Archive for dicembre, 2013

dic 30 2013

anche sui morti 30 12 2013

Published by under cronaca cremonese

ANCHE SUI MORTI
Gli eroi omerici ingaggiavano lotte furiose per recuperare il corpo dell’amico caduto, ma è niente confronto alla gazzarra sul cadavere di Cesare Zovadelli, cui partecipano tutti gli attori che pretendano luce e spazi sulla scena cremonese; e senza nemmeno si sappia di che sia morto, basta la coincidenza morte/Aem che ha sospeso il riscaldamento, per scatenare la mischia, anche se Cesare non era più giovane, anche se Cesare soffriva di un tumore; anche se nessuno dei protestanti d’oggi s’è mai portato in Comune a denunciare chi occupa una casa popolare con la Mercedes in garage, pur dichiarando di sapere che esistono; accuse perfino a Luigi Amore, che pur di risolvere i problemi s’era abbassato a discutere coi centri sociali e ha spesso lasciato l’impressione di badar più ai poveri che all’assessorato.
Saputa la discrezione di Cesare, non mi stupirei chiedesse a Dio di resuscitare il tempo per andare a morire da un’altra parte…..

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

stamina e rivoluzione 30 12 2013

Published by under cronaca nazionale

STAMINA E RIVOLUZIONE
So nulla dell’argomento, neanche da giornali. Però ho letto il pezzo di ieri di Mario Calabresi, Stampa, il maggior erede dei nostri grandi a mio giudizio, e mi ha colpito la parte qui sotto:
“Alla fine la domanda è semplice ed è quella che pone su queste pagine oggi il professor Paolo Bianco: ma voi vi fareste operare al cervello da un archeologo? E, aggiungo io, prima di salire in montagna chiedete consiglio alle persone del posto e alle guide o a un camionista di passaggio o a una velina che prende il sole?”
Mi ha colpito perché sostiene una tesi che ho cara: piantatela di seccare coi non politici che risanano la politica, il rischio di un Pivetti a Cremona o di un Grillo a Roma è lì, sotto gli occhi di tutti.
Anche se il giudizio che dà su Stamina è chiaro, nondimeno Calabresi è una buona spanna sopra i colleghi, e mette a confronto nella stessa posizione di evidenza e pagina due scienziati, a favore e contro. In sintesi il contro: “mai visto le cellule trasformarsi, ma non vuol dire sia impossibile.”

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

vengo anch’io 30 12 2013

Published by under cronaca nazionale,Giudici

VENGO ANCH’IO. NO, TU NO…
Pagina 9 dell’inserto Lettura del Corriere, ieri.
“In Parlamento. Dalla prima fiducia a Letta a oggi solo tre partiti conservano lo stesso numero di deputati: Pd, Lega e Sel. Al Senato, poi, va anche peggio. Una Repubblica fondata su scissioni e salti carpiati.
Scilipoti tu, Scilipoti anch’io. E’ la politica”
Già, la politica. La Giustizia, invece, è che l’unico indagato nell’intera storia della Repubblica per scissioni&carpiati è Silvio Berlusconi.
Nel silenzio più che vigliacco: merdoso, di tutti quelli che contano per qualcosa, di qualsiasi razza, casta&categoria, abito, sesso, carica eccetera.

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

il nuovo che avanza 30 12 2013

Published by under cronaca nazionale

IL NUOVO CHE AVANZA
Intervista di Renzi alla Stampa, ieri: “I giornali hanno perfino ipotizzato che io mi sia presentato in giacca chiara agli auguri al Quirinale per farmi notare. Insopportabile. Lì c’ero stato una sola volta con Benigni. Non ci sono abituato. E quando ho visto com’erano vestiti i papaveri di Stato….ho capito che avevo sbagliato giacca. Una gaffe, tutto qui.”
L’abito fa i monaci.

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

regnare e governare 30 12 2013

Published by under costume,cronaca nazionale

REGNARE E GOVERNARE
L’erba voglio non cresce nemmeno nel giardino del re, si diceva una volta ai bambini, per insegnar loro la preminenza del fare sul comandare; forse non lo si insegnava in Argentina o forse Papa Francesco è vecchio, ai posti di vertice l’unico più vecchio del Papa è il presidente della Repubblica italiana, e dimentica; ma con tutta la comprensione e la solidarietà che i sentimenti riescono a dare, prima di far paragoni con Gesù, minimo Gesù era uno, bisogna essere in grado di accogliere tutti i profughi, altro che dire: bisogna!

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

animali sempre 30 12 2013

Published by under costume,cronaca cremonese

ANIMALI SEMPRE
Durante la notte investito e ucciso da un’auto un cinghiale, alle porte di Cremona; l’automobilista è fuggito senza lasciare tracce; gli animalisti cittadini han presentato istanza alla Procura della Repubblica perché ordini il blocco del traffico sulle strade a rischio, almeno nelle ore notturne.

