Archive for settembre, 2012

set 30 2012

la città dei mille 30 09 2012

LA CITTA’ DEI MILLE
che contano, e i primi a nascondersi al primo sospetto, altro che qui si fa Cremona o si muore, di farsi un nemico che domani potrebbe, lo sai…………..
Alle corte. Mostra esibizione con invitati di lusso che parlano del gioiello restituito alla città eccetera, articoli annerapagine sulla libera stampa casereccia, carta e on line, senza differenza, che non so ripetere perché ascolto solo recite vere, Palazzo Fodri, un gioiello che farebbe la sua parte anche a Firenze e Venezia. Gli onori di casa a cura di Giacomo Spedini, erede dell’opera, che almeno ha il garbo, unico tra i mille, spero non glielo facciano pagare, di mettere in prima fila il galantuomo Umberto Lonardi, l’artefice.
Non pretendo che i liberi, liberissimi commentatori cremonesi, ligi ai poteri forti che secondo l’ultima interpretazione autentica esistono solo per i cretini, scrivano tutto quel che leggerete sotto, ma diamine, passionari della libera informazione se è a rischio degli altri, ci voleva tanto coraggio a scrivere una righetta, in fondo, di traverso, a forma di rebus, chiedendo scusa, l’ha scritto lui, io non me ne sono accorto: se Palazzo Fodri oggi è di Cremona, lo è solo per la lungimiranza e il coraggio del galantuomo Umberto Lonardi?
Tutti pravdati, cari liberi commentatori? Vi do un consiglio tattico, per qualche giorno non lamentatevi che La Provincia, quotidiano eccetera, scrive solo eccetera, fareste la figura degli invidiosi, perché vende più di voi.
Ecco il resto della paga, fuori dai denti. Faccio un paragone stimolante e attuale col caso Sallusti, se è giusto che la legge colpisca la diffamazione a mezzo stampa col carcere eccetera. Su cui ho già scritto, addirittura con la pole position per sette ore su www.Toqueville.it il sito che raccoglie i pezzi dei blog d’area moderata, 100mila visitatori unici al giorno, alla faccia di chi a Cremona sostiene che non devo scrivere.
La diffamazione per una notizia sbagliata, che non si è avuto il tempo di controllare, è fisiologica per il miglior giornale del mondo; i cento e passa articoli, foto, citazioni, ricordi, tipo l’intera pagina che lamentava: comprando il Fodri Lonardi ha tolto otto milioni ai poveri, no. I cento e passa avevano un solo obiettivo, che non c’entra con la notizia data di fretta: demolire l’immagine pubblica del galantuomo Umberto Lonardi, reo d’aver scombinato i piani dei poteri forti che non esistono, almeno a Cremona. Intendetemi, cari lettori: due/ tre articoli per spiegare di non essere d’accordo con l’acquisto di ieri (2010) del Fodri, però in contrasto con gli inni di oggi, a sostegno di altri, non di Lonardi, ci possono stare. Cento e passa no, non hanno alcun senso giornalistico, la volontà evidente è altra.
Carcere o no per la diffamazione a mezzo stampa? Sallusti ha pubblicato una notizia terribilmente sbagliata, ma lo sbaglio maggiore è stato non chiedere scusa; Piva Antonio, editore, e Zanolli Vittoriano, direttore, sono andati avanti mesi e non cerco di spiegarvi perché, potreste con molta ragione offendervi, cari lettori.
Conclusione. Il galantuomo Umberto Lonardi ha fatto la scelta cristiana di non presentare querela, soffrendo in silenzio. Ha però cinque anni di tempo per l’azione civile che, visto il livello delle parti e la quantità degli scritti non si ridurrà a poche decine di migliaia di euro. La proponga, non per sé, ma come ennesimo servizio alla comunità: il risarcimento ai poveri, una lezione di stile alla Provincia, quotidiano eccetera, un insegnamento alla città, si può e si deve resistere ai prepotenti.

