Archive for febbraio, 2010

feb 28 2010

zanollata in area 28 02 2010

 

 

ZANOLLATA IN AREA

 

Zanolli Vittoriano , direttore della Provincia , ha un difetto non lieve per un giornalista : la scrittura imprecisa . Sentite la recensione d’un ristorante su Più del 27 febbraio : i veri gourmand apprezzeranno il pesce crudo che non viene servito ghiacciato , ma ancora vivo e a temperatura ambiente .

Per fare un servizio completo ai lettori avrebbe dovuto aggiungere se il locale fornisce la canna da pesca o la rete o se è necessario portarle da casa . Sarebbe stato carino aggiungere anche un parere legale sui rischi del piatto , visto l’impegno della nostra Procura sul canile .

Infine , ma non vorrei sembrare un persecutore , considerate le difficoltà di cui il nostro soffre con la lingua madre , gourmand è il mangione , il buongustaio in francese si chiama gourmet .

Il resto della recensione non raggiunge questo picco .

 

Cremona 28 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

feb 27 2010

furbo come un cremonese 27 02 2010

Published by under Politica cremonese

 

 

FURBO COME UN CREMONESE

 

Uno sfortunato creditore , letta sulla Provincia del 27 la notizia che né Comune né Provincia intendono pagare i debiti di Apic , mi chiede : perché non scrivi ? Eccolo accontentato , a parte il fatto che sull’argomento ho già scritto tutto quel che si può scrivere . Perché i due enti dovrebbero pagare un debito che , come sottolinea ancora una volta quell’autentico mastino dei conti pubblici Roberto Nolli , nella vita professionale guarda un po’ , dottore commercialista e revisore dei conti , nessuno spiega come abbia fatto a nascere e , soprattutto crescere e ingigantire per un sacco d’anni ? perché i padri padroni responsabili non si porgono fuori battendosi il petto : sono stato io ? Un debito che sarebbe barzelletta se non ci fossero dei poveri cristi creditori che si son fidati , ahi loro , a prestar soldi sulla posizione pubblica dei supposti garanti … nato dio sa o il diavolo ammonticchiando mostre come “I Dinosauri” dove bisognava prenotare mesi prima . Fosse rimasto piccolo sarebbe un conticino come quello dei Viaggi della memoria , ha voluto crescere ed è rimasto senza padri . Finito di ridere , chi può , è roba da cremonesi , Torchio dà la colpa a un suo impiegato dirigente che , salvo miracoli di Palazzo di Giustizia , dimostrerà facilmente d’aver eseguito degli ordini . Intanto , col sottofondo di finanziamenti pubblici , la stampa su carta e on line continuerà a vantare onestà e precisione della sinistra nell’aiutevole ahinoi silenzio della destra . Che con l’ingaggio dell’oriundo andreottiano Montini insiste nel dar saggi di comunicazione : basta fare tutto il contrario . La prima volta passi , ma perché non resti inosservata Oreste ripete , un po’ tortuosamente , ai giornali , d’aver sgridato gli assessori : giocano col cellulare durante il servizio di giunta ! E se non imparano il mestiere gli rimpasta le deleghe . Intanto inizia la campagna elettorale . Non un cane comunicatore di destra , me escluso , che dica a voce alta e chiara come i neodemocratici in un salto concettuale enorme siano passati dal rinnovamento Bizzetti/Peluzzi al premio alla carriera Alloni/Ruggeri , in mezzo la defenestrazione del riottoso Corada eseguita dal commissario politico Magnoli Titta . Invece noi cremonesi di destra , furbi da secoli , presentiamo Capelletti e Carpani (la mia preferenza l’ho dichiarata) , trentenni di valore , per farli battere dall’ereditiere Rossoni .

 

Cremona 27 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 26 2010

fastweb:che palle questi giudici 26 02 2010

Published by under Giudici

 

 

FASTWEB : CHE PALLE QUESTI GIUDICI

 

