Archive for giugno, 2014

giu 30 2014

j’accuse-centosessantadue 30 06 2014

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – CENTOSESSANTADUE
Visto il successo nel calcio, un grande proprietario di strumenti di comunicazione come Silvio Berlusconi, invece di continuare a insultare i giudici (per me: non si insulta nessuno, è molto più facile, corretto e accettato prendere per altro verso, il repertorio è ampio, dalla battuta lieve alla satira urticante), dovrebbe prendere i loro atti, i più lontani da lui, per essere meglio della moglie di Cesare, e sottoporli alla moviola! Pensate, cari lettori, alla condanna vivisezionata dei grandi tecnici che non han saputo prevedere il terremoto dell’Aquila, messa in scena e spedita in tutto il mondo, che non ridano solo delle barzellette spinte di Berlusconi, specie in Giappone.
Ma ormai anche se leggo e commento di tutto, impressionanti le analogie col caso Yara dove le prove, se confrontate con quelle che non ci sono nel caso Iori, sono al servizio della sentenza non della verità, l’unico processo che conosco fin nei minimi dettagli è il nostro solito, delle 95 pastiglie di Xanax, propinate alla rocambole da Maurizio Iori. Ed è buffo confrontare il primo atto completo e che ha una sorta di definitività, l’ordinanza di convalida del dottor Gip, con le 97 paginette di Massa Pio: sembrano l’una lo sviluppo dell’altra, come presumibilmente quella che sta scrivendo Vacchiano Massimo, e per un motivo logico comprensibile temo, per la condanna serve inventare, che non è facile come sembra, perché i fatti mancano, e allora tanto vale, una specie di copia incolla, lavorare sull’esistente.
Se movioliamo tutto, a partire dall’inizio, senza ingoiare alla rinfusa perché ogni giorno riceviamo troppi messaggi, credo che mancheremmo di rispetto al dolore enorme che sta prima del racconto, ridendo a crepapelle, perché il racconto riesce a farci dimenticare i fatti. Uno legge dell’affermato oculista che uccide la figlia e l’ex amante ma più di tanto non si ferma, perché nella stessa pagina ci sono notizie che lo interessano di più, quindi, per l’interesse che ne ha, dà per scontato che così sia successo, perché succede, ahinoi, e sorvola sui motivi. Che i giudici a norma di legge non hanno obbligo di individuare ma che nel nostro caso, alla ricerca della perfezione, vogliono mostrare aver trovato. E’ impressionante come Massa Pio, un anno dopo, col tempo e i mezzi per farsi un’idea propria, abbia tenuta per vera la versione affrettata del dottor Gip, pagina 118:
“Il contenuto della lettera scritta da Claudia e ricopiata dalla madre su un’agenda e consegnata a questi Uffici appare piuttosto grave e destabilizzante per la vita di Maurizio Iori, una vita fatta di altre vite parallele e segreti di cui era molto geloso per timore di ripercussioni personali, familiari e d’immagine. Certamente la consegna della lettera avvenuta intorno al 12 di luglio ha alterato gli equilibri che Maurizio Iori si era faticosamente costruito negli anni e che rischiavano di saltare a causa della presa di coscienza di Claudia. Verosimilmente in una persona equilibrata questo forse non sarebbe sufficiente come movente per un omicidio così efferato ma Maurizio Iori è una persona equilibrata o è una persona che soffre di turbe psichiche? Questo potrà essere verificato da uno specialista.”
Movioliamo il pezzo, stringendo, potrei scrivere pagine su pagine; al momento dell’arresto non c’è l’esito di alcuna prova, nemmeno l’autopsia, e gli indizi sono: Iori ha negato d’aver comprato le bombole e d’essere stato a cena da Claudia, i corpi erano nella stessa stanza ma in letti diversi, nell’ordinanza son racchiuse le registrazioni di telefonate e vengon tenute buone solo quelle contro. Basta, e allora vien in soccorso la lettera, dove si dan per certi elementi immaginari sull’intimo di Iori, per concludere che potrebbe essere un assassino se fosse persona che soffre di turbe psichiche, stato che dovrà!! essere verificato da uno specialista e, tanto per la cronaca, sarà lo psicologo del carcere, che lo trova del tutto normale e con aggressività zero! Intanto, nel dubbio, dentro!
Provi il Berlusca a mettere in scena a Canale 5 questa prodezza del signor giudice che tutto può, e magari anche i suoi non elettori si convincono che le cose non sempre sono come le raccontano i giudici.
Domani il cappello che Massa Pio appoggia sulla lettera, anche per lui unico movente.

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

a tutto veleno 30 06 2014

Published by under Striscia La Provincia

A TUTTO VELENO
“L’Italia è il Paese dei prepotenti, delle scorciatoie e dei paradossi e la questione dell’autovelox di Cremona ne è lo specchio fedele.”
Parole che sembrano uscite di bocca al dottor Pivantonio e quindi obbligatoriamente al centro del Punto domenicale di Pennadoro, che per la 28ma volta scrive contro l’autovelox di via Persico: coraggio sindaco ora agisca!
Pennadoro, sembra certo, è uno dei cinque prepensionati di settembre: amici agricoltori di buon senso della Libera, ce ne sono tanti, checché ne dicano i maldicenti, vi rendete conto che ogni giorno che passa, da qui a settembre, per un motivo o per l’altro vi fate nemici e perdete lettori e che di questi tempi perdere lettori è facile, recuperarli è come recuperare gli amici?

