Archive for maggio, 2014

mag 31 2014

j’accuse-centotrentadue 31 05 2014

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – CENTOTRENTADUE
Sì, ho sposato il marito di Laura in Spagna: la battuta di Maurizio Iori a Claudia le fa capire, una specie di: lasciate ogne speranza voi ch’intrate, che per lei non c’è più speranza di matrimonio, e la malvagità si spinge, già in carcere, a tentare di nascondere il suo patrimonio con deleghe alla madre, mentre la Parte civile, correttamente, non ha provveduto a esecuzioni. Sarà stato il solito truffatore, quindi, a introdursi in casa per sequestrargli e vendere all’asta l’auto, un mobile, un televisore.
Ma qui la Parte civile finisce e finalmente arriva in Aula la razionalità: alle 12 40 è il turno dell’avvocato Michele Bontempi, non è obbligo credere a quel che dice, è difensore, non giudice terzo e imparziale, ma siccome parla con fatti e ragioni, bisogna cambiare il terreno di gioco. Non c’è posto per il matrimonio di Iori col marito di Laura in Spagna, e per farsi capire Bontempi lo dichiara subito: la Corte abbia la cortesia di seguire la razionalità, non le impressioni.
Il movente: nel significato si può mettere di tutto, ma non ci si allontani troppo dalla realtà in cui si deve collocarlo, non è certo la lettera del cui contenuto parla spontaneamente già il 21 luglio, appena scoperti i corpi, non è certo “l’intuizione” di Massa, avrebbe ucciso nel timore che Claudia, bambina in braccio, si presentasse da sua madre svelando la relazione!
Madre che sarebbe impazzita dal dolore alla notizia, uccidendole invece l’avrebbe presa bene!
A meno si voglia dimostrare sia pazzo, ma Iori è stato seguito a lungo dallo psicologo del carcere, e non ne ha mai dato alcun segno.
Stufo di spendere soldi? Il leasing, ma la casa era sua, e 400 euro al mese per uno che ne guadagnava oltre 10mila è, a dir poco, strano.
E Bontempi va ancora oltre, fa quasi l’avvocato del diavolo: si può ipotizzare che uno Iori uccida una Claudia per un raptus improvviso e incontrollabile, ma un omicidio premeditato, se il processo è anzitutto ragione, andiamo….
E se il processo deve camminare tra i paletti della ragione, bene, ecco le versioni di parte, senza prove oggettive, sull’acquisto delle bombolette: Iori dice di averle comprate d’accordo con Claudia per consentirle di scaldare i cibi in spiaggia, gli Ornesi dicono che Claudia avrebbe detto a loro che Iori avrebbe detto a lei di averle comprate, quattro più quattro fornelletti, per scaldare il sushi che si mangia freddo in una casa fornita di cucina completa!
Senza impegnarsi troppo e scalare i vertici della logica, qual è la versione credibile?
Io resto convinto che la discussione in Camera di Consiglio debba partire dalle 95 pastiglie o 5/6 flaconcini di Xanax che hanno provocato uno stato di intossicazione acuta, quindi non le tre gocce propinate da Accusa, Parte civile, Corte di Cremona, e sia inutile andare avanti se non si risponde, pagina 88 della motivazione di Massa, con “argomentazioni logiche e massime di esperienza dotate di tale forza intrinseca da poter escludere plausibilmente ogni alternativa spiegazione”, come un uomo in tutto il mondo, per capacità da prestigiatore che abbia, riesca a farle ingoiare anche al più ingenuo di noi, e se non si riesca si debba tornare in Aula, senza perdere tempo, per dichiarare che non esiste omicidio per cui Maurizio Iori eccetera eccetera, ma se la Corte di Brescia, tanto per seguire l’andazzo dei colleghi dal luglio 2011 a oggi, voglia prima trastullarsi col gossip, bene, esamini il problema bombole, che di nuovo non è il problema di chi le ha comprate/portate, ma di come si potesse contare su esse per uccidere, e decida se la versione che si può spacciare meglio sia di Iori o degli Ornesi. Ricordando sempre, pieni di potere fino alla punta dei capelli, ma decidono in nome del popolo italiano.

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

meteo 31 05 2014

Published by under costume,cronaca cremonese

METEO
L’importanza del tempo. I compagni han fatto mesi fa, accordo fratellanza tra cattolici e Sel, molto peggio, sotto tutti i profili, di ciò che la destra ha raggiunto solo oggi con la Lega, eppure il loro è un’intesa, il nostro un trucco!

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

la banalità al potere 31 05 2014

LA BANALITA’ AL POTERE
La scheda ristorante di turno su Più, il settimanale della Provincia ora ridotto al solo on line, che mi ricorda una statua dell’antica Roma: il gladiatore morente, solo che Più non è mai stato gladiatore se non per attaccare i nemici stando al sicuro, come oggi il giovane Luca Burgazzi, tocca un record, quello della banalità più esasperata, e trattandosi del nostro raspellino non è poco. Questa per il tutto:
“Dall’ampia vetrata al piano superiore si gode una vista stupenda del Po che scorre lento e maestoso e che durante le piene si fa minaccioso”.
Ineguagliabile, da Annali, quel Zanolli Pennadoro Vittoriano!

