Archive for ottobre, 2011

ott 30 2011

i distinguo 30 10 2011

Published by under costume

I DISTINGUO

Come sempre, fin dall’antichità, se i soldi scarseggiano le colpe dei politici aumentano, e non se ne salva uno, nemmeno gareggiasse con San Francesco….Però un trucco per distinguerli c’è, basta osservare se il politico spinge per un progetto o per la carriera (la propria, non la mia).
Proprio come succede nel Pd a Cremona tra Magnoli e Pizzetti….

Cremona 30 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ott 30 2011

tempi duri 30 10 2011

Published by under cronaca nazionale

TEMPI DURI

Durissimi anche, per la maggior parte di noi da 30 000 euro in giù. Da 90 in su si è quasi intoccabili, ricorderete, proposta del Governo di un contributo temporaneo per due anni, 5 e 10%, sollevazione generale degli afflitti, sparito, al suo posto un generale indurimento delle pensioni, più giusto.
Oggi continua la recita: tutti in pensione a 67 anni, ma solo dal 2026, per un evidente errore di battitura che tra breve sarà corretto in: 2016.
E salgono le prime proteste. Un medico interroga il giornale: vi fareste operare al cervello da un chirurgo 67enne con l’artrosi?
Se è per quello, nemmeno da tanti quarantenni sani come un pesce….

Cremona 30 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ott 30 2011

vent’anni dopo 30 10 2011

Published by under politica internazionale

VENT’ANNI DOPO

La guerra di Libia ha spiegato perfettamente i motivi della guerra d’Iraq….

Cremona 30 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ott 30 2011

è un duro, non canta 30 10 2011

Published by under Politica cremonese

E’ UN DURO, NON CANTA

Il compagno Pizzetti, onorevole Luciano, ha rispolverato il motto di Faruk al tavolo da gioco, quando annunciando poker d’assi e incamerata la posta, all’avversario che chiedeva di vedere le carte le negava rispondendo: parola di Re !!
Così il farukkino di Ca’ d’Andrea ribatte a me ed altri sull’acquisto della vecchia sede del Pci di via Volturno, da due anni sua dimora cremonese: tutto in regola, ma se dite una parola di più vi querelo. A me in particolare precisa: lei non ha titolo a fare domande, e via ai normali insulti, in mezzo alla precisazione che lui in italiano, alla scuola dell’obbligo, viaggiava tra l’ottimo e l’eccellente. Non contento, chiude sicuro che al Partito, zeppo di moralisti appoggiati sui temi di Repubblica, gli permettono di fregarsene di domande come la nostra.
I più vivi complimenti, soprattutto al Partito, e un consiglio, si specchino e si facciano meno domande sul montare dell’antipolitica.

Cremona 30 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ott 29 2011

forzasilvio 29 10 2011

Published by under Berlusconi

Caro Flaminio,

oggi Il Foglio pubblica questa mia lettera:

Gentile direttore,
bisogna stare attenti alle parole, come sapete voi del Foglio.
“Austerità” non fa parte del mio vocabolario. Responsabilità sì, autonomia sì, libertà sì, ma austerità no. La polemica sui “licenziamenti facili” è figlia di una cultura ottocentesca che ignora i cambiamenti del mercato mondiale ed è oltraggiosa per l’intelligenza degli italiani: già ora nelle aziende con meno di 15 dipendenti, dove lavora circa la metà degli occupati, non vige la giusta causa….
Continua a leggere qui: https://www.forzasilvio.it/news/3914

Grazie per il tuo sostegno.
Con viva cordialità,

One response so far

ott 29 2011

oggi a te, domani a me 29 10 2011

Published by under costume,Giudici

OGGI A TE, DOMANI A ME

L’altro giorno avevo commentato sul comico il processo infinito chiuso da una Cassazione, che condannava una signora per aver detto “scioccarellino” a un bimbo. Al tentativo di difesa della donna “non avevo intenzione di insultarlo, altrimenti avrei usato termini più offensivi e quando era solo e la parola scioccarellino è inidonea a ledere l’onore e il decoro di chicchessia, la Cassazione rispondeva: la potenzialità offensiva di una determinata espressione non può essere valutata in astratto, ma deve essere contestualizzata e apprezzata in concreto, in relazione alle modalità del fatto e a tutte le circostanze che lo caratterizzano, per cui anche se l’epiteto in questione appare astrattamente di debole portata offensiva, deve però rilevarsi come nel contesto dei fatti esso fu idoneo a manifestare un disprezzo lesivo del decoro della persona, tanto più in quanto diretto verso un minore di età e in presenza dei suoi coetanei.
Io non voglio entrare nell’esame del caso, la prima reazione sarebbe, a cominciare da me, 50 milioni di italiani dovrebbero essere condannati a ripetizione, con l’aggravante della recidiva, ma nel principio ancora una volta ripetuto dalla Cassazione, che, ben espressi i sani lineamenti della scatola vuota, stabilisce in concreto che il giudice possa valutare i fatti come crede, nel senso più ampio del termine. Basta mostrare ci sia stato un ragionamento, di qualsiasi natura: non sono stato io a darti una coltellata, ma tu, dispettoso, ti sei buttato sul mio coltello mentre sbucciavo la mela….e non ridete, fisicamente ci sta. In nome del Popolo Italiano, che magari non capisce, ma si adegua.
Oggi alla signora, ai vari Berlusconi e berlusconidi, e continuiamo a tacere, ma non facciamo le vittime quando domani capiterà a noi.