Spesso la legge non è come viene applicata , nasce dal buon senso e dal rispetto di ogni appartenente alla comunità . L’imputato può essere tenuto in carcere prima dell’eventuale condanna definiva se si teme una sola di queste possibilità : fuga – ripetizione del reato – inquinamento delle prove . Silvio Scaglia , amministratore di Fastweb al tempo degli eventuali reati , è all’altro capo del mondo quando apprende dai giornali d’essere il principale imputato . Qui non mi interessa sapere se è colpevole o no , se è simpatico o meno , voglio parlare solo di strutture , perché il principio è il solito : se è esatto che oggi capiti a Scaglia , ricordati che domani può succedere a te . Scaglia potrebbe restare all’estero ma rientra quindi pericolo di fuga , per definizione , non c’è , in Italia non ha cariche operative di alcun tipo e non può ripetere il reato , se voleva o poteva inquinare le prove o lo ha già fatto o restava all’estero . Infine , i PM lo interrogheranno ma è chiaro che prima o poi lo devono rimettere in libertà . Allora dov’è il senso del carcere , ricordandoci anche che Scaglia ripete d’esser stato interrogato su quei fatti tre anni fa , e potrebbe essere riconosciuto innocente al processo ? B esagera spesso quando si sfoga sui giudici ma se prendiamo atto per atto tutti i torti non li ha .

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 26 2010

centocinquantesimo 26 02 2010

Published by under Politica nazionale

 

 

CENTOCINQUANTESIMO DELL ‘ UNITA’ D’ ITALIA

 

Dipende sempre dal punto di vista , festeggiare il 150° al tempo dell’Unione Europea può sembrare un vezzo da signori incipriati . Ma se indaghiamo la nostra essenza di uomini moderni , siamo anche il risultato dei secoli che ci hanno preceduto , e in occidente seduti comodi su una poltrona della mitica età dell’oro . E se ci piace mantenere ciò che siamo è bene non perdere nulla del passato più significativo . Al Filodrammatico Agostino Melega ha riunito due gloriose associazioni , la Mazziniana e la Zanoni , che assieme al direttore Mantovani e Angela Bellardi , dell’Archivio di Stato , han messo giù i primi schemi per ricordare l’anno prossimo le gesta dei nostri padri . Agostino è , ancora una volta , il collante . Meglio , ci ha fatto leggere un biglietto da visita scherzoso , dove si definisce “costruttore di relazioni” . E’ anche questo , io aggiungo : sollecitatore continuo di idee . La prova ne è la sua vita stessa . Quando i “sollecitati” , riescono a diventare “istituzione” la prima cosa che fanno è metterlo in un angolo perché in tempi di pace il sollecitatore continuo è pericoloso come una bomba in guerra .

A volte , cari lettori , mi viene il sospetto d’essere un rompiballe . Sentite la mia domanda , non solo alle nostre due benemerite associazioni , ma a tutte le loro consorelle d’Italia , a proposito di questa benedetta Unità . Chi trova , dall’Alpe a Lampedusa , anche piccolo piccolo , un paesino che scelto da un governo centrale o regionale come luogo di discarica abbia risposto : sì , grazie , il mio territorio è proprio quello adatto .

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozazglio.info

4 responses so far

feb 26 2010

l’importanza di chiamarsi fini 26 02 2010

Published by under Politica nazionale

 

 

 

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI FINI

 

Scandalo Fastweb , fondato e concesso ai giornali su base intercettazioni .

Chi si chiama Di Girolamo prima ancora di riuscire a spiegar le sue ragioni deve essere espulso dal Senato perché eletto da una legge sbagliata . Solo lui .

Chi si chiama Fini , appena ci si rende conto d’aver sfiorato il maggior nemico di B , si conferma la terza carica dello Stato .

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 26 2010

corpo estraneo 26 02 2010

Published by under Berlusconi,Giudici

 

 

CORPO ESTRANEO

 

La Cassazione annulla senza rinvio per prescrizione la condanna dell’avvocato Mills : in parole povere la Corte d’Appello di Milano avrà fatto anche un bel goal , ma non conta nulla perché in fuorigioco . B naturalmente esulta e gli escono parole inesatte e comprensibili . Con la spocchia che la contraddistingue dagli altri 60 milioni di italiani e ne fa un corpo estraneo la Casta risponde con la voce dei capi .

Cascini : l’ultima uscita del premier richiede un sussulto di indignazione da parte di tutte le persone rispettabili .

Palamara : non accettiamo distinzioni tra una magistratura buona e una cattiva .

Ripeto ancora una volta , i giudici sono padroni della nostra libertà dei nostri beni e a volte del nostro onore , mai della lingua che è patrimonio comune del popolo : Cascini dice che chi difende B non è persona rispettabile , Palamara che tutti i magistrati sono buoni .

