicare l’esaminatore…………….

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

il capolavoro 31 10 2016

Published by under Striscia La Provincia

IL CAPOLAVORO
Non si sarà riletto, immagino; dal Punto di ieri, Zanolli Pennadoro Vittoriano: -Ognuno tira l’acqua al suo mulino al punto che è azzardato dare credito anche alle fonti indipendenti, ammesso che ve ne siano-

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

la quintessenza della cremonesità-tre 31 10 2016

Published by under costume,cronaca cremonese

LA QUINTESSENZA DELLA CREMONESITA’ – TRE
La Fiera del bovino da latte è, sotto gli occhi di tutti quelli che vogliono usarli, con l’aiuto del cervello, un oggetto; la contesa vera è raggrupparsi per difendere Pivantonio, che fa parte del sistema CCC, la Cremona che conta. Dall’assalto dei barbari, oggi, purtroppo, il solo capitan Voltini; la cosa più strana, la parte attiva di Arvedi, imprenditore vero, e grande, nel sistema CCC; e la conclusione è una sola: la cremonesità prima di tutto. Cioè il carattere che da molto tempo ci separa da Brescia Parma Piacenza Lodi Pavia e perché no, anche Crema!
La Fiera non c’entra, è il Pivantonio di turno che conta, è lui che bisogna difendere, Arvedi in testa; il Consorzio che manca sarebbe sostituito da altre imprese, che si fregherebbero le mani: un concorrente di meno! E invece di chiedersi perché e trarre le conseguenze, le imprese continuano a diminuire, altro che l’assenza del Consorzio! e domandarne ragione a Pivantonio (presidente dal 2003, a Cremona non c’è di meglio), non se ne parla: è capitan Voltini, il risanatore del Consorzio, che deve chinare il capo e farsi da parte! dopo adeguata penitenza!
Chi fa solo il tifo non ci badi; chi si fa domande, legga e rilegga il sito ufficiale di Confagricoltura: scrive di tutto, perfino del Kazakistan oggi, della Fiera di Cremona nulla!

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

contromano 31 10 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

CONTROMANO Fabio Cammalleri, su www.lavocedinewyork.com, spiega, a suo divertente modo (!), l’infortunio stradale dell’intellettuale ridens Benigni Roberto……. —–Benigni lo ha constatato di persona. Se non ha avuto timore di divulgare i suoi commenti alla Divina Commedia, alla Costituzione; se non ha veramente parlato senza capire ciò di cui parlava; se vuole lasciare un segno da uomo e da artista, si faccia sentire, ci parli di sé e dell’errore dell’uomo Benigni.
Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

il dubbio 31 10 2016

IL DUBBIO
Scalfari Eugenio, con discrezione, lo scrive spesso: gli telefonano Papa Francesco, Renzi. Obama; Putin un po’ meno…………………. ma sono davvero loro o è Radio Zanzara?

Cremona 31 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

ott 31 2016

la legge del più forte-trecentoventicinque 30 10 2016

Published by under cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – TRECENTOVENTICINQUE
La Corte territoriale ha attribuito rilevanza decisiva alla circostanza – così acquisita – che lo Iori fosse il destinatario originario delle chiavi, al fine di ritenere che l’imputato fosse sempre rimasto in possesso di (quantomeno) un
esemplare delle stesse, trattenendone uno degli originali ovvero (in alternativa)
facendone un duplicato, in conformità alla sua permanente titolarità dei diritti
dominicali sull’immobile anche dopo averlo messo a disposizione delle esigenze
abitative della Ornesi e della figlia.——- Parole della Cassazione, a conforto di chi si beve un: se i giudici han così deciso, in tre gradi successivi di giudizio, senza manifestare dubbi, così deve essere stato! Per essere un assassino, Maurizio Iori deve aver le chiavi della casa di Claudia Ornesi; la Cassazione conferma: le Corti di merito non han dato la prova, eppure……….
Cremona 30 10 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »