Archive for novembre, 2014

nov 30 2014

sono un ragazzo terribile 30 11 2014

SONO UN RAGAZZO TERRIBILE
Titolo di www.artventuno.it, il nuovo online di Centenari&Guazzi&Tamburini:
Tra tagli e incertezze, le Province non sanno da che parte voltarsi
Anche quella di corso Vittorio Emanuele? allora la crisi è davvero tremenda!

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

j’accuse-trecentoquattordici 30 11 2014

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – TRECENTOQUATTORDICI
Credo ci sia l’accordo: non c’è deterrente più efficace dell’esser messi in ridicolo.
Proviamo a immaginare uno spettacolo che giri l’Italia, Tv giornali radio piazze teatri, dove gli attori illustrano come certi giudici, con foto nome cognome indirizzo, impastano certe sentenze strane. In modo sia chiaro agli italiani non il tanto strombazzato valore di “Giustizia”, che essi mettono davanti in mezzo a commento del come svolgono la loro funzione, perché serva ad avvicinarli a Dio quindi ingiudicabili da noi; responsabilità civile? ma non scherziamo, intralcia la “Giustizia”; ma come ci arrivano!
Immaginiamo le controfigure di Massa Pio, prima, Fischetti Enrico e Vacchiano Massimo, poi, mentre recitano la scena di un teste fondamentale per l’ergastolo a Maurizio Iori, il vicino di casa Nicola Fiameni: i tre sono certi, e lo spiegano non dal chiuso dell’Aula ma dai canali Rai, Mediaset eccetera, che Fiameni dal piano di sopra, stanza non in colonna, distingue in mezzo all’odore del gas delle 4 bombolette, che viene dal piano di sotto dove c’è Claudia Ornesi, quello di due sacchetti di plastica nuovi che Maurizio Iori ha usato per accelerare l’asfissia!
Roba che nemmeno il Sabelli Rodolfo di turno tenterebbe giustificare! I tre, segnati a dito dopo l’improvvisa e meritata notorietà, dubito troverebbero il coraggio di uscire di casa.
E Nicola Fiameni non è il primo cane da tartufo da mettere in scena, grazie alla sceneggiatura dei tre in toga forte e giusta; ricordo ancora una volta Claudia che il 16 luglio, mischiate all’insalata di riso, distingue il sapore strano di dieci gocce di Valium che semplicemente, quando va a letto, la fanno dormire più saporitamente del solito; e quattro giorni dopo, insisto: quattro! manda giù di nuovo la stessa quantità di Valium e la valanga di Xanax che, altro dormire più saporitamente, la stecchisce quasi all’istante; e manda giù sto po’ po’ di roba non in un cibo dai sapori forti come l’insalata di riso estiva, ma quasi a digiuno, forse in un aperitivo, forse in tre bocconi di sushi e, i tre in toga forte e giusta sostengono, manda giù senza accorgersi di niente!
Poi c’è chi sostiene, sempre tra i ranghi della magistratura italiana, che il giudice non abbia tutti i poteri indispensabili per arrivare a una Giustizia piena, per la soddisfazione del popolo: ma un potere simile, tanto vicino al principio di non contraddizione, non l’ha nemmeno Dio. Di alcuna religione, a partire da Giove Olimpio. Andiamo avanti, a conferma della correttezza dei ricordi di Nicola Fiameni, secondo la Corte di Brescia, pagina 156:
“Né appare possibile dubitare che quell’odore di gas sia da mettere in relazione con l’effettiva inalazione mortale sul presupposto che tale correlazione sarebbe incompatibile con quanto riferito dal Fiameni in ordine al fatto di aver sentito una voce di donna che stava discutendo animatamente. Vale, infatti, osservare che il teste, non solo non ha mai riferito l’orario esatto in cui sarebbe avvenuta tale discussione, ma neppure ha saputo mai precisare né alla polizia giudiziaria, né in dibattimento, se quella voce di donna l’avesse sentita nel corso della sera del 20 luglio o in un’altra serata.”
Allora, andiamo con ordine, perché il particolare della voce è importante sia per il fatto in sé, se Claudia urla, proprio come dice Iori, alla notizia del matrimonio con l’altra, vuol dire che alle 22 circa è ancora viva e Iori a cena non le ha propinato nulla, ma soprattutto per la ferocia con cui ogni cosa viene indirizzata al: Maurizio Iori è colpevole, le prove prima o poi giungeranno. Ecco che dice Fiameni il 28 luglio 2011 alla Polizia giudiziaria, pagine 39/40 dell’ordinanza del dottor Gip:
“Posso poi riferire un particolare che mi è venuto in mente ma che faccio fatica a collocare temporalmente anche se molto probabilmente è avvenuto quella sera stessa…….potrebbe anche essere che si tratti di quella sera e che la mia attenzione fosse più elevata proprio per quei motivi.”
Ecco la “traduzione commento” della Polizia:
“L’uomo poi accenna ad una lite che non riesce a collocare temporalmente, ma che non esclude possa essersi verificata proprio quella sera.”
Il “probabilmente” di Fiameni diventa subito un “non esclude”, poi il tempo, gran medico, fa il resto per la premiata coppia Fischetti&Vacchiano.