Cari lettori che mi seguite e aumentate giorno per giorno , spero d’esser stato capace di convincere che accetto ogni critica sulle idee , ma non vorrei mai esser tacciato di falso sui fatti . L’insulto , come ricorda la giurisprudenza continua , non è solo la parolaccia ma anche una serie di comportamenti . Cercate su google , nome Pietro Ricca , la sentenza della Cassazione (commentata su questo blog a “i capelli di Berlusconi) che ha stabilito lecito dare una sfilza di nomi a B in tribunale , sono tre paginette scritte in italiano comprensibile . Il corpo estraneo in toga non insulta direttamente , questo lo ammetto , è più raffinato ma cento volte più iniquo e crudele . Se pensate che io sia un ottuso tifoso di B , cercate su questo blog alla categoria Inps tutto ciò che ho scritto sull’indifferenza del corpo estraneo in toga alle mie denunce sui reati commessi all’Inps da dirigenza e confederali . Indifferenza identica a quella mostrata per tanti anni verso i finanziamenti illeciti di DC e PSI , fin che erano potenti . Nel caso interessasse , da anni aspetto invano d’essere querelato per diffamazione .

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 26 2010

regionali di marzo 26 02 2010

Published by under Politica cremonese

 

 

REGIONALI DI MARZO

 

Se non ci sono grossi spostamenti passano Rossoni per il Pdl e Alloni per i neodemocratici . Cremaschi . Ma noi cremonesi lo vogliamo davvero ? Direi sì , senza dubbio , perché la nostra passione è far le vittime . Tutti si dimenticano di Cremona , siamo la pattumiera , i poveri della Lombardia , mancano le strade , hanno tolto il pendolino…..quindi votiamo senza perder tempo Alloni e Rossoni . Potremo recitar passione cinque anni ancora .

Bevuta la barzelletta io spero in tanti cremonesi che pensino come me , bisogna battersi e questo marzo è il momento buono perché un consigliere regionale val più di due onorevoli a Roma . Perché il candidato buono ce l’abbiamo , è Chiara Capelletti . Il voto è uno e il mio è senza esitazioni : Chiara . E siccome sono di destra ma non di partito posso permettermi di scrivere ciò che penso . Se non ci diamo da fare passa Rossoni , coperto molto di più dal partito e , soprattutto , dal suo protettore Formigoni . Che io voto come presidente . Ma non accetto che scelga i consiglieri della mia città . Perché altri cinque anni un cremasco che a Cremona viene solo a raccogliere al tempo del voto ? Perché rinunciare a Chiara ? per male che si voglia pensare di lei , una volta al Pirellone tutte le sere è a Cremona e risponde di quel che ha fatto e se non ci va glielo diciamo sul muso .

Dei neodemocratici non val la pena curarsi . Prendo a prestito il titolo di uno dei loro sponsor , il Piccolo del 26 2 , sparato in prima :

MOLTE VIE CREMONESI SI PRESENTANO COME UN CAMPO MINATO . PERCORRERLE E’ DIVENTATO UN AZZARDO PER MOTO BICI AUTO .

Chi si fida della verità di persone del genere ?

 

Cremona 26 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

 

2 responses so far

feb 25 2010

istituzioni più , istituzioni meno 25 02 2010

Published by under Giudici,Politica nazionale

 

 

 

ISTITUZIONI PIU’ , ISTITUZIONI MENO

 

Francesco Amirante , presidente della Corte Costituzionale , fa al popolo la predica tipica di chi ha ottenuto una poltrona importante e la vuol sempre lucida .

La Stampa : quando si delegittima un’istituzione , a lungo andare , privo di istituzioni rispettate , un popolo può anche trasformarsi in una massa amorfa ….la nostra Costituzione comporta l’abbandono della teoria di ideologia giacobina secondo la quale il popolo , esprimendo la volontà generale , può in ogni momento cambiare tutti i principi e le regole della propria convivenza .

Il Giornale : la Corte non ha alcun orientamento politico , il suo orientamento , come doveroso , è sempre stato quello del rispetto e dell’attuazione dei principi costituzionali .

Repubblica : la Corte è organo giuridico e non politico , proprio per fare in modo che le relative decisioni possano avere la virtù della persuasione e non siano invece lievito di discordie civili .

Il Sole 24 Ore : chi volesse vedere nelle sentenze della Corte , non dico un disegno , ma anche soltanto un orientamento coerente sul piano , alla Corte estraneo , della politica di questo o quel partito , resterebbe deluso .

