Archive for gennaio, 2012

gen 30 2012

punti di vista 30 01 2012

Published by under costume,cronaca nazionale

PUNTI DI VISTA

Ci sta tutto, peggio ancora se ci sono scontri, vittime, ma un titolo della Stampa sarebbe da esaminare bene:
Ieri in centro corteo senza disordini: ma i danni ammontano a migliaia di euro.
E’ il solito gruppo dei No Tav, che stavolta abbandonano la valle e sfilano a Torino. Si sono limitati, oltre ad occupare la strada, a scrivere sui muri. Poca roba, sia per il giornalista, che evidentemente abita da un’altra parte, che per uno dei leader, Alberto Perino, che spiega: noi siamo abituati ad aver rispetto per le cose altrui. Lo confortano i guazzabuglisti del SELP (sinistra, ecologia, libertà, peperoncino rosso): gli uccelli del malaugurio, che speravano in incidenti, sono rimasti delusi. Ora non cerchino un alibi in pochissimi atti isolati come le scritte sui muri.
Il movimento contesta l’indagine della Procura (non è solo B a rifiutare il processo, n.d.r.): la tesi è che non ci sono No Tav buoni e No Tav cattivi, ma No Tav che esercitano il diritto alla disobbedienza civile.
Insomma, c’è chi le leggi se le fa ad personam, chi le interpreta ad personam….

Cremona 30 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

gen 30 2012

incompleto 30 01 2012

Published by under cronaca cremonese

INCOMPLETO

La Provincia, quotidiano di Cremona, presenta così il terremoto:
IL NORD HA TREMATO ANCORA, CREMONA, FUGA DAGLI UFFICI
Pubblici, avrebbe dovuto completare……..

Cremona 30 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 30 2012

berlusconi ignorante 30 01 2012

Published by under Berlusconi

BERLUSCONI IGNORANTE

Invece di sputar fuoco e veleno sui giudici, invece di difendersi “dal processo”, invece di pagar milioni agli avvocati, avrebbe dovuto imparare dal presidente emerito Scalfaro: NON CI STO!

Cremona 30 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 29 2012

un po’ ciascuno 29 01 2012

Published by under costume

UN PO’ CIASCUNO

Finora solo su noi vecchietti al ricovero, quando non abbiamo più forze e amici che ci sopportino. Sarò di parte, ma mi consola la notizia: a Brescia un altro asilo degli orrori, un video filma le violenze, arrestata maestra di 52 anni, i piccoli venivano tirati per i capelli, messi in isolamento e costretti ingoiare il cibo rimesso.
Brenno, che si ostinano a chiamare barbaro, l’aveva urlato: guai ai vinti!

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 29 2012

libertà va cercando 29 01 2012

Published by under cronaca nazionale

LIBERTA’ VA CERCANDO

E’ dalla sua nomina che, come un pugile suonato, il ministro della giustizia Severino continua a ripetere: il problema sono le carceri. Se per lei è così, le abolisca, ma la pianti di infastidire i cittadini che, prima danneggiati dai suoi ospiti, adesso si devono sentire colpevoli del loro malessere.

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

p.s. gli avvocati, che protestano col bavaglio alla bocca, forse volevano metterlo sulle orecchie per non sentirla?

One response so far

gen 29 2012

rime baciate 29 01 2012

Published by under costume

RIME BACIATE

Un titolo sopra l’altro sulla Stampa on line:
Scola: da vent’anni estraneo a Cl, e non c’entro nulla con Formigoni
Cassazione: avere parenti mafiosi non vuol dire far parte del clan
Interpretazioni a iosa, meglio di un gioco a incastri….

Cremona 29 01 2012 ww.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

gen 29 2012

che rompiballe 29 01 2012

Published by under barzellette

CHE ROMPIBALLE

Titoli on line: la Finanza nella Milano dei Vip, caccia ai furbetti dello scontrino. Blitz stile Cortina nei locali tra Brera e corso Como.
Li hanno perseguitati a Natale in vacanza , adesso in città quando lavorano. Un po’ di sensibilità, diamine. A voi della Finanza interessano solo le prime pagine?