Cremona 29 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

ott 29 2011

expertise 29 10 2011

Published by under cronaca cremonese

EXPERTISE

Non dobbiamo restare indietro solo perché cittadini di provincia, anche noi abbiamo diritto a gonfiare il petto dichiarando: civis romanus sum! quindi giù botte a B, confortate da un parere scientifico, deve aver pensato il Piccolo, settimanale indipendente di sinistra distribuito gratuitamente perché non facile da vendere.
Ed ecco il giudizio definitivo, da tramandare ai nipoti, di un amico psichiatra:
“Avremmo voluto toglierci l’immagine di macchiette europee, ma l’attuale immagine all’estero dell’Italia, a prescindere da valutazioni politiche, non può che alimentare gli stereotipi più radicati. Forse anche involontariamente il Presidente del Consiglio finisce per incarnarne molte caratteristiche. Infatti, come si diceva: burloni, giocosi, allegri, dediti alla bella vita, ma poco responsabili, poco inclini al rispetto delle regole e pronti a trovare espedienti ed escamotages. Le risatine di Sarkozy e della Merkel lo hanno certificato.

Cremona 29 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ott 29 2011

lotta continua 29 10 2011

Published by under cronaca cremonese

LOTTA CONTINUA

Appena conclusa la pace di Natale, ecco i commercianti, stavolta uniti, contro la Giunta, senza che la De Bona abbia aperto bocca: nasce o abortisce il nuovo centro commerciale di via Sesto? consueto diverbio a due, sopra la testa dei cittadini che non hanno mai diritto al prezzo più basso.
E mai che gli amici di destra imparino le buone manovre della sinistra: invece di farvi martirizzare da dieci piccoli Super scaglionati nel tempo, un bel Centro Commerciale Unico tipo Ipercoop CremonaPo, ma molto più grande, lotta dura senza paura al momento, e poi dieci anni di tranquillità…

Cremona 29 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

ott 29 2011

amici e no 29 10 2011

Published by under cronaca cremonese

AMICI E NO

Quando si scrive di soldi, che hanno una qualità indubbia, si possono contare, non ci dovrebbero essere che lievi differenze di tratteggio tra i commentatori, eppure leggendo i resoconti di www.cremonaonline.it e il confratello www.cremonaoggi.it
sulla Commissione vigilanza di oggi, parrebbe che le Commissioni siano state due e ciascuno abbia ascoltato la più confacente ai propri desideri…
Summa di www.cremonanline.it, versione rapida della Provincia cartacea:
“Ma sull’operazione trasparenza, fortemente voluta dal sindaco Oreste Perri e più volte sollecitata dall’opposizione, si è scatenata una autentica battaglia, con accuse e contro accuse, cifre che andavano e venivano, proposte che si sovrapponevano l’una sull’altra, rievocazione di episodi di un passato remoto che molti neppure ricordano.”
Bel canovaccio da commedia dell’arte, potrebbe concludere il lettore senza però aver capito cos’è successo.
Il cuore della riunione secondo Federico Centenari, bomber di precisione del neonato www.cremonaoggi.it :
“A ‘stanare’ la maggioranza è ancora una volta il consigliere di Cremona per la Libertà, Ferdinando Quinzani. Preciso come un chirurgo: chi ha preso la consulenza al posto di Pasquali? – ha domandato oggi in commissione Vigilanza -. Lo chiedo perché se l’ha presa qualcun altro vuol dire che serviva, diversamente era inutile. E in questo caso qualcuno ne tragga le conseguenze. Risposta dell’assessore Roberto Nolli: nessuno, la consulenza non è più stata assegnata. Di nuovo Quinzani al termine della commissione: Pasquali avrebbe dovuto dimettersi mesi fa. A maggior ragione adesso: che si dimetta domani mattina. Quanto emerso in commissione, ha chiosato il consigliere, è la prova che quella consulenza aveva come unico scopo gonfiare il suo stipendio.”
Concludo: o Centenari s’è inventato tutto, ma l’ho sempre letto spulciare i fatti, solo dopo l’interpretazione, o….fate voi, cari lettori, perché se faccio io magari incoccio nel benpensante che mi taccia d’esser maligno. Certo che Quinzani è un rompipalle di caratura omerica….

Cremona 29 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info
 

No responses yet

ott 28 2011

forza nuova e testa vecchia 28 10 2011

Published by under Politica cremonese

FORZA NUOVA E TESTA VECCHIA

Dalla Provincia: “Forza Nuova, gruppo di estrema destra, aveva chiesto, una settimana fa, di poter volantinare contro le banche in piazza Stradivari. Preoccupata di possibili incidenti con i no global (bis di merdinmano? n.d.r.), l’Amministrazione comunale, d’intesa con la Questura, aveva negato l’uso di piazza Stradivari dirottando Forza Nuova vicino alla chiesa di San Michele, una zona più defilata.” etc etc etc
Ancora una volta il sindaco Pivetti toglie spazio a Totò. Premesso che , lontananza per lontananza, il Cimitero o la Castelleonese avrebbero dato meno problemi, e che, sempre a causa dei problemi, si isola chi li subisce, non chi li provoca, tanto varrebbe prendere il toro per le corna e snellire il lavoro degli uffici affidando la scelta dei luoghi idonei per tutte le formazioni politiche al Kavarna e al Dordoni…..

Cremona 28 10 2011 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

« Prev - Next »