feb 27 2010

furbo come un cremonese 27 02 2010

Published by at 11:49 pm under Politica cremonese

 

 

FURBO COME UN CREMONESE

 

Uno sfortunato creditore , letta sulla Provincia del 27 la notizia che né Comune né Provincia intendono pagare i debiti di Apic , mi chiede : perché non scrivi ? Eccolo accontentato , a parte il fatto che sull’argomento ho già scritto tutto quel che si può scrivere . Perché i due enti dovrebbero pagare un debito che , come sottolinea ancora una volta quell’autentico mastino dei conti pubblici Roberto Nolli , nella vita professionale guarda un po’ , dottore commercialista e revisore dei conti , nessuno spiega come abbia fatto a nascere e , soprattutto crescere e ingigantire per un sacco d’anni ? perché i padri padroni responsabili non si porgono fuori battendosi il petto : sono stato io ? Un debito che sarebbe barzelletta se non ci fossero dei poveri cristi creditori che si son fidati , ahi loro , a prestar soldi sulla posizione pubblica dei supposti garanti … nato dio sa o il diavolo ammonticchiando mostre come “I Dinosauri” dove bisognava prenotare mesi prima . Fosse rimasto piccolo sarebbe un conticino come quello dei Viaggi della memoria , ha voluto crescere ed è rimasto senza padri . Finito di ridere , chi può , è roba da cremonesi , Torchio dà la colpa a un suo impiegato dirigente che , salvo miracoli di Palazzo di Giustizia , dimostrerà facilmente d’aver eseguito degli ordini . Intanto , col sottofondo di finanziamenti pubblici , la stampa su carta e on line continuerà a vantare onestà e precisione della sinistra nell’aiutevole ahinoi silenzio della destra . Che con l’ingaggio dell’oriundo andreottiano Montini insiste nel dar saggi di comunicazione : basta fare tutto il contrario . La prima volta passi , ma perché non resti inosservata Oreste ripete , un po’ tortuosamente , ai giornali , d’aver sgridato gli assessori : giocano col cellulare durante il servizio di giunta ! E se non imparano il mestiere gli rimpasta le deleghe . Intanto inizia la campagna elettorale . Non un cane comunicatore di destra , me escluso , che dica a voce alta e chiara come i neodemocratici in un salto concettuale enorme siano passati dal rinnovamento Bizzetti/Peluzzi al premio alla carriera Alloni/Ruggeri , in mezzo la defenestrazione del riottoso Corada eseguita dal commissario politico Magnoli Titta . Invece noi cremonesi di destra , furbi da secoli , presentiamo Capelletti e Carpani (la mia preferenza l’ho dichiarata) , trentenni di valore , per farli battere dall’ereditiere Rossoni .

 

Cremona 27 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.