giu 25 2012

turbosesso 25 06 2012

Published by at 8:36 am under cronaca nazionale,religioni,sesso

TURBOSESSO

In certe cose non li capisco, in Vaticano. Si lamentano della diminuzione dei fedeli, ma fanno il possibile per ostacolarne le tendenze naturali, poi cedono solo quando la causa è persa. Vedi il divorzio. I ragazzi non ricordano, ma provocarono un referendum per abolirlo, lo persero, insistettero per escludere dai riti i divorziati, oggi, di fronte all’evidenza, ogni cattolico che conti ha alle spalle almeno un divorzio, fan finta di niente.
Così il sesso.
Al suo primo apparire in Roma, Papa Wojtyla si scatenò: due coniugi che, ehm, si uniscono la notte, non per far figli, peggio che gli adulteri. Affinato, o suggerimento di Dio, anni dopo corresse il tiro: il sesso è quasi lecito, ma solo tra marito e moglie per volersi più bene. Tesi che, piccole modifiche a parte, va per la maggiore anche oggi.
Ma santo cielo, questi intonacati non vogliono vedere che il sesso è un motore naturale, come mangiare e dormire, che entra in tutte le faccende umane, cherchez la femme solo perché il forte è ancora il maschio, ma oggi nemmeno le donne scherzano, che è in grado di interrompere, per il suo piacere, anche gli impegni più importanti, che in Italia abbiamo la lezione più diretta, il mai abbastanza ascoltato Berlusca?

Cremona 25 06 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.