nov 30 2011

benedette agenzie 30 11 2011

Published by at 7:30 am under barzellette

BENEDETTE AGENZIE

Ultimo lancio: scoppia il caso Formigoni, voci su asse con la Lega. Scandalo. Che diamine, un po’ di tolleranza, mica si sta sbaciucchiando con Penati….

Cremona 30 11 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “benedette agenzie 30 11 2011”

  1. danielaon 30 nov 2011 at 3:15 pm

    Cosa vuol dire “asse con la Lega”?
    Se si intende essere alleati mi pare che, almeno in Regione, lo siano ancora.
    Se invece si intende che Formigoni si sta avvicinando molto alla lega…bé, cosa c’è di male? La lega non è solo Umberto Bossi e Calderoli…
    O si tratta di “scandalo” perché visto che i leghisti non appoggiano il nuovo Governo Monti, quando la maggioranza dei politici invece lo fa, allora si devono attaccare a prescindere e si deve criticare qualsiasi politico che parli ancora di allearsi con i leghisti?
    Se l’opinione pubblica va in questa direzione (il criticare la lega a prescindere, senza distinzione tra i vari militanti e senza badare a quello che dicono, del tipo “lo dice la lega: è sbagliato senz’altro”), chiunque non si “allinei” con il pensiero unico viene considerato, credo, un po’ male.
    Questa è solo la mia opinione, ma ricordo gli articoli o i servizi al tg di diversi cronisti quando parlano degli “euroscettici”, dei partiti nazionalisti di destra “xenofobi” e “anti-islam” (ho messo le virgolette perché i termini ovviamente non sono miei, ma dei cronisti) che alle elezioni ottengono più voti rispetto alle altre volte e così riescono a entrare in Parlamento, ecc.; ammetto tranquillamente di essere alquanto “euro-scettica” e di essere della destra meno moderata e per quanto mi riguarda essere molto di destra e non essere proprio d’accordo con le società multietniche non vuol dire che mi metto a fare stragi come il norvegese Breivik…mi limito solamente a rimpiangere il passato e a sperare che tutto torni come ai tempi in cui la parola “multi-etnica” era ancora sconosciuta.
    Temine “euro-scettico”: per quanto a qualcuno possa sembrare incredibile, ci sono cittadini (tra cui la sottoscritta) che non volevano la moneta unica, che vedono nell’entrata nella ue dell’Italia un rischio di perdere la propria sovranità nazionale e per come la vedo io, non ha senso pensare di fare come in America, cioè unire gli stati.
    La mia impressione è che è da quando c’è l’euro che, almeno in Italia, i cittadini facciano più fatica dal punto di vista economico; negli anni 90, pur essendoci la nostra moneta, la Lira (che nostalgia…), in Italia non si stava credo niente male.
    Magari è così anche per gli altri paesi, tipo la Germania: fino a un po’ di anni fa, in vacanza (a Senigallia, tanto per nominare ancora una volta un posto per cui stravedo) trovavo molte famiglie tedesche; da quando c’è l’euro, guarda caso, i tedeschi sono calati…forse il marco tedesco era una moneta molto forte e nel perderla i tedeschi ci hanno smenato, chissà se qualcuno di loro rimpiange la loro moneta di una volta…
    Idem per i Francesi, per gli Spagnoli, per i Greci, ecc.
    Invidio gli Svizzeri: non sono nella ue e non hanno l’euro, tra l’altro non risulta che da loro ci sia la crisi.
    Termine “xenofobo”: per quanto mi riguarda, essere diffidenti nei confronti degli immigrati non vuol dire che li si aggredisce o li si insulta senza motivo e per quanto io prenda atto che diversi di loro magari si integrano davvero e lavorano onestamente, questo non mi fa automaticamente passare la diffidenza verso di loro.
    Termine “anti-islam”: ma l’hanno inventato i cronisti?
    Chi usa questo termine dovrebbe rendersi conto che i diffidenti nei confronti dei musulmani non è detto che lo siano diventati da un giorno con l’altro, non può essere che lo siano diventati in seguito ad alcuni fatti particolari che purtroppo si sono anche ripetuti?
    Per me “anti-islam” non vuol dire niente, capirei se avessero usato il termine “anti-integralisti islamici”…
    Essere nazionalista per me non vuol dire automaticamente che c’è il rischio che rinascano il Fascismo o il Nazismo e nemmeno che ci si considera superiori agli altri solo perché Italiani; più di una volta ho fatto paragoni tra italiani e gli altri europei (tipo i tedeschi) a favore di questi ultimi.
    Essere nazionalisti, soprattutto in questi ultimi anni di globalizzazione galoppante (anche, purtroppo, riguardo alla lingua parlata), per me è una cosa positiva.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.