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

set 30 2012

quando il filosofo picchia 30 09 2012

Published by under Politica cremonese

QUANDO IL FILOSOFO PICCHIA
In questi tre anni abbiamo imparato a conoscere l’aspetto pubblico di Titta Magnoli, commissario politico del Pd inviato a Cremona dai vertici per rimediare i disastri prodotti, gratis, dal comandotuttomePizzetti: lunghe meditazioni, confronti, mai una parola di troppo e men che meno insulti, riserva degli aspiranti bergamini. Ma quando ha deciso, decide.
I commentatori locali eran convinti avesse preso la parte di Renzi, e lo strano è che ha sempre parlato chiaro, per chi è abituato all’ascolto: so cosa ha detto Renzi e potrei essere d’accordo, però aspetto di sentire anche Bersani.
Sono maligno: forse gli è bastato il resoconto delle persone di cui si fida sullo show di Renzi al Cittanova.
Ed ecco la decisione: Bersani. Purché ci permetta di sistemare come merita Pizzetti……………….

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 30 2012

pioggia e fango sulla spagna 30 09 2012

Published by under costume

PIOGGIA E FANGO SULLA SPAGNA
Prima dell’evidente critica: è sempre brutto ridere quando alla fine c’è la morte di un uomo. Ma ogni volta che un terremoto squassi l’Italia, o un fiume gonfio d’acqua esca dal letto, la colpa sia sempre della politica che non ha saputo stirare lavare e mettere al sicuro il Paese, e invece negli altri a noi vicini, come Francia, Spagna eccetera sia una notizia, la dice lunga sulla differenza tra la voglia di discutere o di polemizzare.

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 30 2012

lo straniero 30 09 2012

Published by under Politica cremonese

LO STRANIERO
Per far incazzare Luigi Amore, assessore alle Politiche sociali del Comune di Cremona, bisogna camminargli sulla pancia. L’hanno fatto. Invece di dare ai poveri, lui taglia. Ma, strano a dirsi di uno della destra, ha buona memoria e sa anche fare i conti: ricorda all’Inviato on line di Roberto Bettinelli, punto per punto, tutti i soldi che, avendone a disposizione tanti, la sinistra buttava via, ancora da recuperare oggi con molta più fatica.
Soldo più, causa meno, sarebbe come se Roberto Nolli, contabile sommo, oltre a dire d’esser costretto a battersi su una linea di galleggiamento di 25mila euro per restare nel patto di stabilità, avesse l’autorizzazione a svelare che, senza i 100mila euro regalati a PubliA, società dell’Immensissimo, di Immenso c’è solo Dio, il problema, addizioni alla mano, sarebbe più lieve……..ma Roberto Nolli altro che straniero, è conforme!

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 30 2012

teoria della relatività 30 09 2012

Published by under cronaca nazionale

TEORIA DELLA RELATIVITA’
Ciucciamoci pure sto titolo: i No Tav sfilano sotto la pioggia.
Con la difesa a copertura totale della pubblica opinione intelligente, per loro è più pericolosa la pioggia della Polizia……

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 30 2012

cuba vera 30 09 2012

CUBA VERA
Ancora adesso i sinistri ci rompono le palle: non c’è la ricchezza insultante dei nostri pochi ricchi, ma in cambio l’eguaglianza, che nessuno debba invidiare il vicino, e, scusate l’intromissione, qual è il malato che invidia la miseria, ma nel momento del vero bisogno lo Stato è lì. Se devi andare a scuola, farti curare, eccetera. La Libertà, quel tanto che serve. Vabbè, forse ho esagerato, per ricordare la disavventura dei quattro giornalisti italiani a Cuba sulle tracce dell’assassino di Lignano: fermati dieci ore, foto distrutte, minacce. Per la curiosità professionale su un delitto comune, figuriamoci su un delitto politico, ammesso che là se ne commettano……

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 30 2012

il rifondatore celeste 30 09 2012

Published by under cronaca nazionale

IL RIFONDATORE CELESTE
Formigoni: aboliamo le Regioni, troppe e troppo piccole. Tre sole, e macro: Nord, Centro, Sud.
Chiaro, la Lombardia è poco per lui. Spero non pensi all’Impero romano…..

