Feb 05 2011

deleghe 05 02 2011

Published by at 12:08 am under Politica cremonese

DELEGHE

Sembra che per Oreste i problemi sian tutti lì , e io concordo . Si unissero gli assessori e gli lasciassero solo quella di parlare con Misuracalzini due volte al giorno , oltre che bere tutti i caffè che crede col suo amico Piva . Una volta liberi , costituiscono il Direttorio a far le veci del sindaco . E la Giunta vola col vento in poppa fino al 2014 .
Tra le tante cose che sbaglia è non capire che il problema non è l’assessore , glielo usano sotto il naso come strumento di guerra . De Bona censurosa ? Ma se i rossi con Protti non hanno mostrato rispetto nemmeno per un grande morto !
E i debitori del Festival dopo quattro mesi non avevano ancora pagato ? Ha sentito , Oreste , qualcuno lamentarsi con la stessa ferocia degli anni di ritardo dell’Apic e della raggiunta certezza che non beccheranno una lira ? Eppure tanti sono creditori di entrambi .
Certamente la De Bona non è amata dai commercianti , nei ritagli di tempo in cui sospendono le lotte tra di loro .
La prova di quanto sopra ? Cacciata la bisbetica mai doma , toccherà a un altro , visto il successo .

Cremona 05 02 2011 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “deleghe 05 02 2011”

  1. danielaon 09 Feb 2011 at 3:34 pm

    Consiglio comunale del 7 febbraio: tra le altre cose (interrogazione di Corradi per la libertà religiosa facendo riferimento ai fatti recenti, della Caterina Ruggeri sul “dilagare” delle macchinette mangiasoldi, ecc….non sto a indicarli tutti, dico solo che l’altra sera alle 8 il Consiglio non era ancora finito: si stava parlando delle rette degli asili, ho aspettato che finisse di parlare l’Assessore Alquati, dopodiché dato che invece di votare subito si è messa a parlare la Maura Ruggeri…non sapendo quando avrebbe finito, sono tornata a casa), si è parlato del Festival di mezza estate, con un’interrogazione di Fanti…ribadisco che apprezzo quest’ultimo per il suo modo di fare opposizione, ma nessuno ha pensato di rispondere “voi che parlate di creditori che aspettano di essere pagati da chi ha organizzato la rassegna, non vi ricordate più dei creditori del Comune che, per un pezzo, hanno aspettato di essere pagati da voi quando amministravate Cremona”? Aggiungo io: e meno male che con l’amministrazione di destra i creditori del Comune hanno potuto essere pagati grazie, credo, alla decisione di uscire dal patto di stabilità.
    Non avrei voluto rispondere solo a Fanti, ma anche alla Manfredini che ha parlato di trasporto pubblico (a inizio del Consiglio era presente il presidente della Km, se non ho capito male, che ha presentato dei dati relativi allo stesso), del tipo: se il Comune c’entra con gli aumenti del biglietto della radiale, questo aveva già cominciato ad aumentare con la giunta Corada (il biglietto da 10 corse da 7 € era passato a 8, poi a 9 €), in generale, se il Comune c’entra con lo stato dei trasporti pubblici, questo era già peggiorato non appena la giunta Corada si era insediata a Cremona.
    Riguardo alle macchinette mangiasoldi, l’avevo già scritto, ma lo ripeto: se non c’è una legge “nazionale” che frena le liberalizzazioni per aprire locali del genere, la giunta Comunale, pensavo io, non può fare niente…risposta dell’Assessore Amore (che comunque rispetto) se non ho capito male (stando in fondo, non si segue benissimo): percorsi di formazione per far conoscere la pericolosità di questo vizio…passami quello che ho scritto, ripeto, non riesco a essere più precisa anche perché sulla stampa locale non ho letto niente a proposito di questo.
    Riguardo all’interrogazione di Corradi si sono dilungati un po’, la solita visione delle 2 parti: per una parte libertà religiosa, ma difesa della propria identità e rispetto reciproco, dall’altra parte libertà religiosa sempre e comunque…visto che si può intuire chi sono quelli della libertà religiosa sempre e comunque e cioé la sinistra, avrei voluto chiedere a questi ultimi, se per loro negare ai romeni ortodossi un posto dove costruire la loro chiesa è libertà religiosa…che siano contrari i leghisti, non sarà giusto, ma da loro è “normale” aspettarsi questo, ma quando c’era la giunta Corada?
    Solo i musulmani hanno il diritto di professare la loro religione?
    A voler guardare un posto dove far ritrovare la comunità dei romeni ortodossi (che a quanto pare,non hanno l’intenzione, a differenza di altri, di frequentare “luoghi di culto” dove progettano attentati nella città che li ospita) ci sarebbe, secondo me: uno dei centri sociali, quello in via Mantova (Dordoni) o quello al Cascinetto (Kavarna), ovviamente dopo aver sfrattato gli autonomi.
    Se eventualmente gli autonomi che dovrebbero trovarsi in un’unica sede non vanno d’accordo tra di loro…per me si possono “attaccare al tram”!
    Tornando al Consiglio Comunale: per me sta diventando quasi una “sofferenza” (passami il termine un po’ forte, il mio è un tono un po’ ironico) seguirlo…ma solo per il fatto che, facendo parte del pubblico, non posso né parlare, né rispondere (…ai sinistri).

