Archive for gennaio, 2016

gen 31 2016

la legge del più forte-cinquantadue 31 01 2016

Published by under cronaca cremonese,Giudici

LA LEGGE DEL PIU’ FORTE – CINQUANTADUE
Prima della sentenza di Cremona ero certo: lo assolvono. Alle altre due la testa era sempre certa, il cuore temeva. Di Cremona e Brescia ho commentato in abbondanza le si fa per dire ragioni, dalla sfera di cristallo alla pastiglia che si disfa perché la Scientifica non è capace di farla viaggiare bene da Crema a Milano; della Cassazione, cui sono andate bene le prime due sentenze, so ancora nulla, sono davvero curioso che via abbia trovato. Certo che rispondere no alle ragioni della Difesa, prendendo i fatti per quel che sono, bisogna saperne tre o quattro più del diavolo. Ecco il prologo di Bontempi e Padovani:
“Il ricorso ha per oggetto i seguenti capi e punti della sentenza impugnata:
–la individuazione della prima condotta omicidiaria consistente nella somministrazione, senza che le vittime si accorgessero e quindi a loro insaputa, di una considerevole quantità di Xanax ( più una piccola quantità di Valium per Claudia Ornesi); somministrazione avvenuta, secondo la sentenza, in forma liquida, nonostante il ritrovamento di blisters vuoti di pastiglie e di un esemplare nel lettino di Livia, con rivestimento esterno in ceralacca in via di sfaldamento e con accertato Dna della bambina; nonostante, altresì, il ritrovamento di una-due tracce di Dna di Claudia su un blister di Xanax; nonostante, infine, l’esito negativo dell’alcoltest in Livia, prova inequivoca del fatto che alla bambina non fu somministrato lo Xanax in forma liquida, ma le fu dato in pastiglie;
–La individuazione della seconda condotta omicidiaria, consistente nella erogazione di gas butano-propano direttamente nelle vie aeree delle vittime, così da cagionare una morte da confinamento e di tipo asfittico; nonostante l’accertamento di elevati valori di gas butano-propano nel sangue, nei tessuti e negli organi di Claudia e Livia, prova inequivoca del fatto che vi fu una esposizione prolungata al gas e non breve e intensa come da confinamento;
–la spiegazione del fatto che non ci sono tracce (Dna e impronte digitali) di Iori sulla scena del delitto, giungendo alla conclusione, illogica e smentita dalle prove tecniche, che fu l’imputato a cancellare quasi tutte le proprie tracce, senza porsi il problema di quando sono state cercate, di che cosa è stato raccolto, di quanto tempo era passato, di quanto durano le tracce nonché del fatto che non furono trovati segni di cancellazione che inevitabilmente sarebbero stati scoperti se l’imputato avesse proceduto ad una rudimentale opera di cancellazione;
–il ritenuto possesso da parte dell’imputato, indispensabile per l’attribuzione al medesimo dei delitti, di almeno un esemplare della chiave d’ingresso nell’appartamento di Claudia Ornesi.”
Difficili da smontare? Basta il potere del giudice italiano….

