gen 16 2012

stile repubblica 16 01 2012

Published by at 7:11 am under cronaca cremonese,Striscia la Cronaca

STILE REPUBBLICA

Gli amici di Cronaca se la prendono quando li battezzo “La Repubblica” di provincia, ma l’impegno a romanzare la politica ce lo mettono spesso. Arrivano a Cremona i tre gatti di Forza nuova, che diventano importanti solo grazie agli strilli della sinistra unita, ma tre gatti rimangono, proprio come Cronaca conferma con le foto. Salone del Cittanova con dei puntini qua e là, scommetto stupiti di contarsi fino a 50 (cinquanta), almeno il doppio i democratici vari in strada, armati di volti truci, stendardi e megafoni….
Eppure gli emuli di Repubblica partono col titolo a piena pagina: centrodestra in crisi, Forza Nuova lancia l’amo. Poi la descrizione accurata dei fatti, separata dall’opinione: “il nuovo vicino di casa è questo, e compete con le altre forze del centrodestra e della destra, in particolare con la Lega Nord, per la supremazia culturale.”
Accidenti, non so la Lega, ma credevo che noi del Pdl fossimo messi meglio, sia per i numeri che per la supremazia culturale.
Ma forse, capita spesso nel giornalismo d’oggi, il cronista inghiotte senza verifica quel tanto che serve a confezionare l’articolo: “questa conferenza sarà l’inizio di un’attività costante anche a Cremona. Non abbiamo problemi nelle altre città del Nord Italia, siamo ovunque in Lombardia, tranne che a Sondrio”. Luca Castellini dixit. Certo, il dixit deve ancora farsi i numeri, che snocciola orgoglioso: il 2,4% ad Agnadello e Cella Dati, mentre a Cicognolo si è al 4, e in un centro importante come Pizzighettone al 2,8.
E per il futuro? Beh, noi del Pdl dovremmo cominciare a preoccuparci, “Forza Nuova si presenterà alle elezioni comunali di Cremona, forse, e darà forse un appoggio esterno (sì, ma quanti gliene fa perdere?, n.d.r.) a Oreste Perri, se si candiderà ancora al ruolo di sindaco, mentre la Lega in città è all’opposizione.”

Cremona 1 6 01 2012 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “stile repubblica 16 01 2012”

  1. danielaon 16 gen 2012 at 3:08 pm

    Lo scrivo qui anche se non c’entra nulla.
    Leggo dalle notizie brevi su internet: “l’ufficio di sorveglianza di Firenze ha firmato il provvedimento che sancisce la fine della pena di 22 anni per Sofri, per l’omicidio del Commissario Calabresi”.
    Sofri da oggi dovrebbe essere un uomo libero: peccato che lui, libero, lo sia da un pezzo…visto che, presunto moribondo, aveva lasciato il carcere tempo fa e si era “ripreso” così bene che è andato a parlare nelle università e scrive per un giornale!
    Evidentemente le sue condizioni di salute, “non compatibili” con il carcere, sono compatibili eccome con le aule delle università e con le redazioni dei giornali…

  2. danielaon 16 gen 2012 at 6:17 pm

    Scrivo qui un’altra cosa che non c’entra con il tuo messaggio.
    Oggi è l’anniversario di Jan Palach: il 16 gennaio 1969 si diede fuoco per protestare contro l’occupazione sovietica in Cecoslovacchia.
    Quando ero andata a Praga, avevo visto la targa che lo ricorda, in piazza Venceslao.
    Era il 1969: il regime comunista stava dilagando un po’ ovunque, il muro di Berlino c’era già, per poi essere abbattuto 20 anni dopo…chissà come sarebbe stato contento Jan Palach di vedere il crollo del comunismo tra la fine degli anni 80 e i primi anni 90…

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.