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 30 2012

il primo della classe 30 09 2012

Published by under cronaca nazionale

IL PRIMO DELLA CLASSE
Il ministro Passera era molto intelligente già da giovane, quando faceva il direttore generale di De Benedetti, da cui ha imparato tante cose utili. Temo però gli sfuggano i principi generali, quando propone il Commissario agli Enti locali non virtuosi: dove troverebbe tutti quelli che servono?

Cremona 30 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

set 29 2012

l’italia ha chiamato 29 09 2012

Published by under Politica cremonese

L’ITALIA HA CHIAMATO
Certo che mettersi al posto dell’Italia per svelare a chi Essa intenda chiedere aiuto denota, tento di essere buono, un filo eccessivo di orgoglio……………
Ma è il nostro clima politico, a ogni altezza/bassezza. L’ultimissima, sembra che Lavitola si dolga del fatto che B non gli abbia concesso un posto nel Governo, un seggio all’Unione Europea, o almeno nel Cda Rai, o riconoscimenti simili.
Per cui non stupiamoci delle ultime posizioni dei nostri a Cremona: sbagliate, per me, ma almeno sono politici onesti.
Fanti e Nolli hanno detto entrambi il vero nell’ultimo Consiglio, dipende a quale vero si riferisca il loro vero. Incontestabile che la Giunta non abbia, da tempo, l’appoggio dei cittadini che l’hanno votata, e questo grazie solo all’opera infaticabile, forse non del tutto cosciente, del nostro Pivetti: una delle tante, credendo di rinforzarsi, ha esasperato le divisioni interne della Lega, coll’ovvio risultato di romperla e allontanarla dalla maggioranza. Ma è anche vero, raffazzonati alla dio sa come oggi, non domani, che i numeri, solo i numeri, fin che tengono, ci sono. E che perdere tempo andando al voto possa essere dannosissimo.
Ha dell’incredibile invece, non tanto Pivetti che più di un piano strategico, decide giorno per giorno secondo, ehm, le informazioni degli amici, che un esperto e razionale Roberto Nolli butti il certo anche se malconcio Pdl per tentare un’avventura fallita prima di cominciare: il nuovo partito, che nascerebbe da una maggioranza di elettori ansiosi di abbandonare i tradizionali.
Due conti. A Cremona, almeno fin che c’è Magnoli, da sinistra può arrivare al massimo Pizzetti. Beh, mettiamoci dieci voti del seguito. Undici. Difficile non dico una maggioranza, l’esistenza stessa del nuovo partito.
Da destra qualcosa in più, ma appena B prende la decisione, come nella campagna del 2006 quando sembrava dover sparire e invece in 40 giorni sfiorò il successo, arrivano solo le briciole, e uno sguardo anche solo superficiale ai numeri delle amministrative cremonesi del 2009 dovrebbe mettere in allarme. Momento favorevole alla destra, cittadini esasperati dagli errori sinistri appena sotto il voto, lista Perri guidata da Melega al 7%, Lega vicina, giornale la Provincia a spingere, eppure si vinse di un pugno di voti solo al ballottaggio.
A meno di una rinuncia suicida del Pdl, e voglio proprio vedere se i vertici nazionali permettono che non si presenti, senza i numeri della Lega, Nolli e Pivetti, dove prendete i 20mila voti che servono per vincere?

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

set 29 2012

una lezione 29 09 2012

Published by under costume

UNA LEZIONE
“Un libro letterariamente inesistente, scritto con i piedi da uno scribacchino mestierante, senza un’idea, senza un’ombra di responsabilità dello stile, per dirla con Barthes.”
E’ il giudizio che il critico Vincenzo Ostuni dà sull’ultimo libro di Gianfranco Carofiglio. Che prima di reagire con una querela, spiega:
“Bisogna evitare di confondere libertà di espressione con libertà d’insulto. Dica pure dove e quando i miei libri non gli piacciono, ma ammetta di aver sbagliato a trascendere sul piano personale.”
Concordo. Prima Ostuni tiri fuori i passi dove Carofiglio esalta ristoranti che vi servono in tavola pesci vivi a temperatura ambiente, dopo faccia tutte le critiche che vuole anche sull’autore……………………………

Cremona 29 09 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Next »