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

osservazioni di un associato-quattrocentodiciotto 31 01 2016

OSSERVAZIONI DI UN ASSOCIATO – QUATTROCENTODICIOTTO
Dal sito romano di Confagricoltura; alleanza strategica coi giornalisti del Gambero Rosso, nati una trentina d’anni fa, non da millenni come gli agricoltori. Rileggo e ogni giorno son sempre più stupefatto; ecco Paolo Cuccia, presidente del Gambero Rosso:
—E’ per questo motivo che è nata l’alleanza tra il mondo della produzione che fa riferimento a Confagricoltura ed il Gambero Rosso nel campo della formazione. Voglio per altro ricordare che all’inizio di quest’anno, in cui ricorre il trentennale della fondazione Gambero Rosso, abbiamo pubblicato la prima guida italiana del Top Italian Food agricolo e agroalimentare al servizio delle imprese che per qualità e imprenditorialità dimostrano la forza del made in Italy.— Cioè vengono a correggere i compiti, i giornalisti, e gli agricoltori non solo lo permettono, ma se ne vantano! Ma quando tornerete a fare sindacato vero, amici agricoltori veri della Libera, cioè la maggioranza? E ciucciatevi anche il resto, dai vostri padroni di Confagricoltura romana: Enapra, che da oltre 50 anni si occupa di formazione ricerca innovazione, va a scuola dal Gambero, e se ne fa vanto!
—Partner tecnico dell’iniziativa è l’Enapra, l’Ente di formazione di Confagricoltura, che da oltre 50 anni si occupa di formazione, ricerca e innovazione in agricoltura. Questi primi workshop – osserva Luca Brondelli di Brondello, presidente Enapra – sono l’inizio di un percorso più ampio che intende costruire una offerta formativa stabile e integrata a supporto delle aziende agricole e agroalimentari italiane. Gambero Rosso, ANGA e Enapra, verificati insieme fabbisogni formativi, stanno progettando una serie di format a disposizione delle aziende in modo flessibile e innovativo. Uno strumento decisivo per consentire alle aziende di fruire di questi strumenti sarà il FOR.AGRI, Fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua in agricoltura, che mette a disposizione delle aziende agricole e agroalimentari che aderiscono gli strumenti di finanziamento idonei.— Come è giusto, il Gambero Rosso verrà anche pagato, coi soldi degli agricoltori aderenti a Confagricoltura! Guidimario il Banchiere sì, è uno che se ne intende! Ma torniamo ai nostri spiccioli cremonesi: Boselli Antonio ha sparso incenso e parole di conforto, tutto va quasi bene, Madama la Marchesa, i conti tornano e se non tornano subito, torneranno, visto il buon lavoro che damigel Filippini sta svolgendo alla Provincia fin che c’è; ma la sua posizione, che è ben pagata, sempre coi vostri soldi, oltre l’incenso, prevede la soluzione di problemi pratici, che Boselli stesso presenta quando, spargendo incenso, allude al risanamento della situazione pregressa, cioè al minimo i 22 milioni di debito confermati dall’economista Sorrentino: vi ha mai detto, (lo so, sono un provocatore, non l’ha mai detto e nessuno di voi l’ha chiesto) chi ha causato i 22, per quali motivi, se ha studiato assieme ai legali l’eventuale azione di responsabilità eccetera? Non è cosa da poco, quando avete deciso di allontanare Mario Maestroni i 22 non c’erano, e vi assicuro, non son stato io a crearli. Ne ho scritto e basta, nel vostro interesse. E al male a volte segue il peggio; diamo il caso che le indagini della Procura portino all’esito che si mormora, arrivassero montagne di sanzioni, il Boselli Antonio vi ha detto come e chi le paga?
Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

berlusconi incorreggibile bugiardo 31 01 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

BERLUSCONI INCORREGGIBILE BUGIARDO
Come ovviare agli articoli 29/31 della Costituzione che prevedono il solo matrimonio naturale? Semplice, e la senatrice Cirinnà ha svelato l’uovo di Colombo, basta chiamare il matrimonio strano: unione civile.

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

quando mi vengono i dubbi 31 01 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

QUANDO MI VENGONO I DUBBI
Titolo sul Giornale on line:
–Si rivede il centro destra: questa è l’Italia migliore noi uniti per difenderla–
Ma, quando la foto più diffusa mostra fianco a fianco Giovanardi Gasparri Quagliariello che spiegano: “siamo i tre tenori del Family Day”, perfino un vecchio liberale come me d’istinto pensa: dove ho sbagliato?

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

paese che vai usanze che trovi 31 01 2016

Published by under costume,cronaca internazionale

PAESE CHE VAI USANZE CHE TROVI Sotto, dalla Stampa on line. Se ho capito bene la Clinton, per comodità, immagino, ha usato la sua mail privata invece di quella ufficiale per passare documenti pubblici, forse segreti, e perciò rischia la carriera politica…. —L’elefante nella stanza, come dicono gli americani, resta nascosto dietro le quinte. Hillary non fa neppure un cenno al caso della mail privata usata da segretario di Stato, che potrebbe deragliare la sua campagna presidenziale, quando sale sul palco del suo comizio all’Iowa State University. Eppure i suoi consiglieri si agitano solo su questo fronte: «Anche ammesso – dicono – che tra quei messaggi ci fossero informazioni top secret, lei non lo sapeva e non è responsabile. L’elefante nella stanza però è lo scandalo delle sue mail, dove secondo le ammissioni del dipartimento di Stato c’erano informazioni top secret. Potrebbe essere un reato averle fatte circolare, ma un membro della sua campagna spiega: «Primo: non è lei che ha mandato quei messaggi, e quindi non può essere responsabile di averli ricevuti. Secondo: non è lei che ha tolto il marchio top secret dalle mail per farle circolare. Terzo: l’accusa non vale, se la segretezza dei contenuti è retroattiva. Se allora quelle informazioni non erano top secret, e adesso lo sono diventate, non si può incolpare lei. Quarto: come mai queste rivelazioni arrivano proprio adesso, alla vigilia dei caucus?». Giusto, ma questa sarebbe una domanda da porre ai suoi colleghi democratici, visto che le rivelazioni vengono proprio dall’amministrazione che un tempo aveva servito.—
Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

