Archive for agosto, 2012

ago 30 2012

un attimo di sosta 30 08 2012

Published by under cronaca cremonese

UN ATTIMO DI SOSTA
Fermiamoci a riflettere: criticare le, ehm, incertezze, del sindaco Pivetti è facile, collabora senza farsi pregare troppo. E, se deponiamo il fastidio preconcetto, diverte. Però, sinceramente, il grigiore da politici in gessato di Bodini e Corada, mai una volta che strappassero una ghignata, anche solo di cortesia…..

Cremona 30 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 30 2012

chi è il corrotto 30 08 2012

Published by under costume,cronaca nazionale

CHI E’ IL CORROTTO
Un ministro professore: la corruzione non è più qualcosa di cui discutere. Serve una politica concreta e urgente impostata sulla prevenzione. Piani delle singole amministrazioni, trasparenza nelle nomine, individuazione delle responsabilità, eccetera, sono misure che possono apparire talvolta eccessive eccetera, anche nei confronti dell’evasione c’era assuefazione e adesso in tanti pretendono lo scontrino fiscale eccetera, così bisogna fare anche con la corruzione eccetera eccetera eccetera…
Professor ministro, sembra ci stia impartendo la Lezione: la corruzione è da curare fra di voi, non da noi. Noi ci limitiamo a pagare il conto.

Cremona 30 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 30 2012

in attesa di risposta da nessuno 30 08 2012

Published by under cronaca cremonese

IN ATTESA DI RISPOSTA DA NESSUNO
Chiude un negozio storico del centro di Cremona, Il sogno del baby, corso Vittorio Emanuele, ma non per la crisi, guadagnava ancora, assicura il titolare: chiudo perché vado in pensione.
Nessuno però lo compra, insiste il giornalista.
Era in vendita da un anno, nessuno si è fatto avanti. Il titolare di un negozio deve avere tanto spirito di sacrificio, nessuno, oggi, vuole più dedicarsi a un’attività dove si lavora soprattutto durante le feste, mentre tutti gli altri sono a casa con la famiglia.
Che dicono gli Ascomiti?

Cremona 30 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ago 29 2012

safety first 29 08 2012

Published by under cronaca nazionale

SAFETY FIRST
Notiziona sul Corriere on line. Un primario, convinto di dar prova di senso civico, interviene sui test di ammissione alla facoltà di medicina:
“quanto a me non so se l’avrei passato l’esame di ammissione, forse no, di domande ne ho sbagliate almeno 15. E avrei dovuto rinunciare a tutto quel che ho avuto dal mio meraviglioso lavoro.”
Lui però, per non saper né leggere né scrivere, si guarda bene dal fare il suo nome. I Professori sarebbero capaci di cacciarlo dall’ospedale e dirottarlo a matematica o scienze sociali…..

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 29 2012

piccolissima italia 29 08 2012

Published by under cronaca nazionale

PICCOLISSIMA ITALIA
Ore 12. La Stampa è già uscita in carta, oltre che on line, e la notizia, in prima, non è di quelle tanto per riempire la pagina in agosto: è l’inizio di una lunga intervista con l’ambasciatore Usa in Italia 1993/97, Reginald Bartholomev, con ricordi a dir poco pesanti sul periodo Mani Pulite.
Gli altri grandi fogli on line: silenzio.
Invidia? Rabbia? Paura di far pubblicità a un concorrente? Sfiducia?
Sono maligno io, manca lo spazio, molto dedicato alla notizia davvero importante, nel senso che procura ben più lettori: Silvio e Veronica hanno rapporti civili, ma l’accordo è ancora lontano.
Neanche per chiedere la propria versione ai tanti citati, ancor oggi sulla scena. A cominciare dai Procuratori manipulisti di Milano, accusati apertamente di tenere le indagini a stretto contatto col console americano; di violare pesantemente la legge col carcere preventivo; D’Alema, convocato per sentirsi dire: se la smetti di fare il comunista possiamo collaborare, e naturalmente non se lo fa ripetere due volte.
Ecco la gemma:
“Tra le iniziative di Bartholomev ci fu quella di far venire all’Ambasciata il giudice della Corte Suprema Usa Antonino Scalia, sfruttando una sua visita in Italia, per fargli incontrare sette importanti giudici italiani e spingerli a confrontarsi con la violazione dei diritti di difesa da parte di Mani Pulite. Bartholomev non fa i nomi dei giudici italiani presenti a quell’incontro nella residenza romana, ma ricorda bene che nessuno obiettò quando Scalia disse che il comportamento di Mani Pulite con la detenzione preventiva violava i diritti basilari degli imputati.”
Se i sette ci sono ancora, immagino la corsa, oggi, a dire: io c’ero!
Ma è un Italia piccolissima nei principi, quando si devono applicare, non quando sono ancora sulla linea di partenza. Basta guardare la carriera di Di Pietro, il moralista tuttiglialtringalera: il Tribunale di Brescia l’ha assolto, s’è fatto dare i cento milioni e li ha restituiti solo una volta scoperto, la Mercedes, le cause per la moglie avvocato, il pagamento dei debiti di gioco (400 milioni) del suo amico, e non ricordo il resto, atti che, decide il Tribunale, commessi da lui non sono reato. Al massimo, fosse rimasto in magistratura, un provvedimento disciplinare……
Passi il riguardo per l’ex collega, ma che raccolga il 5% dei voti da gente che lo scambia per l’agenzia ripara torti……

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 29 2012

sempre nemici 29 08 2012

Published by under cronaca nazionale

SEMPRE NEMICI
Il cardinal Bagnasco, a nome, immagino, del Papa: rifondare politica e Stato, la famiglia deve essere sostenuta.
Sempre in linea col pensiero di Gesù, è un’Annunciazione chiara, sta per tornare lo Stato Pontificio.
Contro la Lega o si fermerebbe ben sotto il Po?