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

certezze 30 12 2013

Published by under barzellette,cronaca nazionale

CERTEZZE
Letta il Giovane: tasse in calo anche nel 2014!
Flaminio il vecchietto: ovvio, ci avete garantito che la crisi è finita!

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

perri vince 30 12 2013

Published by under cronaca cremonese

PERRI VINCE
Alle corte, l’ultima scelta di Pivantonio spiegata da Pennadoro nel Punto di ieri, è Pizzetti al comando della sua armata nel 2014; perché non è un renziano, perché non verrà ripresentato in Parlamento eccetera, le solite chiacchiere per nascondere ciò che è sotto gli occhi di tutti, che sono grandi amici; a corredo, Bazoli scrive del candidato di Sel, che obbligherà alle primarie generali della sinistra dove Galimberti verrà impalato.
Dunque Perri potrà fregarsene dei voti della Lega, perché saran di più dall’altra parte a non votare Pizzetti…….

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 30 2013

distinguere bene 30 12 2013

Published by under cronaca cremonese,Giudici

DISTINGUERE BENE
A chiunque lo desideri spedisco email le 97 paginette di motivazione, si leggono facilmente in un paio d’ore, con cui Massa Pio, presidente della Corte d’Assise di Cremona, spiega perché lui, Beluzzi Pier Paolo, e i sei giudici popolari, hanno condannato all’ergastolo Maurizio Iori.
Tanto per capire che una sentenza si esegue, ma il rispetto è altra cosa…..

Cremona 30 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

dic 29 2013

in attesa di una giustizia più esatta-ottanta 29 12 2013

Published by under cronaca cremonese,Giudici

IN ATTESA DI UNA GIUSTIZIA PIU’ ESATTA – OTTANTA
Ieri ho conosciuto i due figli maggiori di Maurizio Iori, 11 e 8 anni, al Battistero per vedere il quadro in parte dipinto da lui. Ovviamente non possono avere gli stessi diritti dei figli di Massa&Beluzzi e amici di Giuria, loro il padre in carne e ossa lo vedranno martedì a Pavia, dietro le sbarre. Del resto che possono pretendere, il popolo italiano, attraverso la viva voce dei suoi Giudici, oltre all’ergastolo e a due anni di isolamento, il Procuratore generale ha fatto ricorso: ne ha chiesti tre, gli ha tolto la patria potestà, quindi va ancora bene possano vedersi ogni tanto, in quelle condizioni, e la legge non sia applicata con rigidità, che loro possano sì vedere il padre, ma il padre non loro!
Subito dopo i primi passi delle indagini, il 21 luglio 2011, alcune certezze sono raggiunte: non si riesce a ricostruire il posto in cui i vari intervenuti hanno trovato le bombole, nessuno può dire con esattezza chi le ha portate sul balcone e, in Aula lo si darà invece per certo, nessuno ha toccato i corpi tanto da giustificare un improbabilissimo trasporto del Dna delle vittime sugli oggetti su cui mesi dopo, le perizie con calma , l’arresto di Iori no, verranno trovate! Il lettore antico ricorda: sui blister dello Xanax, sulle bottiglie, sulle bombole, verranno trovate tracce biologiche di Claudia e Livia, che siccome per definizione non possono averle toccate, qualcuno l’avrà fatto al loro posto!
Indagini, perizie, ricostruzioni: ma a che servono, quando la Procura di Crema in conferenza stampa spiega l’arresto di Maurizio Iori, manca il biglietto del suicida, i corpi di madre e figlia sono nella stessa stanza, ma su letti diversi!
Queste sono prove, lo prevede la legge, e se per caso un biglietto c’era ma è sparito nel trambusto, qualche motivo ci sarà stato, anche il non rovinare il quadro d’assieme!
Proprio come la scatola delle bombole: non si trova, dunque la si cerca, Iori avrà fatto sparire quella ma non le bombole, sprovveduto com’è, poi le indagine si fanno più intense, il punto è decisivo, non lo scoprire come diavolo si faccia a propinare 95 pastiglie di Xanax in pochi minuti di nascosto a un adulto, non è compito di Giudici semmai di sfere di cristallo, e arriva, inaspettata, la scoperta dell’America. Le bombole vengono vendute così, senza involucro di sorta. Pentiti? ma no, gli inquirenti hanno tempo, continuano a cercare un oggetto che sanno non esistere, perché non solo l’ordine di ricerca non viene revocato, ma l’argomento riapparirà nelle 124 pagine dell’ordine di arresto: non si è trovata la scatola!
Sembra una serie di barzellette, è triste realtà dell’amministrazione della Giustizia nei Tribunali, spero non troppo frequente, che lor Signori non vogliono rompere, come si è visto ieri con l’opposizione del Csm a una semplice discussione al Governo, nemmeno seguendo lo spirito e la forma della legge: arresto preventivo solo in casi straordinari, carcere alla sentenza definitiva.
Il loro spirito, quello dei Signori della Giustizia italiana, è evidente: il processo è una formuletta, per il carcere, per gli altri, è sufficiente un’accusa da parte di un collega.

Cremona 29 12 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »