giu 30 2013

il massacro continua 30 06 2013

Published by at 7:40 am under cronaca cremonese

IL MASSACRO CONTINUA
Spero che il titolo e l’articolo di www.cremonaoggi.it, il miglior informatore cittadino, siano una svista e non un accondiscendere alle ragioni di Spedini Giacomo, che poi son quelle di Piva Antonio e della cricca che gli sta accanto. Titolo:
Palazzo Fodri riapre le porte, Spedini: necessario mettere a reddito l’investimento
per continuare con questa prodezza: il recupero di Palazzo Fodri, con lavori per circa 400mila euro al momento, nasce dalla necessità di insediare delle attività redditizie per la Fondazione in quello che è stato un discusso investimento immobiliare voluto dal precedente Cda, presieduto da Umberto Lonardi.
Tanto per cominciare, l’investimento fu “discusso” perché il galantuomo Umberto Lonardi riuscì a strapparlo dalle fameliche voglie di più di un riccastro che ambiva farne la sua dimora di lusso, e lo donò a un prezzo più che vantaggioso all’intera cittadinanza di Cremona, tramite la Fondazione, da cui fu cacciato dall’allora sindaco Pivetti e deriso e malfamato dal solito portavoce di Piva con oltre cento pezzi; l’allora sindaco Pivetti, in tema di investimenti “discussi”, permise invece ad Aem di comprare il Massarotti, che guarda un po’ nessuno voleva, tanto è redditizio, come ricorda l’ultimo bilancio, appunto, di Aem.
Spero, ripeto, per la stima e l’affetto che mi legano a www.cremonaoggi.it e ai suoi redattori, sia loro sfuggita la grandiosa e voluta bugia di Spedini Giacomo: “necessario mettere a reddito l’investimento”, perché sa benissimo che al tempo dell’acquisto, non ho voglia di frugare il mio archivio e qualche numero potrebbe essere impreciso, 8 otto milioni, solo un terzo era affittato, a una banca, per 250mila euro, cioè il 3% dell’intero immobile, e se Spedini Giacomo ha aspettato due anni ad affittare il resto, veda di non dare la colpa al suo predecessore.
Come sempre, le mie idee possono essere solo mie, ma i fatti sono di tutti, basta controllare!

Cremona 30 06 2013 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.