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

gli è dovuta sfuggire 30 06 2014

GLI E’ DOVUTA SFUGGIRE
Boccheggianti come sono, alla Provincia, quotidiano di Cremona fin che c’è, aspettano in grazia di dio qualsiasi forma di pubblicità, anche la meno condivisa, purché paghi. Possibilmente sull’unghia. Come è il caso della Fondazione La Pace, che profitta della coincidenza dell’inaugurazione per ricordare il 50° di sacerdozio del Vescovo Dante: mezza pagina!!
A colori; cinque foto; in quattro, che rospone tocca ingoiare a Pivantonio&Pennadoro, in evidenza, l’artefice del restauro, il presidente della Fondazione, Umberto Lonardi!

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

meteo 30 06 2014

Published by under cronaca cremonese

METEO
Non diamo, noi della grande destra di Cremona, sempre la colpa ai cattivi della Lega che preferiscono perdere piuttosto che trattare con noi: va bene Andrea Sozzi, uomo e atleta di valore, vice presidente del Consiglio comunale, carica che come d’uso spetta alla minoranza, ma almeno la cortesia di chiedere il parere della Lega, minoranza anch’essa, e non appestata………

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

dica 21 30 06 2014

DICA 21
La Provincia, si sa, è la Provincia diretta da Zanolli Pennadoro Vittoriano, con editore Pivantonio, ma che non si rendano conto, editore&direttore, che far passare per vittima una famiglia che in via Persico prende in pochi giorni 21 multe, totale 2mila euro, è al di là dell’immaginabile: una volta passi, ci hai provato è andata male, due, ti sei dimenticato e succede, ma 21 vuol dire fregarsene, tanto più che l’autovelox in zona è più seguito dei mondiali di calcio!

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

il gran consiglio-otto 30 06 2014

Published by under cronaca cremonese

IL GRAN CONSIGLIO – OTTO
La Gelmini è brava e ordinata: dall’ultimo 16% si può solo risalire e se a Cremona le nomine vi sembrano imposte dall’alto l’ho fatto solo per tenere più gente possibile; tutti volevano andarsene da Forza Italia, se avessi permesso la nomina del vicino!

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

a tempo e luogo 30 06 2014

A TEMPO E LUOGO
Mettiamola così: un mese dopo che Gian Domenico Auricchio accetta la presidenza delle Fiere di Parma, la Provincia, quotidiano fin che c’è di Cremona, pubblica un gran servizio, la domenica, richiamo in prima pagina, intera la prima della cronaca, su uno dei tanti palazzi cittadini a rischio crollo e con amianto, quindi posto sotto sequestro da chi deve. Di proprietà della famiglia Auricchio: ma senza farne il nome, per discrezione.

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

tutto obbligatorio 30 06 2014

Published by under costume,cronaca nazionale

TUTTO OBBLIGATORIO
Il pagamento per bancomat rende l’italiano libero dagli evasori!
Quarant’anni fa il registratore di cassa, il primo di una lunga serie di orpelli, e l’Italia è ancora oggi leader mondiale dell’evasione: forse, più che tormentare chi lavora e produce mentre lo fa, è più semplice ed efficace controllargli dopo, ammesso li abbia, banca, auto, case, eccetera.

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

i primi della classe 30 06 2014

Published by under costume,cronaca cremonese

I PRIMI DELLA CLASSE
I compagni devon sempre infilarci un po’ di odio in più. Ecco Bordo Franco precipitarsi in Procura, e fin qui ci sta, a chiedere indaghi su eventuali reati commessi da don Mauro Inzoli, visti i “domiciliari” che il Tribunale del Vaticano gli ha inflitto. Ecco le sue parole, dettate a www.cremonaoggi.it, il miglior informatore cittadino:
“Per questo motivo e sollecitato oltre che dalle numerose richieste dei cittadini della nostra sbigottita comunità anche dalla lettera del Vescovo Cantoni che con estrema trasparenza e chiarezza ha comunicato i gravissimi atti di cui, il Tribunale Ecclesiastico, ha ritenuto Mauro Inzoli responsabile in via definitiva, ho deciso che nella mattinata di lunedì 30 luglio p.v. mi recherò presso la Procura di Cremona per depositare un esposto in merito alla vicenda.”
Piaccia o meno ai compagni alla Bordo Franco, il Tribunale Ecclesiastico non lo ha ridotto allo stato laicale, per cui rimane sempre, per il Tribunale Ecclesiastico: don Mauro Inzoli. Compagni per cui ancora oggi Stalin è un compagno…..

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

giu 30 2014

presa d’atto 30 06 2014

Published by under cronaca nazionale

PRESA D’ATTO
L’ultimo Berlusconi: “Quella per i diritti civili degli omosessuali è una battaglia che in un Paese davvero moderno e democratico dovrebbe essere un impegno di tutti.”
Dev’essere per questa dichiarazione che Fini Gianfranco ha annunciato il suo rientro in politica: visto il suo pedigree, il Berlusca non è più quello di una volta….

Cremona 30 06 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Next »