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

vent’anni dopo 30 11 2014

Published by under costume,cronaca nazionale

VENT”ANNI DOPO
Come i tre moschettieri, più D’Artagnan. Però faccia qualcosa di diverso, il Berlusca, le capacità non gli mancano. Dal Corriere on line: —Sul tema della casa, caro a FI, il leader del partito ha annunciato: «Propongo che per sei mesi sulle compravendite delle case non ci siano imposte da pagare». E ha spiegato: «La casa è qualcosa di sacro», tassarla «va contro la regola aurea della crescita e del benessere». «E sul reddito ci sarà una “flat tax” che presenterò mercoledì: il 20 per centro di reddito per ciascuna famiglia»— Non è questo il problema, il debito pubblico va abbattuto: bisogna stabilire come e da chi; cambiar nome alle tasse è roba da gesuiti e comunisti, non da liberali.

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

pennadoro alza la cresta 30 11 2014

PENNADORO ALZA LA CRESTA
E stavolta ha ragione. Primo titolo della Stampa on line alle 09 30:
Disoccupazione mai così alta nella storia
L’Italia attraversa la peggior crisi dal 1861
Peggior crisi, a parte qualche guerra……..

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

solo come un cane 30 11 2014

Published by under barzellette

SOLO COME UN CANE
A volte asfissiante, oggi mi ha abbandonato anche lei; forse quando ho lasciato la finestra aperta. Unica mosca sopravvissuta all’estate, mi ha infastidito per almeno dieci giorni, qualsiasi cosa facessi. Mica stupida, si è accorta che invece di prender la paletta e stecchirla, mi limitavo ad agitar la mano…..

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

destra è peccato 30 11 2014

Published by under costume,cronaca nazionale

DESTRA E’ PECCATO
Prima i titoli, poi all’interno, a volte, la spiegazione:
Casa Pound blocca i bimbi rom Impedito il loro ingresso a scuola
A Roma. E’ la Stampa di ieri. Quando li fan parlare, quelli di Casa Pound spiegano che non è vero, ma per comodità di racconto facciamo che mentano. Però anche un po’ di statistica. Quante volte sono i gruppi di destra a impedire l’esercizio di un diritto ai cittadini, e quante i gruppi di sinistra? Perché gli uni son sempre delinquenti, gli altri quasi sempre manifestanti?

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

piccolo grande segno 30 11 2014

Published by under cronaca nazionale

PICCOLO GRANDE SEGNO
Siamo già il Paese della benzina più cara; da giugno, scrive il Corriere, il prezzo del petrolio è calato del 33%, quello della benzina quasi invariato. Il Renzi di turno, come tutti i predecessori, invece di dieci discorsi dalla montagna al giorno, faccia vedere coi fatti se ha più a cuore i bilanci di dieci compagnie petrolifere o di 60 milioni di italiani.

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

l’ordine esatto 30 11 2014

Published by under cronaca nazionale,Giudici

L’ORDINE ESATTO
Che poi mi sembra previsto dalla Costituzione, anche se, ammetto, si può “interpretare” tutto, quindi io come il più sporco dei gesuiti o dei politici: prima la libertà del cittadino, di un soffio ma prima; poi la macchina dello Stato.
Quindi esatto punire chi infrange la legge, ma non che l’imputato, colpevole/innocente si saprà alla fine, debba stare a disposizione del giudizio: sia il giudizio a compiersi in fretta!
Allungare i termini della prescrizione, già lunghissimi e non ce ne accorgiamo perché ormai abituali, equivale a punire in ogni caso, colpevoli o innocenti che si sia.

