apr 29 2016

la legge del più forte centoquarantuno 29 04 2016

Published by at 9:27 pm under cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – CENTOQUARANTUNO
Cinque minuti di Quarto Grado, l’avvocato Claudio Salvagni, difensore di Massimo Bossetti: “non faccio pronostici sul processo, ma comunque vada si vince in Appello e Cassazione; contro Bossetti c’è solo un mezzo Dna, poi il nulla, solo lo sforzo continuo di piegare tutto contro di lui”.
Contro Maurizio Iori non c’era nemmeno il mezzo Dna, eppure sono arrivati tre ergastoli consecutivi, senza incertezze.
Da L’Huffington Post:
—Il premier Matteo Renzi dice che ci sono molte inchieste e poche sentenze, e il neo presidente dell’Anm Piercamillo Davigo, risponde “certo, perché c’é la prescrizione”: così Davigo ha chiarito la sua posizione intervenendo a Otto e mezzo su La7 e rispondendo alle domande in studio. Il magistrato poi sottolinea che “la prescrizione è indispensabile, ma fino al processo. Acquisite le prove, non si capisce perché debba continuare a decorrere. Il problema è che nel nostro paese decorre anche dopo la condanna in primo grado. Ed è una stravaganza italiana”. E “io sono d’accordo, a titolo personale perché non ho ancora consultato la giunta esecutiva centrale, che debbano essere introdotti filtri maggiori rispetto al rinvio a giudizio”.— Il problema della Giustizia, secondo Davigo, sarebbe risolto se il cittadino imputato fosse a disposizione tutta la vita, con o senza sforzo di piegare tutto contro di lui…..
Cremona 29 04 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.