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 29 2012

tutta colpa di germanà 29 08 2012

Published by under cronaca cremonese

TUTTA COLPA DI GERMANA’
Alla fine la verità esce.
Premessa: colgo l’occasione per rinnovare l’apprezzamento per l’impegno quotidiano profuso da tutti i componenti del Corpo di Polizia Locale al servizio della città. E’ Pivetti che parla e firma. Sarà una timidissima risposta a Zanolli Vittoriano, direttore della Provincia quotidiano eccetera, che nel suo domenicale del 10 giugno li aveva definiti scaldasedie in attesa di azzannare di multe i cittadini per strada?
Considerato il fisico di ruolo, è tantissimo: se l’Immenso si accorge che ha velatamente criticato il suo portavoce, lo mette in riga per due mesi.
Ma insomma, la storia dei vigili che sarebbero buoni se multano a mitraglia dietro suo ordine, è seccante, rischia di sporcare l’immagine di sindaco che i cremonesi vorrebbero conservare con maggior cura di una mummia, qualcuno deve aver sbagliato al suo posto e chi meglio del comandante Germanà Ballarino che se finalmente capisse di andarsene libererebbe il posto per l’amico del potente?
Ecco, sembra di ascoltare il padron dalle belle braghe bianche, quello che è tanto padrone che se piscia a letto, ha sudato, e tutti ci devono credere:
“Né io, né la Giunta, né il Direttore Generale Massimo Placchi eravamo a conoscenza degli obiettivi che il Comandante della Polizia Locale ha inserito nelle schede di valutazione degli agenti; credete sulla parola a tutti gli eccetera che seguono. Eccetera.”
Il padron dalle belle braghe bianche, imboccato dagli amici eccellenti e potenti, può tante cose; non certamente modificare il passato; che nel caso, non è colpa di Germanà, almeno questo, sono le parole che Massimo Placchi, non sapendo ancora di non dover sapere, aveva consegnato il giorno prima a www.cremonaonline.it, il braccio svelto della Provincia, quotidiano eccetera, per rispondere alle proteste di Enzo Tarallo, della Cisl, sulle multe a cottimo:
“I sindacati hanno disdettato l’accordo sul sistema di valutazione dopo averlo firmato. Dal punto di vista tecnico e giuridico l’Amministrazione può legittimamente procedere. L’obiettivo principale è il presidio del territorio, le multe vengono di conseguenza. Non il contrario.”
Cioè la conferma esplicita, con lo zuccherino: si multa per il presidio, non per la multa.
Tante volte ho criticato Pivetti e la Giunta per gli erroracci di comunicazione, ma qui siamo al di là del bene e del male. La comunicazione migliore è che tacciano. Sempre.

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 29 2012

uno dei tanti segni 29 08 2012

Published by under turismo

UNO DEI TANTI SEGNI
Naturalmente se venite a Ceriana per fare i milanesi in vacanza che esportano civiltà, sarete trattati da milanesi in vacanza che esportano civiltà….
Naturalmente i cerianaschi non sono perfetti, e fra loro litigano anche furiosamente. Uno schizzo. Paese strano, mi dice un amico, vedi due in piazza che se le danno di santa ragione e dopo un mese al bar assieme a farsi l’aperitivo……
Il segno. Tre negozianti di alimentari sulla strada principale, sono affezionato, per essere preciso, ingolosito, da uno, con gli altri mi saluto e basta o entro per il detersivo che il mio non tiene. Mi trattano come il cliente d’ogni giorno……

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ago 29 2012

il seme di giuda 29 08 2012

Published by under cronaca nazionale

IL SEME DI GIUDA
Ha rinnegato Mussolini, Almirante, Berlusconi. Per cosa? per due stanze e servizi a Montecarlo.

Cremona 29 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ago 28 2012

uno sberlone 28 08 2012

Published by under cronaca nazionale

UNO SBERLONE
In Italia i rapporti tra giudici e politici hanno alti e bassi, vittime e oppressori non sono divisi nettamente, ma l’uno due che il Governo ha sparato in faccia ai Giudici in questi giorni fa paura: prima l’invito esplicito a togliersi dalle palle a Ilva Taranto, adesso la riforma per eliminare l’arretrato del civile.
Forse mi colpisce più la volgarità del modo che la sostanza, forse perché per essa i Giudici son capaci di difendersi da soli: ma vorrei proprio vedere, di fronte a certe leggi scadenti nei fini, scritte male, se i Giudici dicessero ai Professori: fatevi da parte, le scriviamo noi.
Non scambiatemi, cari lettori, per uno che non vede le sconcezze che ogni tanto qualche giudice tira fuori, in piena libertà e senza risponderne, Cassazione in primis come la sentenza del “buffone” a Berlusconi. E chiunque ha diritto a protestare, Governo anzitutto, ma per chiedere “un risultato globale”, non per ledere l’autonomia della magistratura intervenendo sui singoli atti.
E che la ministressa Severino scopra che una task force di 200 soggetti, un terzo giudici, due terzi avvocati, possa eliminare in breve tempo l’arretrato del civile, è solo un modo scenico di sputare in faccia agli 8mila magistrati al lavoro quotidiano: siete degli incapaci o dei lazzaroni o entrambi!

Cremona 28 08 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »