dic 29 2010

piccola richiesta 30 12 2010

Published by at 11:45 pm under cronaca cremonese,Politica cremonese

PICCOLA RICHIESTA

Carissimo Oreste , carissimi assessori , carissimi consiglieri d’ogni specie ,
dall’inizio del blog non faccio che protestare per i contributi , sotto forma di pubblicità , che le aziende controllate dal Comune pagano generosamente a welfarecremona , il sito sinistro gestito da Storti Gian Carlo .
Secondo me andavano tolti subito , ma strada facendo ho capito che si sarebbe scatenato il solito vespaio , tipo Cag , Forum etc etc , perché sono contributi non tanto alle persone o al partito , ma per lo sviluppo e la difesa della democrazia .
Bene .
Dichiaro ufficialmente che da questa sera scriverò anch’io , con la testa e col cuore , per lo sviluppo e la difesa della democrazia . Siccome sono molto più divertente dello Storti Gian Carlo chiedo almeno il triplo della cifra a lui assegnata .
Conto specialmente sull’aiuto e la simpatia dell’unico maestro dei conti , l’amico carissimo Roberto Nolli .
Ringrazio e distintamente saluto e , per favore , non fatemi aspettare troppo .

Cremona 30 12 2010 www.flaminiocozzaglio.info

2 responses so far

2 Responses to “piccola richiesta 30 12 2010”

  1. Danielaon 30 dic 2010 at 3:48 pm

    Aggiungo una mia piccola richiesta, ma per un motivo completamente diverso dal tuo: la richiesta di non permettere di vendere petardi.
    Ho letto l’ordinanza con cui si chiede di usarli con buon senso e si impongono alcune cose ma, dato che i petardi non sono solo quelli più “innocui” (per quanto fastidiosi, soprattutto se tirati di continuo) che possono tirare anche i bambini, ma negli ultimi anni qualche disgraziato (termine fin troppo gentile) ha pensato di fabbricare anche quelli molto pericolosi, forse perché sa che c’è gente disposta a comprarli, per me sarebbe meglio non permettere nemmeno la vendita nelle solite 4 postazioni (ma forse io non faccio testo: odio i petardi); ovviamente mi fido del lavoro di Carabinieri, Finanza, Polizia, ma non mi fido né dei venditori, né di quelli che acquistano petardi più potenti, non appena chi controlla si allontana, ci può essere la vendita “sottobanco” dei petardi più potenti, anche se all’apparenza il venditore mette in commercio quelli “innocui”.
    E’ vero che non siamo a Napoli, dove a Capodanno c’è gente che, per una moda assurda, si mette a sparare proiettili veri per aria con il rischio di ammazzare qualcuno (come purtroppo è già avvenuto); a questi individui, potenziali assassini, non importa nulla di rovinare una notte che dovrebbe essere un po’ allegra e trasformarla in tragedia solo perché i botti “innocui” e i fuochi d’artificio non bastano più (quest’ultima è solo una mia impressione).
    Non so negli altri quartieri, ma nel mio (villaggio Po) si incominicano a sentire i petardi anche un po’ prima di Capodanno: 1 o 2 poco prima di Natale, mano a mano che ci si avvicina a Capodanno se ne sentono sempre di più (e negli ultimi anni sempre più potenti…sono questi che mi danno particolarmente fastidio), dopo il 1° gennaio si sentono ancora (ma per me “ha senso” tirarli SOLO la notte di Capodanno) fino all’Epifania.
    La cosa peggiore è che rischiano di essere colpiti quelli che di petardi non ne tirano: i bambini piccoli (che in un attimo di distrazione dei genitori raccolgono questi dannati cosi che rischiano di scoppiargli in mano) o altri che calpestando inavvertitamente (magari c’è buio) un petardo inesploso fino in quel momento, ma che poi scoppia, rimangono feriti. Per colpa di altri.
    Quelli che amano i botti potenti e pericolosi dovrebbero provare ad andare in quei Paesi dove scoppiano le bombe…se tornano chissà se ameranno ancora le cose che scoppiano!
    Piena solidarietà agli animali che sono terrorizzati dai botti, li capisco. Non ho niente contro i fuochi artificiali della Fiera di S. Pietro (ma il botto dei fuochi non mi piace comunque) perché:
    1) li fanno un giorno solo (i botti non vanno avanti per 2 settimane);
    2) sono fatti da persone credo competenti e capaci…infatti a differenza dei giorni che seguono il Capodanno, non si sente mai di persone ferite per questi fuochi artificiali (o altri fuochi artificiali in generale).
    Anni fa non ero così intollerante nei confronti dei petardi (anche se non mi sono mai piaciuti) e soprattutto verso chi li fa scoppiare, ho iniziato a esserlo, mi sembra, proprio negli ultimi anni, da quando si sentono non solo la notte di Capodanno e soprattutto da quando sono diventati più potenti (magari non pericolosi per le persone ma il botto, per me, è comunque fastidioso).
    Questo messaggio è diventato un po’ lungo…mi sa che sto incominciando a considerare il tuo sito come una specie di “sfogatoio” personale, ma mi piace scrivere quello che penso.

  2. adminon 30 dic 2010 at 6:37 pm

    a te , a tutti , insulti esclusi pubblico , volentieri , qualsiasi sfogo su qualsiasi argomento .

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.