  2. danielaon 10 Feb 2011 at 9:12 pm

    A proposito di persone che cercano qualcosa: mi riferisco a quelle Associazioni che eventualmente cercano una sede (Associazione Carabinieri, ecc.), avrei un’idea…una delle 2 sedi del Pdl!
    Sembra che ultimamente il pdl si ritrovi nella sede FI di via Baldesio…quella AN rimane inutilizzata, perché lasciarla vuota per niente (ma si può parlare in generale, non solo per le associazioni)?
    Ieri sera, al ritorno dal Filo, come le altre volte nel tornare a casa faccio il viale Po…l’ho ripetuto non so quante volte…tutto chiuso, tutto spento, ma con le bandiere (una è il Tricolore, l’altra quella del partito) ancora fuori; quando ancora c’era AN (con il pdl già non accadeva più) c’erano delle volte striscioni fuori dal balcone con scritto qualcosa…quelli che mi ricordo sono: quelli esposti per il 10 febbraio (giorno del ricordo per le vittime delle Foibe), uno che diceva “abbiamo segato l’ulivo” (questo, mi pare, quando alle elezioni del 2001 la coalizione di Berlusconi aveva battuto quella di Prodi) e uno degli ultimi che diceva “AN verso il pdl” (e questo non mi piaceva proprio come striscione…proprio per quello che c’era scritto).
    Ricordo anche alcuni manifesti di AN affissi ai cartelloni per le strade: su uno c’erano alcune Forze Armate e Forze dell’Ordine e la scritta “grazie ragazzi”, su un altro c’erano dei birmani e la scritta “anche loro sono anti-comunisti”, al momento ricordo solo questi 2, ma di manifesti “a firma pdl” (che non riguardino però solo B) non mi pare averne visti (a me non interessa più di tanto, visto che non voto pdl, ma ad altri simpatizzanti di centro-destra magari farebbe piacere vederne).
    Una volta (forse anche più di una) ho firmato al loro banchetto (raccoglievano firme per intitolare una piazza alle vittime delle Foibe) e, oltre ad avermi regalato un Tricolore dopo che avevo firmato, quelli di Azione Giovani mi hanno mandato una lettera a casa in cui mi ringraziavano per la mia firma…adesso quelle stesse persone farebbero lo stesso? Prendiamo l’esempio dei recenti banchetti del pdl per le firme pro-Berlusconi: a chi firmava regalavano un Tricolore? Hanno mandato loro una lettera a casa per ringraziarli? Magari l’hanno fatto, ma non essendomi recata al loro banchetto, questo non lo so dire.
    Concludo con un accenno al sito pdl di Cremona: è “appena nato” (almeno, con la nuova grafica), c’è ancora tempo per “riempirlo” (anche se il pdl c’è da circa 3 anni e la Giunta Perri da più di un anno e mezzo), ma ricordo quello di AN (di Cremona)…era un piacere visitarlo, adesso questo sito non c’è più…peccato, potevano lasciarlo per i più “nostalgici” (…nostalgici di AN e dei militanti di AN com’erano allora).

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.