Archive for marzo, 2014

mar 31 2014

j’accuse-settantuno 31 03 2014

Published by under cronaca cremonese,Giudici

J’ACCUSE – SETTANTUNO
Per una volta, cari lettori, invece del ping pong tra lo scritto degli altri e le mie riflessioni, un significativo estratto della perizia di Marzio Massimiliano Capra, consulente della Difesa.
—————————————–
“Nello specifico comunque di quanto in definitiva emerso dagli accertamenti di laboratorio, di seguito riporto la mia interpretazione ribadendo come non vi sia sostanziale difformità di valutazioni rispetto a quanto già espresso dal dott. Roberto Giuffrida (della Procura, n.d.r.):
sulla manopola della bombola di gas presenza di tracce biologiche frammiste compatibili con la Ornesi Claudia e la Iori Livia;
su un tappo e sul lato inferiore di due blister di Xanax, presenza di deboli tracce biologiche compatibili con la Ornesi Claudia;
sui tre fazzolettini di carta presenza di tracce biologiche compatibili con la Iori Livia;
sull’imboccatura della bottiglia d’acqua Maniva presenza di tracce biologiche compatibili con la Ornesi Claudia;
sulla compressa di Xanax rinvenuta con palesi evidenze di rigurgito (assenza del rivestimento esterno in ceralacca) nel lettino di Iori Livia, presenza di tracce compatibili con la Iori Livia.
In conclusione, considerato che tra i compiti demandati al Consulente Tecnico rientra ogni adeguata valutazione circa la congruità dei dati tecnici acquisiti rispetto alla più plausibile ricostruzione degli eventi, ritengo in totale armonia con essi una tragica dinamica sviluppata sul modello omicidio-suicidio. Più nel dettaglio, le compresse di Xanax sarebbero state somministrate integre a Iori Livia (come quella infatti rinvenuta rigurgitata nel lettino) dalla madre Ornesi Claudia che nel premere i relativi blister avrebbe inconsciamente depositato proprie tracce biologiche sui medesimi. Tale farmaco sarebbe stato assunto anche dalla stessa Ornesi Claudia che avrebbe agevolato l’operazione a più riprese con una cospicua bevuta a collo di acqua minerale dalla bottiglia Maniva.
Il forte sapore amaro del farmaco associato alla massiccia assunzione forzata di grosse pasticche ha provocato nella piccola Iori Livia comprensibili rigurgiti che sono stati almeno inizialmente ripuliti dalla madre con i fazzolettini; nel compiere tale gesto la madre si è ovviamente imbrattata le dita di saliva di Livia che poi ha involontariamente trasferito unitamente alle proprie tracce, allorquando ha sciaguratamente agito sulla manopola di apertura di una bombola.
Quanto da me sopra riportato , seppur necessariamente frutto di una interpretazione e pertanto di natura soggettiva, è strettamente aderente ai dati tecnici, che sono ovviamente di natura oggettiva, valutati secondo criteri rigorosi e validati canoni scientifici.”
In un certo senso anche il consulente scientifico è una specie di testimone; Capra è nel settore uno dei primi scienziati d’Italia, e noto anche all’estero: domani la rielaborazione compiuta da Massa Pio.

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

la marcia trionfale 31 03 2014

Published by under Striscia La Provincia

LA MARCIA TRIONFALE
Mi duole assai, ma Gianluca Galimberti ha vinto: ieri Zanolli Pennadoro Vittoriano ha passato il Rubicone!
Impegnato l’intero cervello del giornale dei lettori, La Provincia quotidiano eccetera, a mettere in luce i motivi per cui i cremonesi non devono votarlo, col garbo e la finezza consueti; partito di imbroglioni, che chiama a raccolta gli imbroglioni di Cremona.
“Incapace di elaborare un forte piano di governo, il Partito democratico di Cremona cerca scorciatoie a sinistra. Verso il nulla.” Pure incapace.
Solo a Cremona? Figuriamoci, gustosa e profonda vignetta in prima, accanto allo scintillante Punto, con Renzi che promette: “porteremo il Pd al 40% e la disoccupazione al 10” e preoccupato il militante obietta: “speriamo di non finire col fare confusione…”
Ridete, mi raccomando, per buona educazione!
Poteva mancare all’interno l’a tu per tu con uno di noi?
Pronto all’appello Mauro Funerale Fanti, che si dissocia dal Pd: ha riesumato l’Ulivo.
Cazzo, la salma sbagliata!
E poi perché demonizzare Albertoni e non Bodini, prosegue Funerale? Non farti dire tutto, tesoruccio caro, uno tratta interessi, l’altro cultura.
Conclusione, nell’Apocalisse, la Luce, la colomba col ramoscello: il compagno senatore Pizzetti Luciano, sire di CastelPizzetti. Unico, evidentemente, a garantire.
Ahimè, ahinoi, amici di destra, inutile battersi contro un rullo compressore come Pennadoro, il suo profilo è inconfutabile. Difende uno, ordini superiori, sempre, uno lo prende in quel posto; tenta di abbatterlo: un trionfo!
Potrei portare, l’ho fatto spesso, molti esempi, ma per oggi bastano le vendite del suo giornale!

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

la lega è morta 31 03 2014

LA LEGA E’ MORTA
Raccolta un’infinità di necrologi ai banchetti dei referendum!

