gen 09 2010

diversi sono gli altri 09 01 2010

Published by at 11:16 pm under immigrati,Politica nazionale

 

 

 

DIVERSI SONO GLI ALTRI

 

Deo Fogliazza manda ai giornali un pagina dell’ispettorato per l’immigrazione al Congresso Usa , del 1912 , dove gli italiani vengono dipinti impietosamente male e ne approfitta per dire : potrebbe essere scritta da un leghista oggi . Naturalmente gli sfugge il dubbio , trattandosi del Parlamento americano , se il giudizio è esatto . Calabresi , direttore della Stampa di regola attento e brillante , lo insegue elencando i numerosi italiani che un secolo dopo sono tra gli ottimi americani , e dimentica invece quella grande e imperitura istituzione fondata dai vari Al Capone Anastasia Gambino Gotti e avanti pagine intere . Quando si tratta di colpire la destra va tutto bene , anche imputarle la caccia al diverso , pilastro di ogni cultura . I sinistri guardino la loro storia , lontana e vicina , e trovino la forza di vergognarsi : non c’è un competitore , anche eventuale , che non diventi immediatamente un nemico . Ma a un certo numero l’immigrazione senza controllo diventa un grosso problema , come i fatti di Rosarno provano . Il sindaco di Castelvolturno , Nuzzo , ha diversi torti , ma quando sostiene che è impossibile amministrare un paese dove in mezzo a 20 000 cittadini vivono 10 000 irregolari , a conoscenza e indifferenza dei governi di destra e di sinistra , ha ragione . Qualche leghista si esprime in toni rudi , ma se dice che prima di far entrare stabilmente uno straniero bisogna essere certi che possa vivere con dignità , ha ragione . I signori sinistri che a loro uso e consumo prendono esempi dall’estero per mostrare che la destra italiana è zoppa , provino a emigrare in paesi come Australia o Canada , ricchi di territorio e risorse . Lei è medico ? , ci spiace , ma per i prossimi tre anni ci servono ingegneri . Ripassi . Zapatero ha fatto sparare ai marocchini . I leghisti in definitiva si limitano a parlare con gli elettori che liberamente li hanno votati e a sostenerne le naturali richieste . Noi di destra sappiamo bene che la figura centrale della nostra civiltà è l’uomo e la dignità con cui deve vivere , sappiamo anche purtroppo , perché invece di limitarci a parlarne le creiamo , che le risorse sono limitate e vanno divise con molta attenzione .

 

Cremona 09 01 2010 www.flaminiocozzaglio.info

One response so far

One Response to “diversi sono gli altri 09 01 2010”

  1. Danielaon 16 dic 2010 at 9:49 pm

    Ribadisco: non possiamo accogliere tutti gli immigrati che arrivano, d’accordo che qualcuno, magari, va in Francia, Germania, ecc., ma visto il permessivismo qui da noi, chi glielo fa fare di andar via dall’Italia?
    Se anche fossero tutte brave persone, non sapremmo dove metterli, anche se riescono a trovare lavoro: le case non si costruiscono schioccando le dita e nelle case popolari hanno il diritto di andarci anche gli Italiani.
    Per le graduatorie delle case popolari ci sarebbe da rivedere qualcosa: se si basano solo sul numero di figli e sul reddito certo che ai primi posti della graduatoria ci saranno sempre gli immigrati, fanno più figli degli Italiani…in questa situazione gli Italiani non avendo lavoro o casa fissa non fanno figli (nemmeno se lo suggerisce un sacerdote), a differenza degli immigrati. E’ un circolo vizioso.

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.