suggestioni 31 01 2016

Published by under costume,turismo

SUGGESTIONI
Al centro di piazza Bentivoglio con Enrico Pirondini, penso a Vienna dopo il crollo dell’impero austro-ungarico: grande capitale in piccolo Stato, ma, mentre a Vienna ha provveduto la Storia, i regni sono argilla, mi sembra in Antonio e Cleopatra, che non si può fermare, mi chiedo come in un paese ch’è sempre stato piccolo, Gualtieri, possa esser nata una piazza tanto maestosa, a cominciare dalle dimensioni, cento metri per lato. Poi, siccome naturale darci una spiegazione a tutto, che basti calmare noi, ricordo la vicina Guastalla, ancor più monumentale, quasi un palco di teatro che voglia stimolare la fantasia del pubblico, e mi dico: qui, nel corso dei secoli, ha vissuto gente determinata, fino alla ferocia…..

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

la ragion di stato, anche religioso 31 01 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

LA RAGION DI STATO, ANCHE RELIGIOSO
Mi ripeto, generi diversi, ma è una bella lotta tra gli editoriali della domenica di Zanolli Pennadoro Vittoriano sulla Provincia fin che c’è, il famoso Punto, e di Scalfari Eugenio su Repubblica. Certo, Pennadoro è di una comicità immediata, Scalfari devi pensarci un attimo: in comune, il mondo è quello che dicono loro. Qui sotto, da Repubblica on line di oggi; se realmente è andata così, Renzi che fa coprire le statue è un’innocentino………..
—-Non dimentichiamo però la visita alla sinagoga di Roma di papa Francesco e l’incontro con Rouhani al Palazzo Apostolico il 26 scorso. Il comunicato emesso con l’accordo delle due parti dice così: «Durante il colloquio si sono evidenziati i valori spirituali comuni e si è poi fatto riferimento ai buoni rapporti tra la Santa Sede e la Repubblica Islamica dell’Iran. Si è altresì rivelato l’importante ruolo che l’Iran svolge, insieme ad altri Paesi della Regione per promuovere adeguate soluzioni politiche ai problemi che affliggono il Medio Oriente contrastando la diffusione del terrorismo. Al riguardo è stata ricordata l’importanza del dialogo interreligioso e la responsabilità delle comunità religiose nel promuovere la tolleranza e la pace»—

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

chi ha fretta vada adagio 31 01 2016

Published by under Giudici

CHI HA FRETTA VADA ADAGIO
L’inaugurazione dell’anno giudiziario a fine gennaio la dice lunga; a medio termine, facile immaginarla sotto Pasqua, sempre che non intervenga la prescrizione, causata dagli altri!

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

equazioni a sinistra 31 01 2016

Published by under costume,cronaca nazionale

EQUAZIONI A SINISTRA
Se un clandestino ruba, vietato concludere che i clandestini rubino; se in un matrimonio i figli son maltrattati, il matrimonio non è una garanzia!

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

gen 31 2016

lasciate gli atleti vengano a me 31 01 2016

Published by under costume,cronaca cremonese

LASCIATE GLI ATLETI VENGANO A ME
Galimberti continua a nascondersi dietro Mauro Platé: dopo quattro giorni non s’è ancora degnato di informare i cittadini su quali siano gli ostacoli che impediscono la finale Champions di pallavolo a Cremona; quando le ragazze Pomì la giocheranno in un’altra città, ci risparmi almeno le forze oscure o il passato che frenano il Rinascimento: gli bastino le onde blu di corso Garibaldi o il Boccaccino in cartapesta dietro il Duomo, perfettamente alla sua altezza morale e intellettuale.

Cremona 31 01 2016 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Next »