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

diritti e rovesci 31 03 2014

Published by under costume,cronaca cremonese

DIRITTI E ROVESCI
A Casalmaggiore i sinistri son più tolleranti che a Cremona: si limitano a anticipare di sei ore le Sentinelle in piedi, e seduti, non sdraiati come in piazza Stradivari. Per il resto, identici. Anche Papa Francesco, a difesa del matrimonio strano, ha detto: chi sono io per giudicare?
Risposta in sintesi: noi liberali manco pensiamo a comprimere il loro diritto di prenderlo nel culo. Facciano a piacere.
Ma il matrimonio è altra faccenda e noi abbiamo tutto il diritto di difenderlo com’è oggi senza passare per persecutori; se in migliaia di anni di Storia conosciuta è grossomodo sempre stato l’unione di uomo/donna, come nel genere animale cui i sinistri si richiamano tanto quando fa comodo, ci sarà più di un motivo, che va oltre i cinque minuti di modernità impellente. Anche nei tempi in cui il sesso era vasto, Grecia e Roma antiche, il matrimonio si fermava lì. Mi piace spesso citare Orazio, elegantissimo pene, secondo l’imperatore Augusto, che nella satira due, libro primo: La donna d’altri, spiega così il suo diletto, vv114/6: “Così, quando il sesso si sveglia e hai sottomano la serva o lo schiavetto di casa, da sistemarli senz’altro, preferisci crepare di voglia?”
Però quando ci si sposava, anche allora, sempre uomo/donna.
Ma noi siamo liberali sempre: consegniamo in piena fiducia alla sinistra il progetto di riforma. Completo però, non solo quel tanto che interessa per grattare qualche voto anche lì. Diritto del maschio mussulmano, anzitutto, a sposare quattro femmine; triangoli o più anziché limitarsi alla coppia; unioni affettuose anche senza sesso come tra fratelli, zii e nipoti eccetera. Tanto per fare qualcuno dei tantissimi esempi che la realtà, completa mi raccomando, nel rispetto dei diritti di tutti, presenta.

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

islamici di pelle bianca 31 03 2014

Published by under costume,cronaca cremonese

ISLAMICI DI PELLE BIANCA
Come tante iniziative della Provincia pennadorata, anche il sondaggio sulla moschea di Crema, concluso: 100 contro, due a favore, è da prendere con le pinze. Ma fosse anche stato 51 a 51, cari amici cremaschi, non vi sembrano troppi, in uno Stato civile, a negare agli altri il diritto di pregare il Dio in cui si crede, ma in definitiva, di credere a una religione?

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

renzi, grasso, e gli altri 31 03 2014

Published by under cronaca nazionale

RENZI, GRASSO E GLI ALTRI
Dal Corriere on line. Chi ha ragione? Oggi non mi interessa. Mi basta il quadretto che spiega bene chi sono.
Grasso le ha detto con chiarezza che in Senato non ci sono i numeri per la riforma che vuole lei.
«Sono molto colpito da questo atteggiamento del presidente Grasso. Io su questa riforma ho messo tutta la mia credibilità; se non va in porto, non posso che trarne tutte le conseguenze. Mi colpisce che la seconda carica dello Stato, cui la Costituzione assegna un ruolo di terzietà, intervenga su un dibattito non con una riflessione politica e culturale, ma con una sorta di avvertimento: “Occhio che non ci sono i numeri”. Mai visto una cosa del genere! Se Pera o Schifani avessero fatto così, oggi avremmo i girotondi della sinistra contro il ruolo non più imparziale del presidente del Senato. Io dico al presidente Grasso: non si preoccupi se non ci sono i voti; lo vedremo in Parlamento.
Guardi che i professori, da Rodotà in giù, le danno torto.
«Ho letto altri commenti di tanti professori, molto interessanti. Non è che una cosa è sbagliata se non la dice Rodotà. Si può essere in disaccordo con i professoroni o presunti tali, con i professionisti dell’appello, senza diventare anticostituzionali. Perché, se uno non la pensa come loro, anziché dire “non sono d’accordo”, lo accusano di violare la Costituzione o attentare alla democrazia? Io ho giurato sulla Costituzione, non su Rodotà o Zagrebelsky».

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

eruzione improvvisa 31 03 2014

Published by under cronaca cremonese,sport

ERUZIONE IMPROVVISA
Non ho ancora letto un commento del mio amico Raf sulla tragedia, per loro, del San Paolo: Napoli Juve due pere a zero!
O sole mio……

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

gerardo d’ambrosio 31 03 2014

Published by under cronaca nazionale,Giudici

GERARDO D’AMBROSIO
Su un uomo con la sua vita si può scrivere tutto e io certo non sono tra gli entusiasti della spiegazione che diede della morte del povero Pinelli, in parole poverissime Pinelli fece tutto da solo, ma il ricordo più forte è di un uomo con una cortesia da non far pesare, sempre, il potere che aveva. Enorme.

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

azioni e omissioni 31 03 2014

Published by under cronaca cremonese

AZIONI E OMISSIONI
A volte morale e diritto le mettono sullo stesso piano; concordo: meno Galimberti si fa vedere in pubblico con Pizzetti, più voti prende!

Cremona 31 03 2014 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

mar 31 2014

distinguere bene 31 03 2014

Published by under cronaca cremonese,Giudici

DISTINGUERE BENE
A chiunque lo desideri spedisco email le 97 paginette di motivazione, si leggono facilmente in un paio d’ore, con cui Massa Pio, presidente della Corte d’Assise di Cremona, spiega perché lui, Beluzzi Pier Paolo, e i sei giudici popolari, hanno condannato all’ergastolo Maurizio Iori.
Tanto per capire che una sentenza si esegue, ma il rispetto è altra cosa…..

No responses yet

Next »