Mag 05 2011

veleni , 06 05 2011

Published by at 11:46 pm under Politica cremonese

VELENI

Confesso . Oggi pomeriggio esco pregustando il cappottino che al ritorno farò a Luca Burgazzi e Alessia Manfredini , autori del consueto intervento , indenne da qualsiasi impaccio di regole d’ogni natura , sui treni tra Fidenza e Cremona , stupendo il cuore : “ancora una volta il Pd tramite il suo consigliere regionale Agostino Alloni deve fare supplenza ad una maggioranza incapace di governare la città e il territorio presentando , più di un mese fa , una richiesta d’intervento , all’assessore Cattaneo , senza ricevere nemmeno una risposta” , come se Perri avesse maggiori chances di ricevere risposta da un assessore che ignora un Alloni a cui ha obbligo di rispondere , ma , ahimè , al ritorno mi trovo il pezzo di Maura Ruggeri sulle nomine , che chiama vero tallone d’Achille della maggioranza . L’unico rimprovero che mi permetto alla Maura , doppio ahimè , è l’ultimo in ordine di tempo , non l’unico . Il veleno che sa di poter usare è tanto che lo impiega anche , non lo fa mai , per abbellire lo stile del suo pamphlet .
“Pensavamo di aver già visto tutto , ma ci sbagliavamo . Le nomine sono il vero tallone d’Achille di questa maggioranza e può succedere di tutto . Apprendiamo che un partito della coalizione che governa questa città : la Lega Nord , sarebbe pronto a ricorrere al Tar contro il proprio Sindaco . Quello che ci sembra enorme , al di là dell’approfondimento giuridico sulla legittimità o meno della nomina in questione , è il significato politico del gesto che viene adombrato : non solo si mette in discussione una nomina che compete al Sindaco , ma lo si vorrebbe costringere ad una scelta diversa per via amministrativa !”
Con una lussureggiante perfidia politica , che le abbiamo permesso come fosse la nostra più cara amica , la Maura si concede il piacere di sorvolare che Augusto Galli ce l’ha imposto Pipi (Piva&Pizzetti) , per giungere a castigare una Lega che ormai non ha altra scelta che quella giurisdizionale , obbligata da una decisione (si fa per dire) insensata di Perri !
Prendersela con la Maura ? Sarebbe fischiare Messi perché ci segna un gol strepitoso . Adesso Perri vada a tirare la giacca a Montini , elemosinando un consiglio che comunque vada sarà sempre inefficace : bisognava evitare prima di ficcarsi in tanto pasticcio .

Cremona 06 05 2011 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “veleni , 06 05 2011”

  1. danielaon 06 Mag 2011 at 2:55 pm

    Mio commento sulla Maura Ruggeri: dovrebbe essere contenta che Perri voglia confermare Galli, dirigente già nominato dalla sinistra.
    Considerazione mia: la Lega la smetta di comportarsi in modo ridicolo…per me non era il caso di ricorrere al T.A.R. (ma questa penso sia stata una decisione soprattutto dei “capi” locali , tipo Bossi e Carpani …e gli altri leghisti, magari assessori e/o consiglieri avranno dovuto adattarsi e magari mettersi contro Perri controvoglia: ma questa è solo una mia ipotesi)…se proprio loro “non mandano giù” le decisioni di Perri sulle nomine, la prossima volta non lo sostengano, ma per me le segreterie di partito non dovrebbero imporre le cose da fare al Sindaco (la segreteria cittadina del pdl sostiene la decisione del Sindaco: si vede che anche il coordinatore cittadino pidiellino pensa che il Cda e il Presidente delle Autostrade Padane abbiano lavorato bene).
    Quanto alle varie nomine, ripeto il mio punto di vista (che si distanzia “un pochino” dal tuo): io ho votato Perri soprattutto sulla fiducia (ma anche un po’ per il programma), non pensavo minimamente all’eventuale cambiamento dei dirigenti delle aziende pubbliche; si dovrebbe chiedere agli altri 18.453 elettori di Perri (uno per uno) se hanno votato Perri per vedere un cambiamento di dirigenza nelle aziende pubbliche (nel leggere un paio di lettere sulla Provincia nei giorni scorsi, si direbbe che le cose stiano così, ma NON credo, a differenza di quelli che hanno scritto queste lettere, che TUTTO l’elettorato di Perri, nel votarlo, pensasse a un cambiamento di questo genere).
    Riguardo al taglio dei treni: i sinistri dovrebbero prendersela ancora una volta con il “loro” Moretti (ma chissà se lo faranno mai, essendo il suddetto un sinistro come loro…).
    Dal mio punto di vista, non è tagliando treni che si incentiva il trasporto ferroviario.
    Riguardo al taglio delle corse tra Piacenza e Cremona, questa è stata, mi pare, una decisione dell’assessore regionale ai trasporti, ma non della Lombardia, dell’Emilia Romagna…e la Giunta Regionale dell’Emilia Romagna è di sinistra!
    Perché i sinistri cremonesi non se la prendono con il suddetto assessore regionale emiliano? Per loro è più comodo, “forse” prendersela sempre e comunque con la Giunta Regionale Lombarda (e ancora di più con l’assessore Cattaneo), anche se in questo caso non è stata la Giunta Formigoni a voler tagliare delle corse?

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.