mar 31 2012

smentite integrali 31 03 2012

Published by at 7:50 am under costume,Politica nazionale

SMENTITE INTEGRALI

Il Professore, in visita d’accattonaggio in Giappone per conto dell’Italia, ha avuto conferma ch’è possibile smentire tutto: anche lo tsunami di recente opera ha smentito e tolto ogni veleno alle azioni che i maldicenti gli hanno contestato. Non è vero, come hanno scritto i giornalisti, vil razza dannata, incapaci come sempre, pur essendo il loro precipuo lavoro, di capire ciò che gli altri dicono, magari in pubblico, che ha semidistrutto il Paese e causato un’infestazione nucleare: ha solo rimodellato il territorio.
Per cui la smettano i pennivendoli italiani di mugolare che Lui, figuriamoci, un Professore, avrebbe detto d’aver più consenso dei partiti. Al solito, hanno estratto dalla complessità del suo discorso ciò che faceva loro più comodo per spacciar copie, per la necessità di battere la sempre più invadente concorrenza delle notizie su internet…
Cito dalla letterona al Corriere: “comincia a diffondersi l’apprezzamento per ciò che il nostro Paese ( a scanso di equivoci per eventuali future contestazioni, non è stato lui, abbiamo scelto noi, n.d.r.) ha saputo fare in pochi mesi in termini di riduzione del disavanzo, riforma delle pensioni, liberalizzazioni.”
Dio mio, a essere pignoli come un bocconiano, di liberalizzazioni s’è visto ben poco, a cominciare dai privilegi dei politici, benefit dei Presidenti compresi.
“Se da qualche mese l’Italia ha imboccato risolutamente la via delle riforme, lo si deve in parte al Governo, ma in larga parte al senso di responsabilità delle forze politiche che etc etc.”
Non sto a ripetere, come mio uso, il resto della predica che si trova comodamente, e integrale, su google, solo il pezzo, dopo lo tsumani, che più mi ha divertito. Eccolo:
“i partiti politici stanno vedendo che gli italiani sono molto più maturi di quello che pensavamo: la gente sembra apprezzare un modo moderato e non gridato di affrontare i problemi etc.”
Lui e i partiti politici giudicano se gli italiani sono maturi? Lui e i partiti politici che a noi, percettori di redditi mediocri, impongono immediatamente aumenti di tasse, bollette etc, in cambio di diminuzioni di servizi, e loro, ai loro Presidenti di Camera e Senato, per dirne una, tolgono pian piano i benefit, mantenendoli fino al 2023?
Noi sembriamo apprezzare un modo moderato etc? Caro Professore, inquilino del Governo, per il suo bene tenga a mente un ovvio conteggio: fin che ci togliete il di più che avevamo, frutto del nostro lavoro, non delle vostre porcherie, a conforto, dia un’occhiata ai contributi elettorali Margherita gestiti dal buon Luigi Lusi, mugugniamo e basta, ma se arrivate a incidere l’osso, i signorini della No Tav potrebbero sembrarvi boy scout in vena di scampagnata……

Cremona 31 03 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.