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

gen 29 2012

comunisti vs gesuiti 29 01 2012

Published by under Politica cremonese

COMUNISTI VS GESUITI

Giancarlo Schifano, consigliere valorista, nella sua commovente ingenuità l’aveva proposto: noi politici per primi diamo il buon esempio, rinunciamo ai permessi auto, quando abbiamo un impegno in Comune, l’ufficio ce lo spedisce volta per volta via mail.
Anche così è un’evidente forzatura nei confronti degli altri cittadini, ma è meglio di niente.
La corazzata rossa, unita alla maggioranza, gli aveva subito risposto picche: e quando ci serve per la spesa? ma naturalmente non si può dire proprio così, per cui, nel caso qualcuno si fosse dimenticato, ecco la ripetizione scritta sul sito neodemocratico, firme (a futura memoria, cari lettori) di Maura Ruggeri e Andrea Virgilio:
sulla questione dei permessi per la sosta in centro si cerca di confondere le acque, il Pd sia in Provincia che in Comune si è dichiarato assolutamente disponibile a considerare una proposta di riduzione dei permessi, ad oggi lievitati in modo esponenziale, per tutte le categorie, a partire dagli amministratori che devono dare concretamente l’esempio. Se la giunta Perri vuole andare in questa direzione presenti una proposta complessiva che per quanto ci riguarda verrà presa seriamente in considerazione etc etc …..all’amministrazione mancano la volontà e il coraggio di affrontare il tema e allora si preferisce fare di ogni erba un fascio etc etc.
Per chi non fosse addentro alle segrete cose: 18mila permessi a titolo vario, parte significativa a tutti i potenti fra i cittadini, prassi iniziata dalla sinistra e consolidata dalla destra. Siccome né destra né sinistra ci tengono a inimicarsi i potenti, una proposta complessiva seria non verrà mai presentata, e i compagni che lo sanno si guardano bene dal dire, cominciamo noi.
Propongono un più concreto: si facciano avanti loro. Questa volta i comunisti battono i gesuiti.

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

gen 29 2012

topografia politica 29 01 2012

Published by under cronaca cremonese

TOPOGRAFIA POLITICA

Il Comune di Cremona ha deciso: tutti in periferia.
Su proposta del Kavarna, presentata dall’ambasciatore compagno Merdinmano, basta comizi in centro di gruppi che facciano temere turbolenze.
Purtroppo, la prima vittima è Alternativa Comunista. Sentiamo il portavoce, Francesco Ricci, che usa strumenti comunicativi diversi dal suo collega, le parole: siamo attivi a Cremona dal 2006, abbiamo fatto centinaia di presidi e una festa provinciale al Cascinetto, nel 2009 ci siamo presentati alle elezioni amministrative con la mia candidatura a sindaco (l’abbiamo scampata bella, n.d.r.), non capiamo di quali problemi di ordine pubblico si parli, vorrei sapere dal sindaco Perri chi ha preso questa decisione e con quali motivazioni (che faccia! n.d.r.) si nega a una forza come il Pdac che opera alla luce del sole di essere presente nel centro della città, se la logica è quella degli opposti estremismi per cui si pensa di metterci sullo stesso piano di forze fasciste si sappia che non accetteremo in silenzio, prima faremo volantinaggi in tutto il centro per denunciare questo arbitrio e poi convocheremo una manifestazione nazionale a Cremona chiedendo la partecipazione di tutte le forze della sinistra.
L’appello ha avuto successo. Luca Castellini, coordinatore di Forza Nuova per il Nord, ha detto: esprimo a livello personale la mia solidarietà ad Alternativa Comunista.

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

gen 29 2012

diritto mobile 29 01 2012

Published by under cronaca nazionale,Giudici

DIRITTO MOBILE

Milano, storicamente, è capitale morale d’Italia, e anche oggi lo dimostra. Uno dei nostri principali difetti, stranissimo, è coniugare la fantasia creativa nel privato con l’elefantiasi burocratica, quando si tratta di bene pubblico. Ecco il politico Pisapia, neosindaco voluto dai cittadini, come risolve in fretta le loro faccende, private: per accedere agli assegni del Comune (soldi nostri), basterà, omissis, essere sposati o coabitanti nello stato di famiglia per sussistenza di vincolo affettivo, comprese le coppie dello stesso sesso. Anticostituzionale, protestano i preti, no, sono loro ad essere retroguardia: come diceva Napoleone, l’armata si metta in marcia, l’intendenza seguirà. E continuava, i trattati sono pezzi di carta, come la Costituzionale, ammoderna il Pisapia, in attesa di riforma dove lo dico io.
Il Pisapia, sindaco giustamente di chi l’ha votato, è un avanguardista, ma anche nel Tempio del rispetto delle regole non scherzano. Giovanni Canzio, presidente della Corte d’Appello di Milano, inaugura l’anno giudiziario, e si può già capire tanto dalla data, la fine di gennaio: “la prescrizione? è un agente patogeno. E giù botte, non in italiano, in sentenziese, come da Corriere on line: induce premialità di fatto, scoraggia le premialità legali e trasparenti di riti alternativi, incentiva strategie dilatorie della difesa, implementa oltre ogni misura il numero delle impugnazioni in vista dell’esito estintivo etc etc.
Sono acido, tanto per cambiare.
Premessa: la prescrizione più breve opera in sette anni, quanto basta cioè a laurearsi in legge, fare uno o più master, preparare il concorso in magistratura. Dante ci ha scritto Inferno e Purgatorio.
Non bastano però sette anni a chiudere un processo con la sentenza. Colpa degli avvocati, non ci stanno a far condannare il loro cliente. Che, malvagio più d’un Berlusconi, pretende d’essere sempre assolto. Dal che risulterebbe l’inutilità del processo.
Nemmeno accettano i riti alternativi: se la Procura dice che sei colpevole, ti presenti in aula e chiedi la pena minima. Oppure: rinuncio a qualsiasi tipo di prescrizione, processatemi, signori giudici, quando vi aggrada.
Ha un merito, il presidente Canzio: rispettando la Costituzione, propone, non dispone come Pisapia.

Cremona 29 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

« Prev - Next »