Corriere : c’è qualcosa di patologico nel perdurante alto numero di ricorsi dello Stato contro leggi di Regioni o Province e viceversa … che i cittadini non ritengono normali e proficui …la Corte deve essere sensibile ai segni dei tempi o della Storia , ma indifferente ai clamori della cronaca …la sovranità appartiene al popolo , che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione .

 

Art . 135 della Costituzione : la Corte Costituzionale è composta da 15 giudici nominati per un terzo dal Presidente della Repubblica , per un terzo dal Parlamento in seduta comune e per un terzo dalle supreme magistrature ordinaria ed amministrative .

Come si vede , solo un infame può sospettare la natura politica della Corte .

Capisco anche che , essendo uno specialista , esperto cioè solo del proprio settore , Amirante difenda a spada tratta l’istituzione Corte Costituzionale e non , che so , Presidenza del Consiglio dei Ministri quando c’è Berlusconi . Ma più che un gran giudice dà l’impressione di essere un tifoso di se stesso , specie quando dimentica gli enormi benefici economici della sua carica , che non cessano nemmeno al momento della pensione , magari dopo qualche mese di “lavoro”.

Benefici economici frutto del lavoro del popolo , ricambiato dalla considerazione in cui lui , Sua Eccellenza , con parole inequivocabili , lo tiene .

 

Cremona 25 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

feb 24 2010

comune in affari 24 02 2010

 

 

COMUNE IN AFFARI

 

Oggi finalmente Cronaca , succursale paesana di Repubblica , dà voce completa ai lamenti isolati dei pochi cittadini che amano Cremona : la città antica è in vendita , passa ai privati anche l’ex Distretto . All’interno , non senza velate parole di rimprovero alla nuova Giunta , il valore per difetto degli immobili , 37 milioni più alcuni di cui non si sa . Ma , sottolinea Cronaca , qualche immobile potrebbe valere dieci volte tanto ed è facile immaginare la cifra che raggiungerebbe una volta ripristinato e trasformato in condominio di lusso . I più ingenui di noi cominciano a fregarsi le mani , siamo ricchi , ma , ancora ma , la pagina dopo ecco il bilancio previsionale 2010 : un bilancio di guerra . Sarà una balla dei nuovi amministratori che non vogliono trovare i 2/300 milioni indispensabili per trasformarsi in impresari e invece di ricostruire per poi vendere o usare , secondo necessità , preferiscono far cassa e cedere subito ai privati ?

 

Cremona 24 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

 

No responses yet

feb 24 2010

caccia all’uomo 24 02 2010

Published by under Striscia Repubblica

 

 

CACCIA ALL’UOMO

 

Sarebbe il titolo esatto del fondo di Maltese pubblicato da Repubblica il 23 con un “Capitan terremoto” . Da anni , i nostri figli sono cresciuti con essi , i giornali , ma qualcuno è più giornale degli altri , gonfiano le indagini di Procuratori d’assalto che alla prima puntura di Tribunale scoppiano . O non arrivano nemmeno . Capitan terremoto naturalmente è Bertolaso , in un’indagine ancora da definire (i presunti colpevoli sono in carcere perché potrebbero deformare le prove che evidentemente non sono ancora certe) male che abbia fatto non avrebbe sospettato di alcuni delle migliaia di imprenditori di cui si deve servire , e in fretta , considerato il suo lavoro . Altra colpa grave è portare sempre il maglione , come Marchionne . Però quello di Bertolaso è retorico . Il resto dell’articolo è la consueta cianfrusaglia di cui Repubblica si serve per demolire i nemici . Vecchia abitudine ereditata dalla stampa di sinistra degli “anni di piombo” . Noi vecchietti parliamo dando per scontato che i giovani conoscano i fatti della nostra vita ma così non è , troppo lontani per essere la loro , troppo vicini per averli studiati come storia . La tecnica Bertolaso mi ricorda la tecnica Calabresi . Due anni passati a scrivere che questo poliziotto invece di interrogare i sospetti li buttava giù dalla finestra ed ecco trovato il momento spirituale e , purtroppo , reale , per assassinarlo per strada a pistolate . Coincidenza senz’altro , il mandante dell’assassinio riconosciuto tale fin dalla Corte di Strasburgo , l’intellettuale di sinistra Sofri Adriano , è opinionista gradito di Repubblica .

 

Cremona 24 02 2010 www.flaminiocozzaglio.info

No responses yet

Next »