set 07 2009

sig dir La Voce 02 09 2009

Published by at 9:12 pm under inps

Signor Direttore La Voce di Cremona

Ricordate , cari lettori , tutte le note che La Voce ha pubblicato sul concorso interno dell’Inps 1999/2001 , solo per titoli , che ha promosso in vari scaglioni tutto il personale e creato i nuovi capi degli uffici ? un breve riassunto .

Il concorso è importantissimo , per cui lo devono vincere solo i vecchi dipendenti , non quelli nuovi assunti con mobilità e concorsi dopo il 01 01 1998 . Presidente e megadirigenti Inps , previo accordo con collegio sindacale e ministeri vigilanti , stabiliscono che essere in servizio il primo gennaio 1998 , giorno festivo anche all’Inps , credeteci , vuol dire : a) aver contribuito a ristrutturare l’istituto b) essere di conseguenza cresciuti professionalmente c) meritare quindi una bella porzione di stipendio in più , che si chiama salario di professionalità . Crescita professionale che è mancata a tutti quelli che venivano da altre amministrazioni . Che nel loro vecchio ambiente di lavoro , magari dopo venti anni , non erano riusciti nella ristrutturazione riuscita invece ai dipendenti Inps nel solo 01 01 1998 . Che quindi non hanno meritato il salario di professionalità . Il cui solo godimento fa vincere il concorso per titoli , anche contro nuovi arrivati che avessero due o tre lauree di prestigio . Non dimenticate , cari lettori che questi limiti di tempo e di professionalità valgono solo per gli impiegati . Non per il presidente , per i megadirigenti , per i sindaci , per i ministeri vigilanti : quelli sono bravi anche se provengono all’ultimo momento da chissà dove .

Dal 02 01 1998 il lavoro all’Inps non presenta più alcun merito , diventa quasi un comportamento triviale , per anni , di fronte ai prodigi compiuti dal vecchio personale nell’unico primo gennaio 1998 .

Potete immaginare , cari lettori , le cause di lavoro dei nuovi dipendenti esclusi dal banchetto delle promozioni . Per la maggior parte vinte : ma nessun giudice ha ritenuto di passare gli atti ai colleghi della procura perché indagassero se per caso i titoli erano stati aggiustati .

Le difese degli avvocati dell’Inps a volte sono state ridicolmente sfacciate : il 24 09 2003 hanno sostenuto al Tribunale di Cagliari che pagare i nuovi dipendenti più dei vecchi contrastava con l’art.97 della Costituzione ! quando invece nella maggioranza dei casi l’Inps li paga di meno è regolare !

Arriviamo al contratto interno 2003 , firmato in questi giorni e in attesa dell’ovvia approvazione del collegio sindacale e del ministero . Amministrazione e sindacati , nella certezza maturata da decenni di impunità , prendono decisioni che hanno dell’incredibile . Stabiliscono di cominciare a dare a spizzichi al personale il salario di professionalità negato al tempo del concorso per i motivi spiegati sopra . Darlo intero subito a tutti con lo stesso nome è impossibile : ci sono troppe cause in corso e nessuna è stata ancora decisa dalla Cassazione .

Importanza dei nomi : si decide di chiamarlo T.E.P . , Trattamento economico di professionalità ! misura il 50% del salario di professionalità riconosciuto ai vecchi dipendenti . Viene pagato solo dal 01 01 2003 a chi è in servizio dal 01 01 2002 . Perché solo a questi ? lo spiega l’autorevole art.22 del contratto : hanno seguito appositi percorsi di sviluppo professionale con iniziative di formazione sia “on job” sia in aula ! e gli altri 30 000 dipendenti ? I padroni dell’Inps , con la complicità dei sindacati e dei ministeri , hanno la faccia tosta di mettere per iscritto in un contratto che solo una piccola parte del personale fa corsi pratici e teorici !

Altra perla dello stesso contratto . Nel 2003 l’Inps ha assorbito tutto il personale del disciolto Inpdai al quale viene riconosciuto per intero (art.24) , come ai vecchi dipendenti Inps del 01 01 1998 il salario di professionalità . Perché è pacifico che il personale del soppresso Inpdai ha avuto una crescita professionale attestata dal contratto integrativo 2002 . Perché i contratti dei dipendenti venuti dalle altre amministrazioni fra 1998 e 1999 non dimostravano la loro crescita professionale ? un lettore maligno potrebbe sospettare che il personale dell’Inpdai è arrivato a concorsi per titoli già terminati . Ve l’immaginate se robe del genere le facessero Previti o Berlusconi ? quando i lettori notano che li difendiamo , non ci scambino , per favore , per loro tifosi un po’ sciocchi . Noi sosteniamo che nell’amministrazione pubblica in Italia c’è una illegalità diffusa , ma che si decide di procedere solo verso quelli che sono antipatici e in un certo senso , deboli . Nessun procuratore fa indagini sull’Inps perché non vuole avere grane con i protettori Cgil Cisl Uil . Esattamente come nessun procuratore faceva indagini su Dc e PSI fin che erano forti .

Caro direttore , grazie .

Cremona , 23 11 2003 Flaminio Cozzaglio UGL Cremona

No responses yet

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.