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

la bellezza paga 31 05 2014

Published by under costume,cronaca cremonese

LA BELLEZZA PAGA
Come sempre, se lo facciamo noi di destra è perché siamo di destra, se lo fanno loro perché è giusto. Il Partito democratico annuncia l’arrivo a Cremona, venerdì 6 giugno in chiusura di campagna elettorale, del ministro Maria Elena Boschi, tra le più belle del mondo nella sua categoria; ma per nostra fortuna, al suo fianco, ci sarà il compagno Pizzetti Luciano….

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

dolce stil novo 31 05 2014

Published by under barzellette,cronaca nazionale

DOLCE STIL NOVO
Il premier Renzi, improvvisamente nessuno lo chiama più “rottamatore”, riceve i giornalisti a Palazzo Chigi in maglietta e jeans scoloriti. La cravatta solo quando va da Napolitano.
Nulla di nuovo sotto il sole, direbbe l’Ecclesiaste: il sanculotto dei nostri tempi!

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

la ricostruzione 31 05 2014

Published by under cronaca cremonese

LA RICOSTRUZIONE
Leggo soddisfatto sui nostri giornaletti quanto la “remuntada” di Giovanni Delmiglio, alla guida dei moderati, a fianco il giovane Simone Agazzi, camicia verde sincera, abbia stupito: Motta Baluffi era da sempre considerata la roccaforte dei rossi!
E siccome il successo non arriva mai per caso, dipende da tanti fattori, e nella vita è bene imparare a dire grazie, io ne direi subito uno che più grande non si può al primo fattore: il cattocompagno Vacchelli Giovanni, catto per gli amici, ex sindaco inculato dai suoi concittadini, intitolando a lui la Sala consiliare!
La Sala del Catto: l’uomo che più di altro/altri ha contribuito coi suoi dieci anni di regno alla vittoria del nostro Giovanni!
Subito dopo però vien l’obbligo di porre rimedio alle macerie, e serviranno tempo, impegno, fatica, e come sempre tutto subito non esiste, quindi le precedenze; ricordando però che vincere dà il potere, ma non per questo vanno ignorati i cittadini che avevano scelto diversamente. L’artigiana toelettatrice, pur con la spinta del catto, non ce l’ha fatta nemmeno a entrare in Consiglio, ma non bisogna dimenticare che lei i nostri cani li spazzola dall’alto di una laurea in Scienze matematiche, fisiche e naturali, quindi non vada perduto tutto di ciò che aveva promesso per le comodità dei compaesani: le si affidi il corso promesso sulle “tradizioni locali”; si aumentino “i posti barca presso il pontile comunale”.
Ben diverso il discorso su Roberto Libanore, che ha ottenuto la fiducia di molti e che, a mio parere, ha avuto anche il coraggio di parlar chiaro nel suo programma e indicare progetti che vanno, sempre a mio parere, condivisi, quindi col 100% dei voti, essendo l’unica opposizione: “cambiare il segretario comunale e riordinare l’ufficio tecnico in nome della trasparenza che in ogni ente pubblico deve predominare”.
A causa di alcune incertezze sul concorso all’ufficio tecnico, il catto, ricorderete, ha da poco ricevuto un meritato applauso dal nostro Tribunale….
Avanti Giovanni&Simone!

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

pane al pane 31 05 2014

Published by under cronaca cremonese

PANE AL PANE E ancor più vino al vino, se è esatto quanto riporta www.cremonaoggi.it, il miglior informatore cittadino: “Ancora margini di incertezza per Yuri Brocchieri, candidato sindaco dei Verdi, 0,69% di preferenze: non abbiamo ancora deciso se dare o meno indicazioni di voto, ma sicuramente non daremo il nostro appoggio alla coalizione di centrodestra, che sull’inceneritore ha dimostrato di non avere un piano preciso”. Più chiaro di così, anche se con un “non” davanti: il voto a chi l’inceneritore l’ha fatto, dopo aver chiesto il parere ai cittadini per poi infischiarsene, e dare infine consigli “sapienti”, vent’anni dopo, a chi la patata bollente la deve pelare, grazie a loro.

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

sua finezza 31 05 2014

Published by under cronaca nazionale

SUA FINEZZA
Su Sky. La Santancosa a Ilaria D’Amico:
Il giorno in cui metteranno a lei una telecamera addosso, stia pur certa che il giudice scoverebbe qualche reato. Soprattutto poi se le mettono la telecamera nelle mutande…

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

i conti della serva 31 05 2014

Published by under cronaca nazionale

I CONTI DELLA SERVA Dal Corriere on line, la brutta copia di Repubblica: “Novantotto milioni. Tanto, al momento, è costata negli ultimi vent’anni a Silvio Berlusconi l’avventura di Forza Italia. Perché a tanto, insomma, ammonterebbe la cifra che l’ex premier ha anticipato di tasca sua per la sua creatura partitica, e che non ha ancora riavuto indietro.”
Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mag 31 2014

i conti tornano 31 05 2014

Published by under barzellette,cronaca nazionale

I CONTI TORNANO
La segretaria di Scajola ai Pm: l’ex ministro in difficoltà economiche.
Ecco perché gli amici finivano di pagargli la casa…..

Cremona 31 05 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Next »