set 07 2009

La Voce di Cr doc 03 02

Published by at 6:17 am under terrorismo

Signor Direttore La Voce di Cremona

 

Caro direttore ,

leggiamo sulla Voce di sabato un commento della sig.ra Cattaneo sugli scontri di Crema del 4 gennaio . Tutti i giudizi sono liberi e tutti egualmente rispettabili . Certo , a noi non verrebbe mai in mente di proclamare con sicurezza le intenzioni di chi ha commesso atti di notevole complessità . Ma il suo giornale ospita volentieri qualsiasi opinione , quindi , se lo vogliono , rossi e neri possono tranquillamente farle conoscere le loro idee , fiduciosi della pubblicazione .

Per amore della verità , la sig.ra Cattaneo avrebbe dovuto ricordare che il diciannovenne Sergio Ramelli , “colpevole “di attaccare ai muri manifesti del M.S.I. , non fu “ferito a colpi di spranga e morto a seguito delle ferite riportate dopo un mese di agonia”, come se i colpi di spranga fossero caduti dal cielo : Ramelli fu aggredito sotto casa da un gruppo di comunisti e massacrato a colpi di chiave inglese sulla testa . Considerati i modi e lo strumento usato la volontà di uccidere era per noi più che sospettabile . I giudici anni dopo processarono i colpevoli , nel frattempo divenuti medici : omicidio , ma volevano solo dargli una lezione , poi si sa , gli è scappata la mano e gliela hanno data un po’ grossa , ma non volevano . Conclusione : qualcuno è stato un poco in carcere , ma proprio poco , poi di nuovo a fare i medici .

E’ certo invece che a diciannove anni Sergio Ramelli non aveva ancora compiuto gesta così encomiabili da meritare il nome su una via : è certo anche che ben pochi di noi , intendiamo noi razza umana , hanno , a diciannove anni , compiuto qualcosa di encomiabile .

Intitolare una via al povero Ramelli deve avere solo un significato di pace : se non va bene perché Ramelli era di destra , nulla vieta di unire il suo nome a quello di un altro giovane , di sinistra , ucciso in quegli anni da estremisti di destra . Nella speranza che giovani e meno giovani capiscano e accettino che la lotta politica è sacra , l’odio invece produce solo odio .

 

 

 

Cordiali saluti

 

 

Cremona , 03 02 2003 Flaminio Cozzaglio UGL CREMONA

 

One response so far

One Response to “La Voce di Cr doc 03 02”

  1. Danielaon 03 gen 2011 at 11:42 pm

    Non trovo tanto giusto non intitolare la via a uno di destra, solo perché è tale; anche unire i nomi di uno di destra e uno di sinistra mi lascia perplessa: non è che non voglio i significati di pace, ai rossi non andrà mai bene intitolare vie a persone di destra (vedi Protti: tra l’altro a lui si dedica la via per meriti artistici, non politici…vai a fargliela capire ai rossi!), ma andranno bene solo nomi di sinistra.
    Anche per il Commissario Calabresi è stato così: si è pensato di dedicargli una targa o qualcos’altro, in questo momento non ricordo; è saltato su qualcuno a dire “allora anche per Pinelli”…va bé che Pinelli è stato “riabilitato”, ma forse questo vuol dire che il Commissario Calabresi non l’hanno riabilitato del tutto. Pochi anni fa c’è stato un incontro pubblico ufficiale tra la vedova di Calabresi e la vedova di Pinelli (e qui non sono tanto d’accordo: se volevano far incontrare le 2 vedove, sarebbe stato meglio farlo in un modo più discreto, lontano dalle telecamere…dev’essere stato un momento particolare per tutte e 2, credo), era presente anche Napolitano (che, in genere, stimo) che ha detto: Pinelli è stato ucciso 2 volte (nota della sottoscritta: la prima per il fatto che era sospettato della bomba a piazza Fontana, sulla seconda le circostanze non sono mai state chiarite e qualcuno ha cominciato a pensare che Calabresi fosse responsabile, mentre non era nemmeno presente)…aggiungo io: ma anche Calabresi è stato uccisio 2 volte! Perché Napolitano non lo ricorda? Anche il Commissario è stato prima calunniato, accusato di essere un assassino, ecc. e poi è stato ucciso fisicamente.
    Esempio banale che c’entra poco: al prossimo festival di Sanremo il presentatore voleva, per ricordare l’unità d’Italia, cantare canti dell’epoca o di poco più avanti e, oltre a proporre “bella ciao”, voleva proporre anche “giovinezza”…ovviamente salta su qualcuno a protestare “no, è un canto fascista”…certo, a questi contrari andava bene solo “bella ciao” (se il presentatore avesse parlato solo di questa, credo proprio che i contestatori non avrebbero detto niente): un presentatore che propone canti che rievocano anche certi periodi storici del 900, tra cui uno che rievoca il fascismo…no! Ai sinistri va bene solo se ne fa uno solo (il loro), non conta che li facessero tutti e 2.
    Non so se farà questi 2, ma ho letto di sfuggita: sembra che canteranno il “Và, Pensiero”, canto patriottico, tra l’altro splendido secondo me…conoscendoli, i sinistri potrebbero “saltare su” a protestare che è un canto leghista

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.