set 30 2015

cibo vero e buono 30 09 2015

Published by at 6:56 am under cronaca cremonese

CIBO VERO E BUONO Claudio Rambelli, di Slow Food Cremona, che domenica 4 ottobre, coi suoi prodi, ci aspetta ai Giardini Pubblici per convincere che, se il cibo è un obbligo biologico, può anche divertire, aggiunge il commento sotto. ——Secondo un recente studio presentato da Coldiretti, gli under 35 occupati in agricoltura quest’anno saranno il 12% in più. Il dato è confortante, soprattutto in un momento in cui l’occupazione stenta a decollare e molti settori produttivi non sono ancora usciti compiutamente dalla crisi. Non bisogna tuttavia farsi ingannare, perché se l’agricoltura giovanile è in espansione, non è però priva di problemi che troppo spesso non consentono di costruire percorsi di vita soddisfacenti, non solo in Italia ma in tutto il mondo. In particolare a soffrire sono i produttori di piccola scala, coloro che hanno appezzamenti di terra ridotti e che puntano sulla produzione di qualità, attenta a territorio, ambiente e varietà autoctone. Sono in difficoltà perché il mercato non li remunera adeguatamente, perché prezzi troppo bassi insieme a una burocrazia che richiede molte ore di lavoro anche fuori dai campi li privano delle risorse necessarie per vivere bene del lavoro della terra. E nello stesso tempo sono proprio loro ad avere in ogni angolo del mondo l’entusiasmo e la forza per resistere al land grabbing o all’imposizione di monocolture che distruggono la biodiversità e le produzioni tradizionali, spingendo ampie fette di popolazione ad abbandonare le campagne. Ma non devono essere soli, devono sapere di essere in molti e di avere al loro fianco milioni di persone che con le proprie scelte vogliono sostenerli. Di questi temi e delle loro molte declinazioni si parlerà anche in occasione di Terra Madre Giovani – We Feed the Planet (Milano, 3-6 ottobre 2015), una grande riunione che vedrà 2500 contadini e produttori da 120 paesi del mondo, tutti sotto i 40 anni, ragionare insieme per cercare soluzioni e proposte da condividere con quei cittadini e quegli attivisti che vogliono avere un ruolo nel futuro del sistema alimentare. Senza agricoltura non c’è futuro per il nostro cibo, ma senza giovani non c’è futuro per la nostra agricoltura. Slow Food Italia
Cremona 30 09 2015 www.flaminiocozzaglio.info flcozzaglio@gmail.com

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.