mar 30 2012

bravo professore 30 03 2012

Published by at 6:47 am under cronaca nazionale

BRAVO PROFESSORE

Potenza dei mezzi di comunicazione! Anche da Tokio, in viaggio di lavoro per illustrare i suoi miracoli, il Professore fornisce la lezione quotidiana: si tacciano i partiti, io ho il consenso della gente, loro no!
Le solite due parole di commento. Quando dei sondaggi parlava B, li aveva fatti accomodare lui, per Monti no, sono più “conteggiosi” di uno spoglio elettorale. La gente, come direbbe in trasmissione Sant’oro, è contenta del suo lavoro?
La gente, me compreso, ha letto gli effetti benefici della cura Monti sugli indici delle Borse, spread soprattutto, un po’ meno su quella azionaria, silenzio quasi completo sul petrolio che viaggia stabilmente oltre i 100 dollari. Ha letto gli annunci della riforma del lavoro, che intanto continua a mancare, che verranno applicate le addizionali delle Regioni e dei Comuni, che in parole povere fungono da contraltare al rinnovo dei contratti, che da decenni ci aveva abituati, per il solo decorso del tempo, la busta paga deve aumentare, guadagni o no il padrone, privato o Stato che fosse….
Rinnovo contratti, nell’agenda del Professore nessuna parola.
Da marzo invece la busta stipendio/pensione verrà rinnovata dal prelievo delle addizionali, che non sto a ripetere per esteso perché se vi interessa lo trovate su google: tranne chi muore di fame, da 50 a 250 euro in meno tutti i mesi, e i 250 li si gode da 3200 euro lordi in su, cioè entrate decorose ma non da nababbi. E, in ossequio alla Costituzione sempre rinfacciata a B, che prevede la tassazione progressiva, che voi guadagniate 3200 lordi o 10mila, sempre la stessa aliquota, per cui anche togliendo 500 euro a chi guadagna tanto, di uguaglianza se ne vede ben poca. Perché il Professore, giustamente, s’è ben guardato dall’offendere i redditi dei suoi compagni di ceto sociale.
A giugno taglia il traguardo la nuova tassa sugli immobili, prima casa compresa, in autunno, si sa, è la stagione triste, probabile aumento dell’Iva.
Quando la gente, che preferisce lui ai partiti, comincerà a sentirsi più magra, da marzo in poi, vedrete, cari lettori, il gradimento: invece del loden il Professore si troverà costretto a indossare ogni momento la corazza, estate compresa.
E anche qualche sinistro comincerà a capire che togliere di mezzo Berlusconi per compiacere la speculazione internazionale, Repubblica, Vendola, Bersani e Di Pietro, non è andata a suo vantaggio.

Cremona 30 03 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.