giu 08 2010

acustica 07 06 2010

Published by at 5:50 am under immigrati,Politica cremonese

 

ACUSTICA

Salone dei quadri , consiglio comunale , io invecchierò sempre più sordo , ma , attaccato a un altoparlante , ci ho messo dieci minuti per capire che parlavano di Caorso . Forse è per quello che non c’è mai pubblico . Comunque ho avuto una conferma , i compagni e gli italiani valorosi non hanno ideologie , le hanno gli altri , loro solo idee , ça va sans dire , esatte . Difatti quando l’italiano valoroso s’è messo a dire che vicino alle centrali si muore quattro volte di più , sulla fiducia , s’è udito il rumore , anche noi sordi , di vigorosi sfregamenti di palle . Noi che soffriamo di ideologie non vogliamo capire che l’energia solare basta e avanza . Per farci sorpassare anche dal Nepal . Inutile l’autodifesa di Domenico Maschi , da amici e nemici ribattezzato San Pazienza perché dopo un’ora di forte turbativa alle orecchie riesce a trovare la forza di rispondere cosa parliamo a fare , tanto decidono a Roma i nostri maggiori .

Compagni e italiani valorosi non agitano perfidi timori sulle sciocche credenze della gente , come fa la Lega sputtanando gli immigrati , clandestini compresi , anche qui ça va sans dire . Loro parlano per la verità . Scientifica .

Il professor Tuttoloni , della facoltà di Chissadove , ha spiegato al recente convegno di Casalmaggiore , un Po di Festa , non essere vero il timore propagato a bassi scopi elettorali dalla Lega : nemmeno i clandestini sono pericolosi , se li si lascia fare tutto quel che vogliono , come risulta da ampi studi della sua Facoltà , pubblicati da Feltrinelli . Anzi , grazie alla propaganda verso i loro connazionali rimasti in patria renderebbero sempre più famoso il nome dell’Italia nel terzo mondo . Con le conseguenze che si possono immaginare .

Cremona 07 06 2010 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “acustica 07 06 2010”

  1. danielaon 25 feb 2011 at 10:25 pm

    Si vede com’è diventato famoso il nome dell’Italia nel terzo mondo: e’ notizia di pochi giorni fa, in Libia qualcuno del popolo libico avrebbe chiesto aiuto all’Italia…si badi bene…ha chiesto aiuto all’Italia, non ad altri paesi o all’unione europea!
    Evidentemente hanno visto che a conquistare la fiducia degli italiani, poi basta chiedere le cose (togliere i crocifissi, cambiare i menù della mensa, avere le moschee…), non c’è bisogno di colonizzarci con gli attentati!
    Oh, com’è diventato famoso il nome dell’Italia nel terzo mondo!
    Certo, faranno la propaganda lanciando messaggi tipo “una volta arrivati in Italia, visto il permessivismo che c’è, state lì, non trasferitevi in altri paesi”!
    Ma non mi risulta che negli altri paesi europei siano messi meglio: per esempio in Inghilterra, anni fa, sembrava che volessero togliere dalla circolazione i biglietti d’auguri di Natale e la festa del Natale volevano chiamarla “festa dell’inverno” per motivi che si possono immaginare…in “rispetto” ai musulmani (può essere che ci siano musulmani di nazionalità inglese, ma secondo me, la maggioranza dei musulmani sono immigrati)…da rimanere senza parole, tanto questa cosa era assurda (e l’Inghilterra era già stata colpita da terroristi musulmani, nel 2005…com’è che dopo una cosa così, si sia pensato di rinnegare usanze del luogo per “riguardo” a qualcuno di un altra religione, visto che, guarda caso, gli attentatori appartenevano proprio a questa religione diversa?).
    Peccato che poi, a lasciare che questi individui facciano quello che vogliono, questi si sentano in diritto di pretendere sempre di più, di progettare attentati nel paese che li ospita (prendendo per i fondelli le autorità che, fidandosi, avevano dato loro un luogo dove trovarsi), di fare cortei che arrivano davanti al Duomo (simbolo dei milanesi di religione Cristiana), di aggredire Cristiani Copti (qui in Italia, paese NON islamico, che li ospita!).
    I buonisti a ogni costo pensano forse che a far fare agli immigrati tutto quello che vogliono, accogliere tutte le loro richieste, poi questi ci rispetteranno? Ma io non credo proprio: gli individui prepotenti che rispetto potranno mai avere per gente che, per quieto vivere, per ostentare integrazione o per chissà quali altri motivi, sono disposti ad annullare le proprie tradizioni religiose per “rispetto” a quelli di un’altra religione?
    Notizia di oggi: 6 immigrati a Brescia incitavano all’odio contro Cristiani ed Ebrei, minacciavano gli immigrati, presumo musulmani, che volevano integrarsi, soprattutto minacciavano le ragazze che frequentavano i coetanei occidentali…ma individui così vanno sbattuti all’istante fuori dall’Italia! Invece: qualcuno ai domiciliari, qualcuno in carcere.
    Cosa si fa? Si aspetta che mettano qualche bomba per capire che sono veramente pericolosi?
    Ma io confido nel mio Ministro preferito: Roberto Maroni…penso che se il giudice dovesse stabilire, al processo, che sono pericolosi, Maroni sarebbe ben disposto a firmare l’espulsione dall’Italia (come già fatto per altri terroristi).
    Non so se questi immigrati a Brescia frequentassero qualche moschea…se così fosse, se anche altri musulmani la frequentano, comunque la moschea andrebbe chiusa.
    Quelli che vogliono progettare attentati, lo farebbero comunque, ma almeno non passano per “fesse” le autorità che concedono spazi a individui che non se li meritano.
    Provo a ipotizzare la situazione se io, credente di religione Cristiana, dovessi vivere in un paese musulmano: sapendo che in quei paesi, molte volte i credenti di religioni diverse rischiano di essere uccisi, mica chiederei di avere una Chiesa dove pregare, questo anche se i Cristiani fossero un certo numero…piuttosto tirerei fuori crocifisso, rosario, immaginette varie e pregherei per conto mio, in casa mia.
    Perché i musulmani non fanno la stessa cosa nei paesi che li ospitano?
    Da notare che sono i musulmani che hanno delle pretese, non gli Ebrei, non gli Indiani, non i Buddisti…

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.