lug 31 2015

continuano a non capire 31 07 2015

Published by at 2:30 pm under costume,cronaca nazionale,Giudici

CONTINUANO A NON CAPIRE
Caso Azzollini. Corriere di oggi, Luciano Violante, uno che a volte non sembra nemmeno comunista, alla domanda:
-Ha visto il “pasticciaccio” in Senato del voto Pd su Antonio Azzollini di Ncd?
-Quando si deve votare sulla libertà personale di qualcuno, riterrei giusto non dare indicazioni di gruppo e lasciare libero il voto di coscienza.
Sul grande palco della recita pubblica: tutto, tranne l’essenziale, il vero, cioè l’esame del potere senza limiti che troppi giudici si attribuiscono, in spregio alla legge, di togliere la libertà al cittadino; un caso diventato famoso, ma non quanto serviva, Silvio Scaglia.
Nel caso Azzollini si biasima un privilegio fragile, l’essere in Parlamento, e non si vede uno terribile, agire ritenendosi al di sopra della legge. Sempre dal Corriere:
“La Procura accusa Azzollini di aver preso illecitamente il potere della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza, che gestiva l’ex ospedale psichiatrico di Bisceglie e di aver poi abusato del suo ruolo di presidente della Commissione bilancio (lo era da 11 anni, n.d.r.) per far varare norme che agevolassero l’ente ecclesiastico.”
Ripeto ancora ciò che ho scritto ieri, Azzollini potrebbe essere colpevole di quanto la Procura lo accusa, ma il carcere lo dà la sentenza passata in giudicato, dice la legge, non il Procuratore di turno che stabilisce volta per volta, oppure tutto assieme, che il cittadino Tal dei Tali potrebbe inquinare le prove, fuggire, ripetere il delitto, per sue idee astratte. Quante volte abbiamo letto per esempio, a sostegno della mia tesi che dovrebbe essere di tutti, oggi a Azzollini e per fortuna se ne parla, domani a noi nel silenzio e nell’indifferenza generale: il Procuratore ha disposto l’arresto dell’indagato, che interrogherà tra una settimana, e dopo venti giorni l’indagato torna a casa. Se venti giorni prima v’era la certezza che inquinasse le prove, fuggisse, ripetesse il delitto, com’è che la certezza è sparita?

Ceriana 31 07 2015 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.