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

competenze certificate 30 11 2014

COMPETENZE CERTIFICATE
—Si è trattato di nomine condivise, che hanno portato delle tensioni all’interno della maggioranza, che però abbiamo saputo gestire – ha detto il sindaco Gianluca Galimberti, presentando i nuovi Cda -. C’è stata forte condivisione e un’accurata analisi dei curriculum. Abbiamo voluto valutare una pluralità di competenze.— E’ il Galimba che spiega a www.cremonaoggi.it, il miglior informatore cittadino, la scelta dei Consigli di Fondazione Città di Cremona e Cremona Solidale; a fianco, le schede dei vincitori, che mostrano “la pluralità di competenze”. Un’occhiata alla Fondazione. Competenze in relazione agli obiettivi dell’Ente. Che sono amministrare un patrimonio, in gran parte immobiliare. Vediamole. Giancarlo Bosio, medico Paola Romagnoli, insegnante di sostegno Giancarlo Storti, sindacalista Tre su cinque. Che non risulta abbiano fatto altro, in vita loro. Caro Galimba, non era più semplice e leale fermarsi al: abbiamo saputo gestire le tensioni?
Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

nov 30 2014

la verità gli fa male 30 11 2014

LA VERITA’ GLI FA MALE
Prima di PubliA, l’ultima, freschissima. Damigel Filippini, con cautela, si sta rialzando dall’inginocchiatoio, vuol chiarire il mistero della lettera anonima in dieci accuse che da un mese circola per Cremona, suscitando l’incredulità della gente che in Libera possa accadere quanto descritto, senza che i consiglieri sentano l’obbligo, se non di impedire, di avvisare i 3mila soci.
Per motivi di delicatezza, damigel Filippini non disturba Pivantonio, ma va da un “personaggio” della Libera che lui stima sappia.
-Lei per caso ha sentito di quella lettera……
-Certo. L’ha letta anche il gatto.
-Ma…..ci sarebbe qualcosa di vero?
-Tutto!
Damigel Filippini, pieno di paura di dover pagare di tasca sua, anche l’omissione può creare dei guai, quanto meno il rimborso dei danni alla Libera, prima cosa per farsi coraggio scende al Pierrot e si cocca tre Martini in successione. Poi risale, un filo rinfrancato: il Martini, è noto, cambia anche i colori. Forse ha capito male, forse il primo personaggio è solo maligno. Damigel Filippini ne intervista un altro.
-Lei per caso ha sentito di quella lettera……
-Certo. L’ha letta anche il gatto.
-Ma…..ci sarebbe qualcosa di vero?
-Tutto!
Il Martini può fare quasi miracoli, ma fino a un certo punto, che se superi, di lettere te ne fa vedere anche due, con le conseguenze immaginabili. A proposito di due, damigel Filippini, io ho sempre sul tavolo l’altra lettera, anonima, di cui avevo scritto giorni fa; le interessasse in visione anche quella, che descrive sempre fatti gravi e rituali in Libera, non ha che da chiedere: bussate e vi sarà aperto!
Adesso torniamo alla relazione su PubliA, e se si sente fragile e sta in poltrona, sotto col Martini, damigel Filippini, e si ricordi, Martini o no, il secondo comma dell’art. 40 del codice penale: non impedire un evento, che si ha l’obbligo giuridico di impedire, equivale a cagionarlo.
“Nel 2014 si registra un lieve calo sulla pubblicità locale (-3%) e un forte decremento sulla nazionale (-25%). Si registrano economie per l’interruzione del rapporto col sig. (omissis) (compensi e rimborsi) e revisione di contratti di manutenzione: circa 300mila euro. Sono stati effettuati due licenziamenti per la chiusura del telemarketing, altre economie derivanti dal costo del personale potranno essere operate. La gestione di PubliAEventi ha generato una perdita media negli ultimi anni di oltre 100mila euro l’anno.”
Chi si diverte leggendo la Provincia fin che c’è ricorda il duetto di mercoledì tra Silvio Lacchini, importante proprietario di alberghi in Cremona, e Pennadoro: avanti con gli eventi! Soprattutto Le Corde dell’Anima, tanto pagano, e non lo sanno, i tremila soci della Libera!

Cremona 30 11 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Next »